0

- La recensione

In anteprima nazionale al Lucca Comics 2019 abbiamo visto il sequel del film del 2009

Lucca comics & games 2019
0

0

Dopo gli eventi di Benvenuti a Zombieland, Columbus, Tallahassee, Wichita e Little Rock vivono come un’atipica famiglia nella Casa Bianca, nuova dimora dei protagonisti. Dopo alcune incomprensioni, le due sorelle abbandonano gli altri; quando Little Rock fugge con Berkeley, un ragazzo appena conosciuto, Wichita ritorna da Columbus e Tallahassee per cercarla. Nuovi personaggi ci accompagneranno in questa seconda avventura, ma soprattutto incontreremo degli zombi più evoluti e diversificati, duri a “morire”.

“Ciao a tutti. Grazie della fila che avete fatto perché veramente vi stimo tantissimo per questo. Allora, solo due parole sul mondo di Zombieland. Come sapete certamente essendo qui, il primo Zombieland uscì nel 2009. In realtà non è mai uscito al cinema, nel senso che a livello mondiale uscì a livello cinematografico, ma in Italia no. Nonostante questo, è diventato un cult negli ultimi 10 anni, grazie a voi, grazie al passaparola, alle piattaforme digitali. Ci sono voluti 10 anni, ma ce l’abbiamo fatta, per rimettere insieme lo stesso cast, lo stesso regista e gli stessi sceneggiatori; questa è una tempesta perfetta che non capita quasi mai nel cinema, ci si prova a far uscire il secondo film con lo stesso team, ma è veramente una combinazione difficilissima. Anche perché nel frattempo il cast comunque ha avuto un suo percorso: Emma Stone ha vinto un Oscar, Woody Harrelson, Abigail Breslin e Jesse Eisenberg comunque candidati all’Oscar. Il regista, come sapete, ha fatto un film che si chiama Venom, che ha incassato triliardi di dollari nel mondo e gli sceneggiatori sono tra i zombieland doppio colpopiù quotati di Hollywood, sono quelli di Deadpool. Insomma, questa tempesta perfetta per creare una magia incredibile, ovvero il film che si chiama Zombieland – Doppio Colpo che sarà nelle sale cinematografiche il 14 di Novembre, quindi tra un paio di settimane. Adesso, in realtà, avete 4 ore di maratona, non mi dilungo; vi lascio a dei trailer…”. E Alessia Garulli, Executive Marketing Director di Sony Pictures, ci ha dovuto lasciare per forza poiché assalita da un’orda di zombie, provenienti dalla precedente Zombiewalk.

Le parole della presentatrice hanno introdotto nel migliore dei modi la Maratona Zombieland tenutasi al Cinema Astra Sabato 2 Novembre nella cornice del Lucca Comcis and Games 2019; dopo la già citata parata di zombie e la proiezione del prequel del 2009, Benvenuti a Zombieland, in anteprima nazionale abbiamo visto Zombieland – Doppio Colpo, presentato dettagliatamente da Alessia Garulli e anticipato anche dal saluto del cast in una breve clip tra i due film. Uscito già nelle sale cinematografiche statunitensi il 18 Ottobre scorso, in Italia ritroveremo al cinema Columbus & Co. dal 14 Novembre.

Assistere alla visione in anteprima di un film ha sempre un sapore di novità e acquista ancora maggior valore se la pellicola è inszombieland doppio colpoerita in una maratona. In particolare, prima dell’evento abbiamo ricevuto in regalo una lattina di Gasoline, bibita energetica, con gadget annessi al brand, ma soprattutto la fantastica spilla di Zombieland – Doppio Colpo: su ognuna era riportata una regola di Columbus e a me è capitata proprio la regola #2, ovvero “Doppio Colpo”. Altre regole erano sparse un po’ in giro per la struttura: sulle poltrone si ricordava di “guardare i sedili posteriori”, sulle porte d’emergenza di “tenere sempre una via d’uscita”, mentre sugli ingressi dei wc “attenti al bagno”. Tutte citazioni che i fan, desiderosi di vedere la Maratona Zombieland, hanno adorato. La presenza di veri appassionati che riempiono la sala per gustarsi il film rappresenta un altro elemento a favore di un’anteprima: gli applausi per le grandi gesta dei protagonisti della pellicola, ma soprattutto le risate per le battute che coprivano quasi il dialogo successivo, hanno animato la sala, rendendo lo spettatore ancora più partecipe dell’avventura trasmessa.

E proprio ai fan che hanno apprezzato il prequel, rendendolo un cult, si sono rivolti il regista Ruben Fleischer (Venom) e gli sceneggiatori Rhett Reese e Paul Wernick (Deadpool), riportandoci indietro di 10 anni per atmosfere e temi. Infatti, Zombieland – Doppio Colpo non si discosta molto dalla pellicola del 2009, riprendendo gli elementi che l’hanno reso un successo: un road movie intriso di comicità, splatter, azione e la grande alchimia che si era instaurata tra i protagonisti non si perde dopo le avversità. A mio avviso, la carta vincente risulta proprio riprendere e citare il prequel magnificamente, oltre a continuare con i riferimenti alla cultura pop, che iniziano da subito con i soprannomi alle nuove evoluzioni degli zombie (Homer, Hawking e Ninja). Ciò che, invece, non ho gradito, ovviamente per la versione in italiano, risulta il cambio di alcuni doppiatori, che rompe un po’ la continuità, soprattutto vedendo i due film in maratona.

zombieland doppio colpo

Anche nel film sono passati 10 anni dalla prima avventura e notiamo come Columbus (Jesse Eisenberg), Tallahassee (Woody Harrelson), Wichita (Emma Stone), ma soprattutto Little Rock (Abigail Breslin) siano cambiati fisicamente e non solo. Quest’ultima, in piena età adolescenziale, si sente oppressa dalle premure della figura paterna rappresentata da Tallahassee e lascia la casa con la sorella, per poi fuggire anche da lei con un ragazzo appena conosciuto, Berkeley (Avan Jogia). Dopo un’incomprensione con Columbus, Wichita ritorna dagli altri per cercare la sorella minore, ma trova la sciocca Madison (Zoey Deutch), protagonista di divertenti siparietti. Un nuovo personaggio ben caratterizzato, al pari della carismatica e tosta Nevada (Rosario Dawson, l’infermiera in Daredevil e Luke Cage).

zombieland doppio colpo

Nuove aggiunte sia dal lato dei vivi, sia da quello degli zombie, regalano nuove paurose risate al pubblico di Zombieland – Doppio Colpo, prossimo grande successo in casa Sony. Il sequel riesce ad emozionare lo spettatore come già accaduto 10 anni prima, prendendo in giro il genere horror portandolo nella comedy americana. Anche qui non mancano i riferimenti ai videogiochi o ad altri film, come l’evoluzione più letale degli zombie, detta T-800, ripreso da Terminator. In questa pellicola le sorprese non finiscono mai e ti ricordiamo di non alzarti subito dopo la fine, ma aspettare un po’ i titoli di coda.

Il nostro voto

In conclusione su

Ancora più divertente del primo, la stessa squadra ci regala nuove paurose risate. La carta vincente risulta proprio riprendere e citare il prequel magnificamente, oltre a continuare con i riferimenti alla cultura pop.

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Leggi altro su

Ancora più divertente del primo, la stessa squadra ci regala nuove paurose risate. La carta vincente risulta proprio riprendere e citare il prequel magnificamente, oltre a continuare con i riferimenti alla cultura pop.

0