Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
supernatural christmas

Un natale sovrannaturale: A Very Supernatural Christmas

C'è chi il Natale lo ama classico e c'è chi il Natale lo ama... sovrannaturale!

Hai la passione per il cinema? Vorresti parlarne all’infinito ma i tuoi amici non ne possono più? Desideri vedere film in anteprima o incontrare attori e registi? Allora hai bisogno di noi!

Esiste davvero Babbo Natale? Può esistere un Babbo Natale cattivo? Se anche te sei ormai adulto, o dovresti esserlo, ma ancora non riesci ad abbandonare del tutto l’idea che nel nostro mondo esista un briciolo di magia e ogni tanto ti chiedi se i fantasmi o i mostri sotto al letto siano reali, Supernatural è la serie che fa per te.

Quindi, dato che siamo a Natale e a Natale siamo tutti più buoni, ho deciso di condividere con te un episodio davvero speciale, che ti farà ridere, ma anche rabbrividire di paura: A Very Supernatural Christmas, ottavo episodio della terza stagione.

Vedi anche: Supernatural: 15×20: e questo lo chiamate finale?

La trama

Anche per i Winchester è Natale, ma invece di festeggiare con lucine colorate, albero e regali, montano sull’Impala e vanno a investigare su una serie di omicidi (beati loro). Tutte le vittime sono state catturate e portate via dentro un enorme sacco da un essere che entra dal camino. Sembra proprio che ci sia lo zampino di Babbo Natale, ma deve trattarsi di un Babbo Natale cattivo, un “Anti Claus“, come intuisce Sam. I due fratelli, dopo tutta una serie di ricerche fallite, tra cui una che coinvolge un finto Babbo Natale ubriacone, capiscono che hanno a che fare con divinità pagane, in cerca di “agnelli” sacrificali. Dopo una serie di indagini, questa volta fruttuose, riescono a risalire ai coniugi Carrigan, che hanno tutta l’aria di essere una tranquilla e pacifica famigliola americana. Per fortuna, i Winchester hanno un certo fiuto per il sovrannaturale e intendono immediatamente che dietro a sorrisi, dolcetti e adorabili maglioni di Natale, si nascondono i due mostri che stavano cercando. Di notte si introducono in casa loro, armati di paletti di frassino, e ritrovano i cadaveri delle persone scomparse, fatti a pezzi e mangiucchiati. Ed è qui che inizia la parte insieme da brivido ed esilarante.

Negli ultimi dieci minuti le gag si susseguono una dietro l’altra e rendono difficile riprendere fiato. Sam e Dean vengono catturati e legati dai Carrigan, che iniziano un ulteriore rito sacrificale con unghie, sangue e denti. Ovviamente dei Winchester. Durante la tortura Dean dà il meglio di sé, riuscendo a dare libero sfogo alla sua ironia pungente persino con una pinza infilata in bocca.

Ovviamente puoi immaginare come va a finire. Dopotutto i Winchester sono i migliori cacciatori di sempre e non per niente il loro motto è “Saving people, hunting things, the family business“.

Vedi anche: Jensen Ackles: tutto sull’attore di Supernatural

Jared Padalecki: tutto sull’attore di Supernatural

Misha Collins: tutto sull’attore di Supernatural

Perché guardarlo?

Chi mi conosce, anche poco, sa che che c’è un argomento che è sempre meglio evitare quando si parla con me. E questo argomento è Supernatural. Perché di Supernatural parlerei per ore, per giorni, senza stancarmi mai (ma stancando invece tutti gli altri). Quindi, preparare questo articolo era un’ottima scusa per riguardarsi un vecchio episodio della mia serie tv preferita e per poterne parlare a ruota libera. Nonostante l’avessi appunto guardato tante, tante, tante volte, sono morta dal ridere alle stesse battute – spesso anticipandole! – e mi sono commossa rivedendo le storie di Natale dei Winchester da piccoli.

Perché Supernatural è così. Fa piangere, fa ridere, fa paura. E non può mai venire a noia. Bene, dopo aver fatto un po’ di sana campagna pubblicitaria ti dico finalmente perché correre a guardare questo capolavoro di episodio.

La comicità

Di episodi divertenti ce ne sono veramente tanti in Supernatural, uno tra tutti Yellow Fever, e anche questo non fa eccezione. Ti ho già mostrato l’esilarante scena di Dean alle prese con le torture dei due dèi, adesso ti mostro qualcos’altro:

Sembra proprio che dopo tante fatiche e dopo aver sconfitto due temibili divinità, i due fratelli si siano ritagliati un po’ di tempo per decorare un bell’albero di Natale. E invece no. Molto meglio usare i rami dell’albero per creare dei paletti improvvisati da infilare nel cuore delle due creature.

La scena però più divertente di tutte si ha quando Sam e Dean irrompono di corsa nella casa del loro primo sospettato, “Evil Santa”. Come potrai vedere dal video qua sotto, il pover’uomo poco ha a che fare con gli omicidi e ai due fratelli non resta che improvvisare per poter spiegare il perché della loro irruzione. Devo fare i mie complimenti per l’ottima interpretazione di Silent Night:

Il tutto è reso ancora più divertente sapendo che in realtà Jensen (Dean) è un ottimo cantante.

La comicità come vedi è lampante, ma Eric Kripke, il creatore della serie, sa essere ironico anche attraverso piccoli particolari. Che però fanno la differenza.

Anche se non so se sia divertente o immensamente triste che Sam decori il loro albero di Natale con i deodoranti per auto.

supernatural dvd 14 stagioneClicca qui per acquistare il cofanetto completo della 14esima stagione!

Sam e Dean

Altro punto di forza di Supernatural è il rapporto tra i due fratelli. Non perché sia idilliaco o, al contrario, burrascoso, ma perché autentico. In quest’episodio in particolare i due fratelli ricordano i Natali passati, di quando erano bambini, ed erano costretti a rimanere in squallide stanze di motel per aspettare John, il padre, a caccia di mostri. Nonostante siano scene molto tristi, sono altrettanto indispensabili per la storia. E anche per il successo della serie. Sono scene che ci aiutano a conoscere chi sono davvero i due fratelli; Dean, il più grande, che ha sempre cercato di difendere e di rendere felice il fratellino, inventando storie divertenti o nascondendogli verità dure da sopportare. Sam, che non ha mai conosciuto il lato bello di John e si è trovato, di fatto, senza una madre e senza un padre, ma solo un fratello, poco più grande, a ricoprire il ruolo di entrambi.

Da bambini le dinamiche tra i due sono le stesse che avranno poi da grandi. Ed è impossibile non amarli ancora un po’ di più dopo aver guardato queste scene:

Buon Natale, caro collega hunter!

Potrebbe interessarti...

Supernatural

Supernatural: “è ti amo, non ti voglio bene”, Rai4 accusata di omofobia

Supernatural

Jared Padalecki: 24 ore nella vita della star di Supernatural

Supernatural

Supernatural: problemi tra Jensen Ackles e Jared Padalecki?

Supernatural

Supernatural: Jensen Ackles annuncia un prequel

Supernatural

Supernatural: su Rai 4 tornano i fratelli Winchester

Hai visto questo episodio? Quale Winchester è il tuo preferito, Sam o Dean?
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
+1