0

0

Waiting for the Barbarians. Trailer, data uscita e cast

Ad un anno della presentazione alla Biennale, Waiting for the Barbarians approderà nelle sale italiane

Trailer ufficiale
0

0

Naviga tra i contenuti

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Distribuito dalla Iervolino EntertainmentWaiting for the Barbarians arriverà presto nelle sale cinematografiche italiane dopo essere stato presentato circa un anno fa alla 76esima mostra dell’arte del cinema di Venezia. Trailer ufficialeIl film distribuito dapprima negli States e nel Regno Unito ed ora, tramite una serie di accordi, raggiungerà diversi paesi nel mondo. A fare da richiamo al successo è stato il boom di visioni da parte dei sudditi di sua maestà Elisabetta II, registrando Waiting for the Barbarians come il film più visto in assoluto on demand. In questa breve clip puoi già fare un’idea di cosa, anche se molto vaga, della differenza di vedute e soprattutto di ruoli che si dipanerà all’interno del film.

Andiamo per ordine e scopriamo cosa accadrà in Waiting for the Barbarians

Il tutto nasce dall’idea di vedere traslata un’opera del sudafricano J. M. Coetzee che per raccontare con tono velato ciò che accadeva nella sua Sudafrica prende a pretesto un impero immaginario (si presume sia quello britannico) e di alcune diatribe da risolvere nel contesto dell’ultimo avamposto di codesto reame. Waiting for the BarbariansLo scrittore è anche sceneggiatore dell’adattamento del suo stesso romanzo, uscito in Italia con il titolo Aspettando i Barbari, mentre il regista è colombiano ed è Ciro Guerra alla sua prima esperienza in lingua inglese. Nel dare una spiegazione al suo coinvolgimento, il cineasta latino commenta così:

Il progetto Waiting for the Barbarians ha qualcosa che, pur avendo un diverso meccanismo produttivo ed essendo ambientato al di fuori della Colombia, rispecchia appieno i miei interessi

Aspettando i barbari
Cosa aspetti ad avere anche tu la copia del romanzo di J.M. Coetzee? Clicca qui per scoprire come ottenerla

Walking for the Barbarians – Sinossi

Come ti dicevo, la storia si svolge nell’ultimo avamposto di un impero non meglio indicato dall’autore nè tanto meno come tempo storico; Johnny Depp_colonnello Joll_iCrewPlaydai costumi scenici e dalla dislocazione si presuppone siano territori appartenenti alla colonizzazione britannica del secolo scorso. Il posto dimenticato dai suoi occupatori è gestito, si fa per dire, in maniera blanda da un Magistrato (il premio Oscar Mark Rylance per Il ponte delle Spie) che prossimo alla pensione riesce a convivere con la popolazione di Barbari oltre il confine e vige una sorta di indifferenza reciproca per il quieto vivere. Mark Rylance_MagistratoIl tutto viene a sgretolarsi con l’arrivo di uno spietato colonnello (il candidato premio Oscar Johnny Depp per I pirati dei Caraibi, La Fabbrica di Cioccolato, Animali Fantastici e dove trovarli) che ha l’ordine imperiale di constatare la brutalità di questi Barbari e se quest’ultimi hanno la forza di destabilizzare ciò che il re ed i suoi predecessori avevano creato. Waiting for the BarbariansFin da subito i due protagonisti principali si contesteranno in quanto il primo difende, pagherà a caro prezzo questa sua pseudo vicinanza al popolo delle tribù, i Barbari definendoli non capaci di sferrare un attacco per mania di potere ed arricchimenti vari; il secondo è uno colonnello cinico della potente Terza Divisione convinto di un imminente attacco per impossessarsi dell’ avamposto. Inizia così un continuo lacerarsi dei rapporti che vede costretto, piacevolmente costretto oserei dire, il colonnello Joll ad incarcerare il magistrato sostituendolo con Mandel (il talentuoso Robert  Pattinson; lo vedremo presto in Devils all the Time oltre che nei panni del nuovo e rivisitato Batman) un alto ufficiale, che prenderà il posto del Magistrato colpevole di Alto Tradimento alla corona.Waiting for the Barbarians La storia raccontata descrive la crudeltà del potere a tutti i costi e la sua violenza nell’affermare ciò a discapito di una vita monotona e tranquilla, dove peraltro l’equilibrio e la fedeltà al proprio impero non vacilla. Però l’animo umano a volte viene annebbiato e quindi si prendono vie senza ritorno che non ci possono permettere di fare un passo indietro e dire “scusa, ho sbaglito”. Anzi, si è obbligati a continuare per non perdere di credibilità; dall’altro lato la coerenza di rimanere essere umani e di cercare del bene nel prossimo essendo umili e non vergognarsi di chiedere aiuto in momenti di difficoltà. Il film Waiting for the Barbarians uscirà nelle sale cinematografiche italiane il 24 settembre ed è distribuito dalla Iervolino Entertainment.

 

Quanto di vero ci può essere in uno scritto? Dicci la tua nei commenti. Per noi, la tua opinione è importante
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x