Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
The Mandalorian, locandina della serie tv

The Mandalorian: rivelati i segreti dei combattimenti

The Mandalorian: Parla il coordinatori degli stuntman e rivela i segreti dietro agli episodi dell'amatissima serie di Disney+

Hai la passione per il cinema? Vorresti parlarne all’infinito ma i tuoi amici non ne possono più? Desideri vedere film in anteprima o incontrare attori e registi? Allora hai bisogno di noi!

Da ora puoi leggere tutti i segreti dei duelli con la spada laser, a parlarne è il coordinatore degli stuntman:

“Lo chiamo un livello da cintura nera del cinema perché è così veloce ed è così intricato”, dice Ryan Watson delle scene d’azione di The Mandalorian “Non ho mai fatto niente di così intricato e così vasto.”

La seconda stagione della fortunata serie Disney+ The Mandalorian vede i due grandi protagonisti (il cacciatore di taglie interpretato da Pedro Pascal e Grogu, meglio conosciuto dai più con il soprannome di Baby Yoda), andare sempre più a fondo nell’universo di Star Wars e con questo si è visto anche delle acrobazie sullo schermo.

“Sapevamo in cosa stavamo entrando, ma non potevamo farci niente”, dice così Ryan Watson, che ha visto la sua seconda stagione arrivare ad un “raggio d’azione più ampio” con combattimenti più duri, set più  complessi e cattivi di alto livello.

Ryan Watson non è di certo un novellino, ha già vinto un Emmy per il lavoro durante la prima stagione di The Mandalorian e ha gestito anche le acrobazie in Wonder Woman e Batman vs Superman: Dawn of Justice,  ma nonostante questo ha affermato che per lui quest’ultima esperienza con la serie di Disney+ è stata molto dura:

“Lo chiamo un livello da cintura nera del cinema perché è tanto veloce quanto intricato. Non ho mai fatto niente di così intricato e di così vasto”.

Un esempio è sicuramente quello che succede nel finale della seconda stagione, quando Mandalorian e Moff Gideon si affrontano a bordo di una nave imperiale dopo che i Dark Troopers di Gideon hanno catturato Grogu.

The Mandalorian 2, i nuovi Stormtrooper di Moff Gideon

È lo stuntman Lateef Crowder a girare queste scene al posto di Pedro Pascal; essendo addestrato nella capoeira, (un’arte marziale che combina elementi di danza, acrobazie e musica) gli ha permesso di:

“Avere la capacità di spingersi oltre. Abbiamo guardato la riproduzione e avresti visto come la spada è passata e lui muove la testa e la manca di soli 2 pollici, e questo è una sua testimonianza.”

Quella stessa lotta che ha visto anche Esposito in una battaglia che era letteralmente reale:

Durante le prove di un mese, Crowder ed Esposito avevano combattuto con delle spade di bambù al posto dell’arma distintiva di Gideon, la Fiera Oscura ( questo perché quest’ultima non era stata ancora costruita dal reparto oggetti di scena).

Ma cosa succede? Durante le riprese, mentre il cast combatte tipicamente con mezze spade per motivi di sicurezza e visivi la mezza sciabola di Esposito si rompe:

“Abbiamo dovuto finire la scena con  la spada completa, il che rende i movimenti ancora più pesanti, gli swing sono un po ‘più difficili da realizzare. L’intensità di quella lotta è stata probabilmente la più alta di entrambe le stagioni. Giancarlo ha dato una vera intensità a quella lotta. Lateef  una volta finito ha detto che è stato come un vero combattimento. Lateef stava davvero cercando di mettersi in salvo “.

Lo stesso episodio ha visto anche Fennec Shand, Koska Reeves, Bo-Katan e Cara Dune affrontare dozzine di Stormtrooper con “un buffet di tutte le diverse armi.”

Anche se gli esperti dei combattimenti dicono da sempre che le scene così numerose sono più facili da gestire e coordinare rispetto a una scena uno contro uno, questo non ha reso di certo questa scena più semplice da essere gestita.

the mandalorian 2

Ma l’elemento che rende queste tipiche scene di Star Wars difficile da essere girate è sicuramente uno solo: come gestire al meglio una spada laser.

Nella lotta tra Ahsoka Tano e il Magistrato nel quinto episodio della stagione, i due si affrontano mentre Tano brandisce un paio di spade laser bianche.

Watson dice che la battaglia è stata quella con la più alta pressione della stagione a causa delle aspettative dei fan, e ha portato a lunghe conversazioni tra lo showrunner Jon Favreau e il regista Dave Filoni sugli stili della spada laser.

La scelta è ricaduta sullo stile pulito e tradizionale piuttosto quello più particolare dei prequel.

Vengono presi come modelli di ispirazione i film di Akira Kurosawa:

“Volevamo che fosse un samurai della vecchia scuola, ma comunque abbastanza divertente da avere più di due o tre mosse”

Watson è stato aiutato dal fatto che Inosanto, la figlia di Dan Inosanto quello che ha aiutato Bruce Lee a sviluppare il suo stile di combattimento, è un’abile artista marziale a pieno titolo.

Watson ha incorporato il kali in stile filippino delle arti marziali nelle mosse e ha pensato in più a come si poteva combatteva con una spada laser:

“Questo cambia un po le dinamiche. Con una spada da samurai, puoi toccare la lama e non ti farai male, scherzando sul fatto che la spada laser è come uno zapper per gli insetti. Ecco perché quella lotta sembra molto pulita e molto diretta. Non ci sono molti movimenti sprecati – quando iniziano a combattere, esplodono. È dalla quiete a 100 miglia all’ora in un batter d’occhio”.

Watson riconosce anche le abilità naturali con la spada di Dawson e Inosanto e afferma che le acrobazie sono una parte così importante dello spettacolo che l’esperienza di una persona con le armi e il combattimento è considerata parte del processo di casting.

Alla fine della giornata però tutto il lavoro di stunt non significa nulla se gli attori non lo rendono autentico.

“Puoi allenare le mosse e metterle giù perfettamente, ma se non hai quel supporto recitativo dietro e l’intensità che avresti in un combattimento – questa è probabilmente la cosa più complicata. Hai il costume e tutte queste diverse telecamere lì dentro … È una cosa molto, molto difficile da recitare e superare la coreografia sapendo tutti questi diversi cambiamenti che devi fare in quel momento, e dove si trova la telecamera per questo per sembrare un vero successo. “

Potrebbe interessarti...

The Mandalorian 2

The Mandalorian 2, un finale coi fiocchi per la seconda stagione

The Mandalorian 2

The Mandalorian 2, 2×7 l’attesa prima della battaglia finale

The Mandalorian 2

The Mandalorian 2, un piccolo grande ritorno in scena

The Mandalorian 2

The Mandalorian 2, The Jedi has Returned

The Mandalorian 2

The Mandalorian 2, nuove teorie ruotano intorno alla prossima puntata

Vuoi avere altre curiosità sul dietro le quinte di The Mandalorian? Faccelo sapere!
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
+1