“Adoro Marilyn. Penso che fosse incredibilmente bella e anche molto sottovalutata come attrice. Come lei, anche io ho le curve, sono bionda e mi sento a mio agio con questo tipo di femminilità. Ma credo che i paragoni tra di noi si fermino qui”

scarlett JohanssonScarlett Ingrid Johansson nasce a New York il 22 novembre 1984 da Karsten Johansson, architetto di origini danesi, e Melanie Sloan, produttrice e attrice statunitense di origini ebraiche. La passione per il cinema le scorre nelle vene e, oltre la madre, anche il nonno Ejner Johansson gliela trasmette, essendo storico d’arte, regista e sceneggiatore. All’età di tre anni Scarlett già sogna di diventare attrice e l’anno dopo partecipa ai primi provini per spot televisivi; ma resta delusa perché i pubblicitari le preferiscono suo fratello. Sua madre la incoraggia e, notando il suo forte desiderio per la recitazione, l’accompagna anche ai provini per le produzioni cinematografiche e teatrali: a otto anni Scarlett Johansson calca le scene insieme a Ethan Hawke nella pièce teatrale Sofistry.

La nascita di una stella

scarlett johansson
Scarlett in Mamma, ho preso il morbillo

Genitori cercasi, Appuntamento col ponte e La giusta causa rappresentano le pellicole del suo debutto sul grande schermo dal 1994 in piccoli ruoli. Scarlett Johansson inizia a farsi notare come Amanda in Manny & Lo (1996) e veste i panni di Molly Pruitt, sorella maggiore del protagonista, in Mamma, ho preso il morbillo (1997). All’età di 13 anni, Lindsay Lohan, una giovane star molto celebre negli anni ’90, le ruba la parte della protagonista in Genitori in trappola; si rifa molto presto con la chiamata di Robert Redford per L’uomo che sussurrava ai cavalli, da lui diretto nel 1998. Nel 2000 recita in Ghost World e l’anno dopo in L’uomo che non c’era. L’anno in cui si diploma, il 2002, fa parte anche del film omaggio ai classici del cinema di fantascienza degli anni cinquanta, ovvero Arac Attack – Mostri a otto zampe.

Arrivano i successi

scarlett johanssonCon Lost in Translation – L’amore tradotto e La ragazza con l’orecchino di perla nel 2003, Scarlett Johansson conquista la sua consacrazione, ricevendo numerosi riconoscimenti: due candidature ai Golden Globe, nelle categorie per la migliore attrice in un film commedia o musicale e per la migliore attrice in un film drammatico, e vari premi per il film diretto da Sofia Coppola, tra cui spicca un BAFTA. L’anno dopo arriva un’altra nomination ai Golden Globe per aver recitato insieme a John Travolta in Una canzone per Bobby Long, pellicola desiderata da tempo dall’attrice. Il successo la porta alla corte di grandi registi nel 2006, quali Brian De Palma con Black Dahlia e Cristopher Nolan con The Prestige. Interpretando Maria Bolena in L’altra donna del re ottiene una candidatura ai Teen Choice Awards 2008. Nel 2011 partecipa a La mia vita è uno zoo con Elle Fanning e Matt Damon e gira la notizscarlett johanssonia secondo cui si accingeva a dirigere il suo primo film, adattamento di Incontro d’estate, libro edito postumo di Truman Capote. A inizio Maggio dell’anno seguente riceve la stella numero 2470 sulla Hollywood Walk of Fame. Si diletta anche a teatro, interpretando a Broadway nel 2013 il ruolo che fu di Liz Taylor: la sensuale Maggie ne La gatta sul tetto che scotta. Tra i vari progetti recenti, dal 2018 inizia a lavorare con Taika Waititi (Thor: Ragnarok) a Jojo Rabbit, la sua commedia amara sul nazismo che la vede protagonista insieme a Sam Rockwell.

La musa di Woody Allen

“Entrambi pensiamo che il termine musa sia davvero bizzarro. Non è che quando arrivo io porto l’ispirazione e lui perde il “blocco dello scrittore”. È solo che ci piace lavorare assieme, lavoriamo facilmente e abbiamo un piacevolissimo rapporto d’amicizia. Nulla di più.”      Con queste parole Scarlett Johansson giustifica la collaborazione col grande regista di Hollywood. Woody Allen è colpito dalla bellezza e dalla bravura dell’attricescarlett johanssonin Match Point, primo film in cui dirige Scarlett e le fa conquistare la sua quarta nomination ai Golden Globe nel 2005. Il regista newyorkese la sceglie anche per i suoi prossimi film: in Scoop (2006) recita accanto allo stesso autore e a Hugh Jackman, mentre divide le scene con Penelope Cruz in Vicky Cristina Barcelona (2008).

Un’attrice fantascientifica

scarlett johanssonScarlett Johansson è nota anche per i suoi ruoli in pellicole di fantascienza. Nel 2005 recita accanto a Ewan McGregor in The Island diretto da Michael Bay. In Under the skin di Jonathan Glazer rappresenta la protagonista, un’aliena nel corpo di una bella terrestre; nell’adattamento dell’omonimo romanzo l’attrice nel primo nudo integrale della sua carriera. Interpreta Lucy nell’omonimo film di Luc Besson nel 2014, mentre tre anni dopo veste i panni del maggiore Motoko Kusanagi in Ghost in the shell, adattamento live-action dell’omonima saga d’animazione giapponese.

La Vedova Nera

Scarlett Johansson entra a far parte del Marvel Cinematic Universe nel 2010 inIron Man 2 al fianco di Robert Downey Jr. e Gwyneth Paltrow. Nel 2012 ritorna come Natasha Romanoff in The Avengers: il primo crossover del franchise è stato candidato agli Oscar per i migliori effetti speciali e rappresenta il 7° film per maggiori incassi. Ha interpretato il personaggio anche in Captain America: The Winter Soldier (2014), Avengscarlett johanssoners: Age of Ultron (2015), Captain America: Civil War (2016), Avengers: Infinity War (2018) e Avengers: Endgame (2019). Dopo il commovente atto dell’ultimo film, Natasha ritornerà l’anno prossimo in un prequel incentrato sulle sue origini: Scarlett Johannson per la prima volta nel MCU sarà protagonista e produttrice di una pellicola, guadagnando 20 milioni di $.

L’amicizia con Chris Evans

Dall’inscarlett johanssoncontro sul set di Perfect Score diretto da Brian Robbins nel 2004, Scarlett Johansson e Chris Evans sono diventati amici inseparabili. Tre anni dopo si ritrovano ne Il diario di una tata, film tratto dall’omonimo romanzo chick lit di Emma McLaughlin e Nicola Kraus. Dal primo film sugli Eroi più potenti della Terra lottano insieme contro Loki e gli altri villain dei Marvel Studios. La loro lunga amicizia è stata oggetto di notizie di gossip che li volevano come una possibile coppia. Anche i fan Marvel hanno ipotizzato questa ship e in Captain America: The Winter Soldier assistiamo a un finto bacio tra i due.

Anche cantante

Nel 2007 l’ammiriamo nel videoclip What Goes Around… Comes Around di Justin Timberlake e sul palco del Coachella al fianco dei The Jesus and Mary Chain. L’anno seguente Scarlett Johansson pubblica un album composto da sue cover di Tom Waits,  intitolato Anywhere I Lay My Head, con la partecipazione di David Bowie in due brani. Riguardo questa scelta l’attrice ha rivelato: “Amo la musica di Tom e avendo un’occasione d’oro come quella di poter fare un disco mi è sembrato naturale provare a realizzare un sogno“. Nel 2009 incide una cover della canzone Last Goodbye di Jeff Buckley per la colonna sonora del film La verità è che non gli piaci abbastanza e un album in collaborazione con il cantautore Pete Yorn dal titolo Break Up, ispirato dai duetti di Serge Gainsbourg con Brigitte Bardot. La canzone Before My Time di J. Ralph, da lei cantata e inserita nel film Chasing Ice, ottiene una candidatura ai Premi Oscar 2013 come Miglior canzone. Nello stesso periodo ha dichiarato di aver formato una band tutta al femminile, chiamata One and Only Singles. Infine, ricordiamo la sua passione per il jazz: i suoi musicisti preferiti sono Miles Davis, Billie Holiday, Anita O’Day, Rosemary Clooney, Edith Piaf, Nina Simone, Chet Baker e Duke Ellington.

Vita Privata

Vanessa, la sua sorella maggiore, è anch’essa attrice; inoltre, Scarlett ha anche un fratello maggiore, Adrian, un gemello, Hunter e un fratellastro, Christian. I suoi genitori si separano quando aveva 13 anni; successivamente la madre Melanie adotta una bambina etiope, Fenan. Il 27 settembre 2008 Scarlett Johansson sposa l’attore Ryan Reynolds, da cui, però, divorzierà dopo tre anni senza avere figli. Durante il Festival del Cinema di Venezia 2013, l’attrice annuncia con un comunicato stampa di esserScarlett Johanssone fidanzata con il giornalista francese Romain Dauriac. Il 4 settembre 2014 è nata a New York Rose Dorothy, la loro prima figlia e un mese dopo si sposano in una cerimonia privata. Tuttavia, a inizio 2017 l’attrice annuncia di voler chiedere il divorzio e la custodia primaria della figlia.

1. Doppiatrice e non solo

scarlett johansson

Scarlett presta la sua sensualissima voce per il doppiaggio: ha iniziato nel 2004 con Mindy, la figlia di Re Nettuno, in SpongeBob il film, poi nel 2016 con il pitone Kaa nel live-action dell’omonimo Classico Disney Il libro della giungla e con l’istrice cantante Ash nel film d’animazione Sing. Inoltre diventa un personaggio dei Looney Tunes: Starlett Johansson.

2. Scarlett in Gomorra

scarlett johansson gomorra

Nel 2008 Scarlett Johansson compare in un filmato d’archivio nel film Gomorra, ispirato al romanzo omonimo di Roberto Saviano. Seguendo il libro, avremmo dovuto assistere a un cameo di Angelina Jolie ma, non avendo ottenuto il permesso dagli Oscar per utilizzare il video di quest’ultima sul red carpet, è stato utilizzato quello della Johansonn al Festival del Cinema di Venezia del 2006.

3. Scarlett modella

scarlett johansson

Posa per Dolce & Gabbana e gira anche vari spot; in particolare ricordiamo la clip Street of Dreams, diretta da Martin Scorsese, per le fragranze The One e The One for Men accanto a Matthew McConaughey.

4. Scarlett milionaria

scarlett johansson

Guadagnando 40,5 milioni di $, Scarlett Johansson è nominata attrice più ricca dell’anno dalla rivista Forbes nel 2018.

5. Film Preferito

Scarlett Johansson

Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato di Mel Stuart del 1971 è il film preferito di Scarlett Johansson.

6. Scarlett narcisista

scarlett johansson

Neanche Scarlett riesce a resistere al suo fascino: soffermandosi a guardare se stessa in un cartellone pubblicitario per il film The Island, si è distratta talmente tanto da rischiare un incidente in auto.

7. Attivismo e politica

scarlett johansson

Partecipando anche alla realizzazione del video musicale di propaganda Yes We Can con altri artisti internazionali, si schiera a sostegno dell’allora candidato democratico Barack Obama. Molto attiva a livello umanitario, è stata anche la ragazza copertina di The Beauty Book for Brain Cancer, edizione illustrata con le foto di diverse celebrità, musicisti e modelli, che ha donato il 100% del ricavato al Sydney Neuro-Oncology Group (SNOG). Tuttavia, non interagisce col pubblico tramite social network, non essendone iscritta.

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami