Come ogni lunedì arriva la rubrica ritratto di un attore. Protagonista di oggi è un personaggio rimasto a lungo nell’ombra, ma che in questi ultimi anni sta ottenendo un successo sempre maggiore.

CillianMurphySto parlando di Cillian Murphy, attore irlandese, conosciuto da molti come lo Spaventapasseri di Batman e, da altri, come il grande Thomas Shelby.

Incredibilmente riservato, parla malvolentieri della sua vita privata e si tiene lontano dai riflettori. Partecipa raramente ai talk show e non si presta facilmente ai classici convenevoli televisivi. È un tipo old-fashioned, come suole definirsi, che ama fare il suo lavoro e farlo con passione, passare il tempo con la famiglia e promuovere campagne di beneficenza a livello locale, nella sua terra d’origine. Un uomo che potremmo definire comune. Eppure Cillian Murphy sembra non aver bisogno di comportarsi da grande star per essere notato e per essere, senza ombra di dubbio, un grandissimo attore.

I primi anni e la passione per la musica

L’attore nasce il 25 maggio 1976 a Douglas, cittadina irlandese della contea di Cork. La madre è un’insegnante di francese e il padre è un ispettore scolastico. Riceve una solida educazione al Presentatio Brother College dove inizia già a interessarsi al teatro e a partecipare a piccole recite scolastiche. Finito il college si iscrive a giurisprudenza per diventare avvocato, ma abbandona gli studi dopo un anno. Contemporaneamente,CillianMurphy  continua a coltivare la sua prima vera passione, la musica. Fin da piccolo scrive testi di canzoni e impara a suonare la chitarra e il basso e, a 19 anni, mette su una band, The Sons of Mr Green Genes, che prende il nome da un brano del 1969 di Frank Zappa, suo grandissimo idolo. La loro musica, anche a detta dell’attore stesso, non voleva rientrare in una categoria predefinita, era un misto di funk, rock e hip hop, con una forte base jazz, “il modo più diretto per esprimersi solo attraverso la musica e gli strumenti”. Alla band viene offerto un contratto discografico per 5 album, ma Cillian rifiuta. Il gruppo si scioglie qualche anno dopo, ma la musica non passerà mai in secondo piano nella vita dell’attore.

Basta guardare due o tre interviste di Murphy per rendersi conto che, come già detto, è una persona riservata, non parla della su vita né di se stesso. Ma quando si tratta di musica, Cillian fa un’eccezione e racconta dei suoi artisti preferiti, dei concerti che ha visto, degli idoli che ha poi avuto occasione di conoscere. Il 26 gennaio ha partecipato a una trasmissione di BBC music, dove ha avuto modo di parlare della sua ossessione per gli U2 e per il brano She’s a mistery to me, scritta da Bono per Roy Orbison. Per chi fosse curioso, l’attore ha anche preparato una playlist con i suoi brani e artisti preferiti che, se volte, potete trovare qui (e fidatevi, merita!):

BBC music: Cillian Murphy’s Playlist

I primi ruoli importanti e lo sbarco sul grande schermo

La carriera di Cillian Murphy inizia relativamente tardi rispetto agli standard, a 25 anni, con On the Edge e, soprattutto, con Disco Pigs che lo rendono noto al pubblico irlandese. Nel film di Kirsten Sheridan, su richiesta della regista, Cillian presta la sua voce per i titoli di coda, cantando una bellissima So New.

Grazie a questa pellicola, la bravura di Cillian viene notata dal grandioso regista Danny Boyle (Trainspotting, giusto per citare un suo film). Viene scritturato per 28 giorni dopo, film del 2002, incredibilmente disturbante, che unisce fantascienza e horror. La Terra è stata infettata da un virus mortale che, in soli 28 giorni, si diffonde rapidamente e colpisce tutti gli abitanti del pianeta. Murphy, nei panni di Jim, si risveglia da un coma in un ospedale deserto e, con un camice verde addosso, comincia ad aggirarsi per la città, che sembra disabitata. Crede di essere rimasto l’unico uomo sulla faccia della Terra, fino a quando non si imbatte in coloro che prima erano essere umani e che, dopo il contagio, sono diventati terribili creature assetate di sangue.

28-giorni-dopo

Cillian reciterà nuovamente sotto la regia di Danny Boyle nel 2007 con Sunshine, altro film dallo stampo fantascientifico che vede la terra alle prese con la minaccia di un congelamento globale.

A questo punto la carriera di Murphy è in discesa

Poco dopo, infatti, Christopher Nolan gli affida il ruolo dello Spaventapasseri in Batman Begins, 2005. Inizialmente, Murphy si era presentato per la parte del cavaliere oscuro, ma il ruolo venne poi affidato a Christian Bale, effettivamente più adatto al personaggio. Nolan rimase, però, totalmente affascinato dalla sua bravura attoriale e, soprattutto, dai suoi occhi, che trovò molto adatti alla parte.

scarecrow

Altro regista soggetto al fascino degli occhi di Murphy, così tanto chiari da sembrare vitrei, è stato Wes Craven, maestro dell’orrore per eccellenza. Inizialmente, il regista, pur avendo ben presente l’attore, non aveva considerato Cillian Murphy come un possibile candidato per la parte di Jackson Rippner, protagonista di Red Eye, film del 2005.  Fu solo dopo averlo incontrato che non ebbe più dubbi. “La prima cosa che vidi furono i suoi giganteschi occhi blu, di una sfumatura mai vista prima. Era estremamente affascinante e, parlando con lui, mi accorsi di come potessi intravedere delle somiglianze con il personaggio di Jackson. Così pensai ‘al diavolo! Sarebbe credibile!“. La scelta si rivelò, infatti, perfetta. Murphy riesce a mettere in scena un personaggio che fa venire i brividi e che contribuisce a rendere il thriller ancor più inquietante e angoscioso. Rachel McAdams, sua collega sul set, dice: “Quando recitava nell’aria si sentiva davvero un senso di pericolo. E i suoi occhi! Erano molto ipnotici, in un modo inquietante, spaventoso, e, allo stesso tempo, incredibilmente affascinante”.

A proposito di questo ruolo l’attore ha scherzato: “Non so se in futuro qualcuno si vorrà sedere vicino a me, in aereo”.

BreakfastOnPlutoIl 2005 è anche l’anno di Breakfast On Pluto. Se mi chiedessero di scegliere il mio film preferito interpretato da Cillian Murphy non avrei dubbi. Ironico, divertente, ma anche incredibilmente duro, il film è ambientato negli anni ’70, in un’Irlanda occupata dagli inglesi e rivendicata dall’IRA. Cillian è Patrick Brady, nato dalla relazione clandestina tra un prete cattolico (Liam Neeson) e la sua governante. Abbandonato dalla madre, fuggita a Londra, e affidato dal padre alla tabaccaia del paese, Patrick rivela sin da ragazzino una sensibilità femminile, che si traduce in travestimenti, amore per trucco, tacchi alti e vestiti appariscenti. Dopo la morte violenta di un amico militante nell’IRA, Patrick cambia nome in Kitten (gattina) e parte alla volta di Londra per ritrovare sua madre. Attraverso le sue fantasie e stravaganti avventure, nelle quali diviene groupie di un gruppo folk, assistente di un illusionista, agente segreto, Kitten Breakfast-on-Plutoracconta il conflitto anglo-inglese, che ha sconvolto per anni l’Irlanda . Cillian Murphy fa un lavoro egregio, dando vita a un personaggio di una dolcezza infinita che non può non far innamorare. Inoltre, non scivola mai nel cliché e conferisce a Kitten una grande profondità umana, donandole quell’ingenuità che fanno di lei una figura indimenticabile. L’attore stesso si affezionò moltissimo al personaggio: ”mi sono innamorato di lei, ogni tanto le do un’occhiata, per vedere se è tutto apposto”.

Una piccola curiosità: nel film Cillian Murphy duetta con Gavin Friday, fondatore del gruppo irlandese Virgin Prunes, col brano Sand.

Tutti lo vogliono

Nel 2006 è lo stesso Ken Loach a volerlo per Il vento che accarezza l’erba, vincitore della Palma d’Oro a Cannes. Altro film ambientato in Irlanda, stavolta durante la guerra di indipendenza irlandese (1919-1921) e la guerra civile, scaturitane subito dopo. Primo a pari merito con Breakfast on Pluto nella lista dei suoi migliori film. Fino a poco tempo fa si trovava anche su Netflix, ma poi, tanto per cambiare, la piattaforma ha deciso bene di eliminare uno dei suoi pochi film decenti.

Nel 2008 torna a recitare per Nolan, con Il cavaliere oscuro e collaborerà con il regista altre tre volte: con Il cavaliere oscuro – il ritorno, Inception, film magnifico che non ha certo bisogno di presentazioni, e con Dunkirk, uscito nel 2017 e molto acclamato.

Altri due film che meritano di essere citati sono, senza dubbio, Red LightsAnthropoid. Nel primo Murphy recita al fianco di attori del calibro di Robert De Niro e Sigourney Weaver, in un thriller psicologico che porta gli spettatori alle soglie del paranormale.

RedLightsAnthropoid, film del 2016, è ambientato durante l’occupazione nazista in Europa, nel dicembre del 1941. Cillian e il collega e amico Jamie Dornan interpretano due agenti speciali del Governo cecoslovacco, addestrati dalla Special Operations Executive inglese, incaricati di mettere in atto l'”Operazione Anthropoid“, ovvero l’assassinio di Reinhard Heydrich, uno dei principali responsabili dell’Olocausto.

Il 2013 e il fenomeno Peaky Blinders

Nonostante la sua lunga carriera e i suoi tanti ruoli diversi, è a partire dal 2013 che Cillian Murphy ottiene il suo più grande successo. Il merito è di Peaky Blinders, la serie che è riuscita a conquistare i telespettatori dal primo minuto e che continua a sorprendere, senza mai una delusione, senza mai un passo falso. Serie televisiva di Steve Knight, ormai alla sua quarta stagione e rinnovata per la quinta, è ambientata dopo la prima guerra mondiale, nella città di Birmingham. Protagonista è la famiglia Shelby, guidata da Tommy Shelby (Cillian Murphy per l’appunto), che cerca di farsi largo con attività illegali e scontri con famiglie criminali. Oltre a vantare attori eccelsi e una regia altrettanto superba, il merito a mio parere più grande va alla colonna sonora. La sigla è nientemeno che Red Right Hand di Nick Cave e gli altri artisti presenti sono, giusto per citarne alcuni, Arctic Monkeys, PJ Harvey, David Bowie, Leonard Cohen, Iggy Pop, White Stripes, Radiohead.

Soundtrack Peaky Blinders

Se non avete mai avuto modo di vederla, anche se mi sembra difficile, non vi resta che correre a casa, mettervi comodi ed entrare anche voi nella spirale Peaky Blinders.

PeakyBlinders

Per concludere, qualche curiosità su questo attore tanto misterioso

1. Cillian Murphy e Kubrik

Se aveva sempre dimostrato una certa passione per la recitazione, è stato dopo aver visto Arancia Meccanica di Stanley Kubrik che Murphy ha deciso di intraprendere la carriera d’attore.

2. Liam Neeson: modello di riferimento e “padre cinematografico”

Oltre a essere un grandissimo attore, Liam Neeson è onnipresente in ogni film irlandese. Per Cillian Murphy è stato inevitabile confrontarsi con lui. Ha anche avuto modo di recitare al suo fianco sia in Breakfast on Pluto, proprio agli inizi della sua carriera, sia in seguito con Batman Begins Il cavaliere oscuro – Il ritorno.

3. Vegetariano

Cillian è stato vegetariano per moltissimi anni e ha ricominciato a mangiare carne per il suo ruolo di Tommy Shelby in Peaky Blinders, per mettere su massa muscolare.

4. L’Italia, una delle sue mete preferite

In più di un’intervista l’attore si è detto estremamente affascinato dall’Italia e, in particolare, da Roma.

5. Cillian Murphy e i meme

Cillian non è presente su nessun social, sa poco o niente di Twitter, Instagram e Facebook, ma è divenuto lui stesso un meme. Se guardate le sue interviste, un aspetto che le caratterizza è l’espressione estremamente seria e le braccia incrociate. I fan hanno subito cominciato a far circolare i “Disappointed Cillian Murphy Meme“. Vedi dal minuto 3:24 cosa ne pensa l’attore:

6. L’incontro con David Bowie

Cillian Murphy ha rivelato che David Bowie era un grandissimo fan della serie Peaky Blinders. “È stato incredibilmente importante per me negli anni della mia adolescenza e ho avuto il privilegio di incontrarlo perché amava lo show. Gli ho regalato i cappelli che ho usato per le riprese e ha amato moltissimo il dono“.

7. Possibile futuro da 007?

Secondo i bookmakers inglesi Cillian Murphy potrebbe essere un papabile James Bond. Ovviamente ancora niente è sicuro, ma l’attore sarebbe sicuramente un’ottima scelta. Volete sapere perché? Andate a leggere il nostro articolo: Cillian Murphy il nuovo James Bond?

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami