Lego Batman DC Super Heroes Unite (2013)

0

Non nascondiamolo, siamo tutti appassionati di quei personaggi gialli

Probabilmente, sono i stati i primi “esserini” di quel colore ad entrare nel cuore degli spettatori, seguiti poi dagli amatissimi Minions. E quando i Lego si mettono la maschera, o i costumi, di alcune icone cinematografiche, non possiamo non ammirarne lo sforzo. Avevo già parlato di Lego Batman. Il film del 2017, un piccolo gioiello di pura ironia, così mi sono voluta avventurare nella visione del primo della serie, “Lego Batman“. Non voglio fare paragoni tra i due film perché sarebbe chiaramente a svantaggio della pellicola più datata, sia dal punto di vista tecnologico che grafico, e forse cominciando da questo non sarei stata invogliata a guardare il successivo. Fin dall’inizio è chiaro che è un cartone chiaramente dedicato ai più piccoli, con disegni più “rotondi”, meno dialoghi e con un linguaggio più semplice.

Lego Batman: la trama

Quando Bruce Wayne riceve il premio come Uomo dell’anno, Lex Luthor, anche lui in competizione per il medesimo premio, non la prende bene. Ispirato dalla fantasia e dall’audacia di Joker nell’attaccare, insieme a Due Facce, L’Enigmista e Catwoman, proprio durante la premiazione Lex progetta un piano: si candiderà per diventare presidente, sfruttando la paura degli elettori causata dal pagliaccio e dai suoi “colleghi”. Dopo aver creato un potente raggio laser, Lex disarma Batman distruggendo tutta la sua tecnologia, costringendo il nostro eroe mascherato, con a fianco il fedele Robin, a dover chiedere aiuto al suo odiato amico Superman e a tutta la Justice League.

L’ironia non manca neanche in Lego: Batman. E’ un punto fisso delle serie Lego, ma a volte non basta

C’è molta comicità, battute autoironiche, ma risulta a tratti anche noioso e la grafica riporta chiaramente al gioco a cui il film è ispirato, “Lego Batman 2 DC Super Heroes”. Una grafica squadrata, con colori forti ma non armoniosi e “scenografie” piuttosto vuote. Resta comunque il fatto che regala diversi momenti di allegria, soprattutto quando il nostro Batman si trova accanto Superman, con cui ha sempre un “duello” verbale su chi ha fatto meglio, su chi ha salvato più vite o sconfitto più criminali; ma anche quando viene mostrato il rapporto di collaborazione tra i due cattivacci di turno, Luthor e Joker.

Senza troppe pretese, è un film che consiglio: vi farà passare 70 minuti in allegria.

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami