Angelina Jolie

Angelina Jolie, ritratto di un’attrice

Angelina Jolie si è recata in Ucraina, in quanto ambasciatrice dell' UNHCR, andando a trovare i bambini ammalati in ospedale, mostrando grande coraggio. Ripercorriamo insieme la sua carriera

Naviga tra i contenuti

Angelina Jolie, un’infanzia difficile

Angelina Jolie Voight nasce a Los Angeles, California, il 4 giugno 1975. I suoi genitori sono attori: il padre Jon Voight è stato candidato all’Oscar e lo vincerà tre anni dopo per Tornando a Casa di Hal Ashby, mentre la madre Marcheline Bertrand ha studiato con Lee Strasberg all‘Actors Studio ed è apparsa in alcuni film, senza tuttavia riscuotere un grande successo. In più di un’intervista Angelina Jolie ha affermato di essersi ispirata a sua madre per scegliere di recitare in quanto quest’ultima aveva dovuto abbandonare la carriera artistica per prendersi cura di lei e del fratello James dopo la separazione da Jon Voight, avvenuta solo un anno dopo la nascita della piccola.

Angelina Jolie
Nelle due foto Jon Voight con la figlia Angelina Jolie e con l’ex moglie. Che somiglianza tra madre e figlia!

Dopo aver partecipato a soli sette anni a Cercando di uscire di Hal Ashby, a undici anni entra al Lee Strasberg Theatre and Film Institute, prestigiosa scuola di recitazione di New York, grazie alla quale si fa notare in diverse produzioni. Per il liceo torna in California alla Beverly Hills High School, ma il trasferimento è traumatico per lei. Nei primi anni dell’adolescenza il fisico esile, gli occhiali e l’apparecchio ai denti la rendono un bersaglio dei bulli e la fragile Angelina attraversa una fase ‘dark’ durante la quale si veste solo di nero e si tinge di viola i capelli. Il suo disagio la spinge perfino ad atti di autolesionismo, come il tagliarsi con alcuni coltelli da collezione.

Primi ruoli e il premio Oscar

Passa qualche anno e, come nelle favole, il brutto anatroccolo sboccia in un cigno. Occhi azzurri, zigomi alti e un corpo magro, con un’aria esotica tutta particolare, le aprono le porte del mondo della moda. A quindici anni inizia a viaggiare come modella e questo lavoro le permette di andare in Europa, dove viene notata da alcuni registi di videoclip musicali, sempre più importanti per le case discografiche.  Compare in quelli di Meat Loaf (Rock & Roll Dreams Come Through), Lenny Kravitz (Stand by My Woman), The Lemonheads (It’s About Time) e Antonello Venditti (Alta marea). In Italia Stefano Salvati, che l’aveva diretta nel video di Venditti la convince a fare un provino per il film musicale Jolly Blu con le canzoni degli 883, ma viene scartata perchè giudicata troppo sexy; al suo posto viene ingaggiata la showgirl Alessia Merz, non certo un’educanda, nota al pubblico italiano appassionato di gossip.

Nel frattempo muove i primi passi nel cinema americano, apparendo nel fantascientifico Cyborg 2 (1993) e soprattutto in Hackers (1995), un insuccesso all’epoca ma poi diventato un film di culto. Sul set del film conosce Johnny Lee Miller, che diventa il suo primo marito.

Nel 1997 recita nel film televisivo George Wallace, sulla vita del governatore dell’Alabama George Wallace, interpretando il ruolo della seconda moglie Cornelia, che la porta a vincere un Golden Globe. L’anno successivo, sempre in una produzione televisiva, vince il suo secondo Golden Globe per Gia – Una donna oltre ogni limite nel controverso ruolo della modella Gia Carangi, morta di AIDS a soli 26 anni; per la stessa parte vince anche un Screen Actors Guild Award.

Ormai affermata in tv, è il cinema la sua strada. Nel 1999 Mike Newell  la vuole per Falso tracciato, dove interpreta la moglie di Billy Bob Thornton (i due si sposano davvero, il loro matrimonio dura fino al 2003) e subito dopo è la recluta Amelia Donaghy accanto a Denzel Washington nel thriller Il collezionista di ossa tratto dal romanzo di Jeffery Deaver. Sempre nel 1999 il terzo film dell’anno è Ragazze interrotte di James Mangold, incentrato sul disagio psichico. Il suo personaggio sembra fatto su misura per lei: Liza Rowe, instabile, manipolatrice e sociopatica, che stringe amicizia con la depressa cronica Winona Ryder, protagonista del film.

Candidata all’Oscar come migliore attrice non protagonista Angelina Jolie vince e, sul palco, dichiara il proprio amore verso il fratello in modo così colorito da far sospettare alla stampa più malevola una relazione incestuosa fra i due. Dopo il premio la sua carriera decolla e viene ingaggiata come partner di Nicholas Cage nel film d’azione Fuori in 60 secondi, per poi impersonare l’archeologa Lara Croft nei due film tratti dalla saga videoludica di Tomb Raider.

Angelina Jolie
Angelina Jolie è Lara Croft.

 

 

Conoscevi tutte le sfumature e i segreti di Angelina Jolie? Cosa pensi di lei? Commenta l'articolo, siamo sempre curiosi di confrontarci coi nostri utenti.

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI
0