Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
lidia poët serie tv

Lidia Poët: arriva la serie con Matilda De Angelis

A Torino sono iniziate le riprese di Lidia Poët, nuova serie italiana targata Netflix con protagonista Matilda De Angelis

Hai la passione per il cinema? Vorresti parlarne all’infinito ma i tuoi amici non ne possono più? Desideri vedere film in anteprima o incontrare attori e registi? Allora hai bisogno di noi!

Tante serie tv italiane in arrivo su Netflix a partire dal prossimo anno, questo è quanto annunciato dalla piattaforma streaming venerdì 17 settembre. Tra le serie in produzione, oltre a Tutto chiede salvezza, Nemesis e Briganti, c’è anche Lidia Poët, prodotta da Groenlandia e diretta da Letizia Lamartire (Il divin codino) e Matteo Rovere, anche produttore di enormi successi di critica e botteghino come L’incredibile storia dell’isola delle rose, Il primo re e Il cattivo poeta.

Nonostante non sia ancora ufficiale, il ruolo della protagonista dovrebbe essere affidato a Matilda De Angelis, attrice giovanissima e molto promettente che abbiamo visto di recente sia in L’isola delle rose, sia nella serie The Undoing, al fianco di Nicole Kidman e Hugh Grant. Sul resto del cast non sappiamo niente, ma attualmente la Film Commission Torino sta cercando alcune comparse, come specificato nel bando:

“Per la serie Lidia si cercano comparse tra i 18 e i 75 anni, a Torino e provincia e, per alcune scene che si gireranno a metà ottobre, anche ad Asti e dintorni. Trattandosi di serie in costume ambientata a fine ‘800, gli uomini non devono avere i capelli rasati o il doppio taglio, ed è preferibile che abbiano la barba o i baffi. Le donne non devono avere meches o colori dei capelli troppo moderni ed è preferibile che abbiano capelli medio-lunghi. Non devono esserci tatuaggi. La selezione potrebbe implicare eventuali tagli o modifiche di capelli di barba”.

Le riprese sono già iniziate, per adesso in zona Palazzo dei Supremi magistrati di via Corte d’Appello, storica sede del potere giudiziario e fiscale dello Stato Sabaudo.

La trama di Lidia Poët

lidia poet Protagonista della serie sarà Lidia Poët, la prima avvocata d’Italia nata a Perrero, in provincia di Torino, nel 1855. Una figura molto interessante, una vita altrettanto particolare; si pensa che la serie inizierà da una famosa sentenza della Corte d’Appello di Torino del 1883 che vietava a qualsiasi donna di esercitare come avvocato. Il perché? “L’avvocheria è un ufficio esercitabile soltanto da maschi e nel quale non devono immischiarsi le femmine. Sarebbe disdicevole veder le donne discendere nella forense palestra accalorandosi in discussioni che facilmente […] potrebbero esser tratte oltre ai limiti che al sesso più gentile si conviene osservare“.

Fu per colpa di questa sentenza che venne annullata l’iscrizione alla professione forense di Lidia Poët e di tante altre donne. Ma fu anche merito di questa sentenza, quanto più retrograda, che iniziò una battaglia contro la discriminazione tra sessi conclusasi poi con un successo nel 1919 con l’introduzione della legge Sacchi, che consentiva l’ingresso delle donne in molti settori della società; così, nel 1920, la domanda d’iscrizione all’Albo di Lidia Poet fu finalmente accettata, restituendo alla donna quel ruolo di avvocata che le era stato negato per 37 anni.

Potrebbe interessarti...

Speciale

Black Friday: le migliori Steelbook in offerta speciale su Amazon

Agente 007 - Licenza di uccidere

Agente Speciale 117 Allerta rossa in Africa Nera: le prime clip in italiano

Il buco

Il buco, trailer e data d’uscita del Premio Speciale della Giura di Venezia

Speciale

Smetto quando voglio: la saga completa a un prezzo speciale

Speciale

Downton Abbey: cofanetto in offerta speciale

Ti incuriosisce questa serie?
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0