Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

La Disney sta pensando a una nuova versione del Giro di vite di Henry James

Amanti dell’horror e della buona letteratura, lettori e spettatori alla costante ricerca del brivido, questa notizia è per voi

Il recente successo di Netflix con Hill House di Mike Flanagan (leggi la nostra recensione: The Haunting of Hill House), serie basata su L’incubo di Hill House, romanzo di Shirley Jackson, spinge la rivale Disney/ABC a rispolverare un altro classico dell’orrore.

The turn of the screw, ovvero Il giro di vite, è uno dei romanzi gotici più noti e veramente paurosi.

La protagonista, ricordiamo, è una governante che deve accudire due bambini in una casa isolata della campagna inglese. Alla fine si convince che siano posseduti dalle anime di due dannati. La povera governante ne è convinta, ma al lettore vengono dati gli indizi più contrastanti che possono far pensare, sia che la governate abbia ragione, sia che non si tratti che di una povera pazza.

La grandezza del racconto sta proprio qui, nel confondere continuamente il lettore e tenere sempre a livello massimo la tensione. Chi l’ha letto sa cosa intendo; a chi non l’ha letto posso assicurare che mi viene la pelle d’oca mentre sto scrivendo.

Inutile dire che il cinema ha già attinto a piene mani dal romanzo di Henry James e, fra versioni radiofoniche, cinematografiche, adattamenti televisivi e film liberamente ispirati alla novella, come il bellissimo The Others di Alejandro Amenábar, con una stupenda Nicole Kidman, si perde il conto.

L’intenzione della Disney/ABC è quella di attualizzare il romanzo, pubblicato nel 1898, e portarlo ai giorni nostri

Sarà ambientato a Bainbridge Island, città dello stato di Washington, stesso stato di Twin Peaks, quindi, e la governante sarà una ragazza di origine messicana, che dovrà badare ai bambini nella casa estiva di un giovane vedovo. E già cominciamo a rabbrividire. E stavolta non di terrore. Perché, con tutto il bene che si vuole alla Disney che, tutto sommato, ha accompagnato generazioni e generazioni di bambini con cartoni animati magnifici, è nota anche per come riesca a massacrare le storie originali per piegarle alle proprie esigenze.

Ancora non si conosce il cast, che già potrebbe darci qualche indicazione su cosa ne potrebbe venir fuori. Neppure si sa quando inizieranno le riprese, non ci resta che incrociare le dita e sperare.

Potrebbe interessarti...

Ballad of a White Cow

Ballad of a White Cow, in corsa alla 71° edizione della Berlinale 2021

Speciale

Saturn Awards 2021, tutte le nomination

We Own This City

We Own This City: la nuova serie degli autori di The Wire per la HBO

Lupin

Lupin – Il teaser del finale di stagione

WandaVision

WandaVision: la conoscenza è potere

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0