Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

I più grossi rischi di Hollywood: 23 film rischiosi degli ultimi 15 anni

Hollywood nel corso degli anni ha corso diversi rischi nella scelta dei film da produrre, vediamo insieme i 23 film più rischiosi degli ultimi 15 anni

Negli ultimi dieci anni gli studi di Hollywood sono diventati così dipendenti dai film tratti dai fumetti, che può sembrare un piccolo miracolo ogni volta che uno studio importante rompe gli schemi.

Che si tratti di “Crazy Rich Asians” che dimostra che non c’è motivo di temere il genere della commedia romantica o gli studi cinematografici che consentono ad autori come Darren Aronofsky e Denis Villeneuve di vedere attraverso le loro visioni polarizzanti, i film più audaci degli studi di Hollywood sono spesso tra i migliori.

Anche i film in franchising più rischiosi superano il branco di sequel monotoni (vedi “Blade Runner 2049” di Villeneuve).

Mentre Hollywood è sempre in pericolo di perdere il suo ritmo creativo a favore dei film di supereroi e dei franchise, i 23 film seguenti dimostrano che l’assunzione di rischi da parte dello studio non è ancora morta.

Ad Astra (2019)

Aggiungi l’ epico film spaziale diretto da James GrayAd Astra” all’elenco dei progetti di fantascienza in studio guidati dagli autori che sono rimasti delusi al botteghino nonostante gli elogi della critica (vedi “Blade Runner 2049” e “Annihilation” di seguito).

Il perchè è chiaro: i film di fantascienza che evitano lo spettacolo guidato dall’azione sono rischiosi, non importa quanto grande sia una star di serie A in primo piano e al centro.

Ad Astra” interpretato da Brad Pitt è stato più “Solaris” di George Clooney che “Gravity” di George Clooney, grazie al suo tono pacato e riflessivo.

Mentre Gray flirtava con un set d’azione (vedi l’inseguimento dei pirati della luna), gran parte del film frappone le visuali strabilianti del cosmo con l’intima resa emotiva del personaggio di Pitt. È uno studio del personaggio sommesso proiettato sulla portata di una vasta saga spaziale.

Hollywood, i 23 film più rischiosi degli ultimi 15 anni

The Greatest Showman (2017)

Un musical originale che è anche un film biografico sul fondatore di Barnum & Bailey Circus, P. T. Barnum. Sarebbe stato un rischio in qualsiasi anno, figuriamoci nel 2017. La maggior parte dei musical ambientati nei principali studi negli ultimi dieci anni sono stati adattamenti di film di Broadway o remake Disney live-action, quindi è stata una scommessa per la 20th Century Fox per produrre l’originale “The Greatest Showman” con un budget di produzione di appena 80 milioni di dollari.

Hollywood, i 23 film più rischiosi degli ultimi 15 anni

Con le canzoni orecchiabili dei vincitori dell’Oscar “La La LandBenj Pasek e Justin Paul, oltre al potere delle star per gentile concessione di Hugh Jackman.

The Greatest Showman” è uscito a dicembre 2017 e ha dimostrato di avere un’enorme capacità di resistenza al botteghino, incassando 21 volte nel suo weekend di apertura al lordo di 435 milioni di dollari in tutto il mondo.

Joker (2019)

Fare un film basandosi sui fumetti è forse la cosa meno rischiosa che uno studio possa fare in quest’ultimo periodo. Anche con una valutazione R, film come “Logan” e “Deadpool” non rappresentavano tanto rischi per quanto erano esplicite inclinazioni su un genere cinematografico affidabile.

Joker con Joaquin Phoenix

Ma al di fuori de “Il cavaliere oscuro“, il film a fumetti più rischioso del secolo è “Joker” di Todd Phillips con protagonista Joaquin Phoenix, che spoglia il genere di tutte le sue scenografie VFX e della narrazione orientata all’azione.

Joker” è più uno studio sui personaggi di “Taxi Driver” classificato come R che un film sui supereroi, ma ha comunque incassato oltre 1 miliardo di dollari in tutto il mondo per diventare il R- film miglior classificato di tutti i tempi e il film a fumetti più redditizio della storia (più 11 nomination agli Oscar e vittorie come miglior attore e miglior colonna sonora originale).

Il successo di “Joker” suggerisce che qualsiasi uscita cinematografica rischiosa può essere venduta alle masse se confezionata e venduta attraverso l’obiettivo di un fumetto.

“Soul” (2020)

Forse il successo mondiale di 858 milioni di dollari di “Inside Out” ha reso “Soul” di Pete Docter meno rischioso, ma non con un ampio margine. “Soul”, con le sue riflessioni esistenziali sullo scopo della vita, sembra il film della Pixar rivolto più direttamente agli adulti.

Hollywood, i 23 film più rischiosi degli ultimi 15 anni, Soul della Pixar

Al di fuori di una stravagante sottotrama in cui si scambia il corpo, non c’è quasi nulla in “Soul” che sembri progettato per il divertimento dei bambini.

Soul” è il balzo più audace che la Pixar abbia mai fatto in termini di narrazione, e il fatto che si sia impegnata in tale assunzione di rischi dopo tre decenni dimostra perché è uno degli studi più importanti che operano a Hollywood.

La pandemia ha spostato l’uscita del film dalle sale allo streaming (tramite Disney+), quindi non sapremo mai quanti soldi avrebbe guadagnato “Soul” in sala. Indipendentemente da ciò, il suo oggetto lo rende il più grande rischio della Pixar fino ad oggi.

“Billy Lynn- Un giorno da eroe” (2016)

Un disastro al botteghino in qualunque modo lo prendi ($ 30 milioni in tutto il mondo, su un budget di produzione di $ 40 milioni), il dramma di guerra di Ang Lee del 2016 “Billy Lynn’s Long Halftime Walk” è stato un enorme rischio tecnico che ha dimostrato che gli espositori e gli spettatori non sono pronti ad accettare -frame-rate filmati girati a 120 fotogrammi al secondo.

Billy Lynn- Un giorno da eroe

Sony ha investito un sacco di soldi nell’esperimento e ha provato di nuovo a realizzare 120 fotogrammi al secondo con il film d’azione di Lee del 2019 “Gemini Man“, ma si è trasformato nel secondo flop al botteghino consecutivo di Lee.

Non c’è da stupirsi che altri studi non abbiano toccato il cinema con un frame rate così elevato. È troppo rischioso.

“Annihilation “(2018)

Annihilation” di Alex Garland si è meritatamente guadagnato un paragone con Stanley Kubrick e Tarkovsky, il che rende ancora più sorprendente che Paramount lo abbia rilasciato nel 2018.

Il terzo atto trascendente del film, in particolare, è uno dei registi cinematografici più rischiosi del 21 ° secolo.

Annihilation su Netflix

Il film è stato una tale scommessa che Paramount ha venduto i diritti internazionali a Netflix, temendo che il pubblico generale non sarebbe stato in grado di comprendere una trama così intricata. Gli spettatori che l’hanno cercato nei cinema hanno avuto modo di sperimentare un nuovo classico di fantascienza.

“Arrival “(2016)

Arrival” di Denis Villeneuve potrebbe essere basato su un racconto breve, ma agli occhi di Hollywood era un film di fantascienza originale, il tipo del quale gli studi raramente rischiano in questi giorni.

Villeneuve si avvicina a una storia di invasione aliena senza fare troppo affidamento sui ritmi tipici d’azione in studio. In collaborazione con Amy Adams, crea uno studio psicologico della mente umana che ricorda “Inception” e “Memento” di Christopher Nolan, solo con un tocco un po’ più umano.

“Children of Men” (2006)

Children of Men” di Alfonso Cuarón non è stato un successo al botteghino per la Universal, ma lo studio merita un elogio per aver concesso al regista di realizzare la sua visione con un budget considerevole di 70 milioni di dollari.

Il film ha elementi di genere accessibile, ma Cuarón si rifiuta di interpretare il gioco cinematografico tradizionale.

I Figli degli Uomini con protagonista Clive Owen

Le sue scene d’azione saltano la copertura noiosa per un approccio più soggettivo e stimolante grazie alle lunghe riprese coinvolgenti di Alfonso Cuaron, mentre la sua narrazione crea un mistero non come una scatola di puzzle a cui rispondere, ma come un modo per auto-analizzare dove sta andando la nostra società.

“Blade Runner 2049” (2017)

In un’epoca in cui i film di successo sono caratterizzati da trame al minuto e un montaggio troppo energico, Denis Villeneuve ha rallentato le cose in modo drammatico con “Blade Runner 2049“.

Il film si sposa con le sue immagini evocative (tutti acclamano Roger Deakins, che ha vinto il suo primo Oscar per la migliore fotografia atteso da tempo grazie a questo sequel) e il sound design coinvolgente, disegnando la sua trama relativamente semplice attraverso 163 minuti di pura atmosfera. “Blade Runner 2049” è il film epico di successo come pezzo d’atmosfera d’essai.

“Crazy Rich Asians” (2018)

Crazy Rich Asians” è stato basato su un romanzo bestseller, ma la Warner Bros, ha affrontato una dura battaglia per trasformare il film in un successo.

Hollywood, i 23 film più rischiosi degli ultimi 15 anni

Non solo il film in studio è stato il primo a presentare un cast tutto asiatico dai tempi di “The Joy Luck Club” nel 1993, ma era anche una commedia romantica in piena regola, che era stato un tale veleno al botteghino alla fine degli anni smesso di produrli.

Erano finiti i giorni in cui gli studi producevano commedie romantiche come “The Proposal” o “The Break-Up“. Eppure, “Crazy Rich Asians” non ha solo soddisfatto le aspettative, ma le ha frantumate come la seconda versione più redditizia della Warner Bros. del 2018.

“Il Cavaliere Oscuro” (2008)

Definire “Il cavaliere oscuro” di Christopher Nolan un “punto di svolta” non è una novità, ma non dimenticare quale scommessa Warner Bros ha assunto realizzando il progetto.

Nolan aveva realizzato il suo approccio radicato al genere in “Batman Begins“, ma ha elevato le cose immaginando il film sui supereroi come una vasta saga criminale per adulti.

Il cavaliere oscuro Con Eath Ledger

The Dark Knight è più “Heat” di “Spider-Man” di Sam Raimi. Il film non era certo un rischio finanziario, dato che le persone avrebbero sempre pagato per vedere un film di Batman (specialmente un sequel del ben recensito “Batman Begins“), ma la Warner Bros ha fatto un salto nel buio confidando nella rischiosa visione creativa di Nolan.

Il successo del sequel di Nolan ha dimostrato che il pubblico era ansioso di abbracciare un diverso tipo di spettacolo a fumetti.

“Dunkirk” (2017)

Christopher Nolan è uno dei pochi registi che ha la possibilità di correre rischi narrativi con un budget enorme. Il film drammatico di guerra del regista “Dunkirk” è stato realizzato con un budget di oltre $ 100 milioni.

Il che è notevole considerando che il cast del film non è certo costellato di stelle e il film presenta la trama più intricata di Nolan fino ad oggi.

Dunkirk in 4K

Clicca qui per acquistare il Blu-ray in 4K

Dunkirk” racconta tre storie separate che si verificano tutte in periodi di tempo separati, montandole insieme in un film di montaggio esperienziale che è molto più sperimentale nell’ambizione di qualsiasi film in studio del decennio.

“The Fountain” (2006)

Darren Aronofsky non rende le cose facili per gli studios. Dopo che la Warner Bros ha bocciato il suo originale “The Fountain” da 75 milioni di dollari, il regista ha ridisegnato la sua sceneggiatura e ha ridimensionato la narrazione in modo significativo in modo che il film potesse essere realizzato con soli 35 milioni di dollari.

The Fountain, L'albero della vita

Indipendentemente da ciò, il fantasy originale interpretato da Hugh Jackman e Rachel Weisz come amanti attraverso secoli di storia è rimasto grandioso nella portata tematica e più ambizioso di quanto qualsiasi altro studio saprebbe cosa farci.

“Il Grande Gatsby

La Warner Bros. ha scommesso forte sul potere della star Leonardo DiCaprio quando va avanti con il costoso “The Great Gatsby” di Baz Luhrmann.

A parte Di Caprio, tutto ciò che riguarda questa produzione era un rischio finanziario, dall’uso del 3D in un dramma per adulti al casting di Carey Mulligan nei panni di Daisy (una grande attrice, ma all’epoca difficilmente un’attrazione al botteghino).

Qualunque cosa pensiate del risultato finale, Luhrmann ha realizzato una sorta di dramma orientato agli adulti e guidato dalla CGI che è sempre più raro a Hollywood (vedi “Il curioso caso di Benjamin Button” o “La vita di Pi“).

“Inside Out “(2015)

La Pixar si è fatta un nome correndo dei rischi (hanno fatto un film su un topo che ama cucinare, ricordi?).

Ma “Inside Out” lascia la maggior parte degli altri titoli nella polvere in termini di ambizione.

Il film parla dell’elaborazione delle emozioni e della crescita emotiva, il che significa che è praticamente impossibile per i bambini piccoli capire il suo profondo scopo emotivo.

Disney Pixar's Inside Out

Come va per l’intrattenimento per bambini? Il fatto che la Pixar sia stata in grado di realizzare il loro film più per adulti fino ad oggi e di guadagnare oltre 850 milioni di dollari in tutto il mondo è una testimonianza del suo genio.

“Mad Max: Fury Road” (2015)

I blockbuster di questi tempi hanno addestrato gli spettatori a guardare la maggior parte delle scene d’azione come separate dalla narrazione. Ma cosa succede quando la narrazione è interamente azione e i personaggi vengono trasmessi esclusivamente attraverso la loro fisicità?

Inserisci “Mad Max: Fury Road“, il capolavoro di George Miller è il più audace film d’azione in studio del 21 ° secolo, che suggerisce al suo pubblico di abbandonare il modo in cui interagiscono con la solita tariffa del genere e di imparare a parlare un tipo più coinvolgente di narrazione guidata dall’azione.

Mad max: Fury Road in Blu-ray   Clicca qui per acquistare il Blu-ray in edizione limitata

“La madre!” (2017)

Jennifer Lawrence è una delle più grandi superstar del pianeta e probabilmente è l’unica ragione per cui uno studio importante come la Paramount potrebbe correre il rischio di pubblicare un film sconcertante come “la madre!” di Darren Aronofsky.

La Madre con Jennifer Lawrence e Javier Bardem

Non solo la valutazione visiva del film è una sfida da affrontare (il film è tutto inquadrature manuali e primi piani estremi), ma la narrazione esce dai binari con uno dei terzi atti più audaci del secolo.

Aronofsky scatena un’orgia di violenza e colpi di scena narrativi allegorici che gli spettatori potrebbero non vedere mai più in un film in studio.

“The Revenant” (2015)

Leonardo DiCaprio è una delle poche star del cinema al mondo in grado di aprire al film solo con il suo nome, ma ciò non ha reso “The Revenant” di Alejandro G. Iñárritu una certezza.

Il film è un’epopea di 156 minuti nella natura selvaggia, virtualmente muta, ambientata nel 1823 e caratterizzata da violenza grafica, realizzata con un budget di oltre $ 130 milioni.

La 20th Century Fox merita un elogio per aver ottenuto ai botteghini di oltre 500 milioni di dollari  I drammi d’epoca per adulti stanno diventando rari (vedi l’attentato di “The Sisters Brothers”), ma “The Revenant” dimostra che possono ancora avere successo con gli ingredienti giusti.

Silence “(2016)

Solo Martin Scorsese potrebbe ottenere un budget di $ 50 milioni per realizzare un’epopea religiosa di 160 minuti sulla crisi del compromettere la tua fede.

Silence” era un progetto importante per il regista, ma l’argomento era impegnativo e la mancanza di  mordente da parte del cast (Andrew Garfield e Adam Driver non sono grandi attrazioni al botteghino) hanno reso impossibile fin dall’inizio per Paramount ottenere un profitto .

Silence con Adam River e Andrew Garfield

Fortunatamente, il film rimane una delle pellicole più personali di Scorsese di sempre, e vale la pena celebrare il fatto che è stato in grado di lottare con la sua fede con un budget multimilionario.

“Steve Jobs “(2015)

La Universal Pictures pensava di avere tra le mani un facile vincitore al botteghino con un film biografico su Steve Jobs costellato di star, ma tutto ciò che riguarda la sceneggiatura di Aaron Sorkin è l’antitesi di ciò che sulla carta sembra una fetta facilmente digeribile di esca da Oscar.

Sorkin racconta la storia di Jobs restringendo la sua vita a tre scene di 40 minuti che si svolgono in tempo reale. “Steve Jobs” ha fallito al botteghino, ma rappresenta un approccio audace al genere biopic che non è stato più visto da allora su scala di studio.

WALL-E “(2008)

La regola pratica per i film d’animazione è quella di essere luminosi, rumorosi ed energici, ma la Pixar ha buttato via il libro delle regole con “WALL-E”, ampiamente considerato il loro coronamento.

Il primo atto del film è un film romantico muto e la sua metà posteriore si evolve in una storia incredibilmente esoterica per un film per bambini (a meno che tuo figlio non sia appassionato di studi ambientali).

Disney Pixar's Wall-e

WALL-E” è stata la prima volta che la Pixar ha veramente dato la priorità alla sensibilità del cinema adulto.

Widows “(2018)

I film raramente vedono un dramma originale di rapine classificate R con un cast guidato da donne, il che rende “Widows” ancora più una scommessa tanto necessaria della 20th Century Fox.

Steve McQueen stravolge costantemente il tradizionale cinema in studio nel suo approccio alle scene d’azione e specialmente nel modo in cui costruisce il film su una base socioeconomica e razziale che gli studi raramente vogliono toccare. Il film si fida che il suo pubblico lo segua e li premia per averlo fatto.

Windows, locandina del film

“Zodiac “(2007)

Zodiac” di David Fincher è stato audace nella sua produzione, poiché rappresentava una delle prime grandi produzioni in studio a fare affidamento quasi interamente sulla fotografia digitale.

Hollywood, i 23 film più rischiosi degli ultimi 15 anni

Era anche rischioso pensare che le masse sarebbero state in grado di abbracciare la sua narrativa impegnativa e densa, che è quasi interamente guidata dal dialogo.

 

Paramount Pictures e Warner Bros. hanno diviso i costi di produzione e distribuzione per ridurre al minimo il rischio finanziario dopo che la MGM ha esitato sul tempo di 157 minuti desiderato da Fincher.

 

Potrebbe interessarti...

Speciale

Gli Steelbook Warner Bros in 4K a un prezzo speciale

The Walking Dead

Norman Reedus e l’amore speciale nato sul set

South Park

South Park: il nuovo speciale di un’ora South ParQ: Vaccination Special

Euphoria

Euphoria: il secondo episodio speciale

Euphoria

Euphoria: la recensione del primo episodio speciale

Quale di questi ritieni che sia stato il progetto più rischioso di Hollywood?
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0