Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
chris evans

Chris Evans in Cap vs Trump

Non parliamo di una nuova serie tv, ma dell’ultimo attacco dell’interprete di Captain America verso il 45º Presidente degli Stati Uniti d'America

chris evans Chris Evans, alias Capitan America nell’MCU, ha mostrato su Twitter tutto il suo sdegno per l’assalto a Capitol Hill. Da sempre forte detrattore dell’ex presidente degli USA, l’attore ha così commentato la notizia: “Sarebbe stata una carneficina se non fossero stati bianchi”.

Intanto, nelle scorse ore sono stati arrestati diversi responsabili delle rivolte al Campidoglio. Il 6 gennaio, dopo che il Congresso ha proclamato la vittoria di Biden, un gruppo di sostenitori di Donald Trump ha assaltato Capitol Hill a Washington con gravi conseguenze. La vicenda ha turbato il mondo e diverse star hanno espresso le loro impressioni sui social, tra cui appunto Chris Evans.

Chris Evans interpreta Captain America anche nella realtà

chris evans Non era la prima volta che la star Marvel attacca Trump. Ricordiamo, per esempio, il commento di Chris Evans alla dichiarazione riguardo la guarigione del politico dal COVID-19. Dopo esser guarito dal Coronavirus, Donald Trump aveva pubblicato un tweet rivolto ai cittadini americani: “Mi sento veramente bene! Non abbiate paura del COVID. Non lasciate che possa dominare le vostre vite. Abbiamo sviluppato, sotto l’amministrazione Trump, cure e competenze di tutto rispetto. Mi sento meglio ora rispetto a vent’anni fa!”.

Chris Evans non poteva tacere di fronte ad una dichiarazione che non esprimeva la realtà dei fatti. Come Steve Rogers, da difensore dei più deboli e combattente per la giustizia, l’attore aveva risposto così a Trump: “‘Non abbiate paura del COVID’?! Sei stato tenuto d’occhio dai migliori dottori, che facevano uso delle migliori medicine. Pensi davvero che tutti quanti possano averci accesso?! Purtroppo, sono sicuro che tu sia consapevole di questa disuguaglianza, ma semplicemente non t’importa. Dire cose del genere è un qualcosa di troppo sconsiderato, persino per te”.

chris evansIn seguito, Chris Evans ha organizzato A Starting Point, una piattaforma bipartisan per informare la popolazione delle novità in ambito politico. In una puntata del Jimmy Kimmel, il noto conduttore gli ha chiesto se avesse provato a contattare Trump per discutere di politica sulla sua piattaforma; ma l’interprete di Steve Rogers ci ha rivelato che il politico si rifiutò: “Gliel’ho chiesto e lui ha detto di no. Ha detto di no due volte, ho fatto la mia parte”.

chris evans Probabilmente Donald Trump appartiene ad una nuova divisione dell’HYDRA (il web si diverte a modificare immagini a tema), ma sicuramente Chris Evans cerca di incarnare lo spirito di Captain America anche nella vita di ogni giorno:

“Non è che io sia specificamente attratto dalla politica. È solo quando ti guardi intorno; cerchi di capire come puoi aiutare. Ci sono molte cose che puoi fare come attore con il tuo nome. Potrei fare alcolici, non scoraggio nessuno dal farlo, adoro gli alcolici ma non si può negare che ho interpretato una tipologia ben precisa di personaggio, e così accade che si allinei con parte della mia natura in termini di essere qualcuno che è politicamente coinvolto e che si preoccupa del benessere delle persone in questo paese”.

Potrebbe interessarti...

Euphoria

Euphoria: la recensione del primo episodio speciale

Joker

Joker: l’edizione speciale in esclusiva per l’Italia

Doctor Who

Doctor Who: Revolution of the Daleks, lo speciale di Natale

South Park

South Park: una puntata speciale di un’ora a tema Covid

Speciale

I segreti delle star: EDIZIONE SPECIALE

Cosa ne pensi delle dichiarazioni di Chris “Cap” Evans?
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0