1+

0

Tanti auguri a Franca Valeri che compie 100 anni

Teatro, cinema, opera lirica, doppiaggio, televisione. L'instancabile Franca Valeri compie oggi 100 anni; una professionista impeccabile e una donna che non si è mai tirata indietro

Franca Valeri
1+

0

Naviga tra i contenuti

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

franca valeri 1Il 31 luglio 1920 nasce a Milano Franca Maria Norsa, di padre ebreo e madre cattolica. Questo già premette che da bambina dovette subire le persecuzioni dovute alle leggi razziali fasciste; il padre e il fratello dovettero emigrare in Svizzera, mentre Franca rimase con la madre a Milano grazie allo stratagemma di un impiegato dell’anagrafe che la fece passare come figlia illegittima di Cecilia Pernetta. Sua madre si chiamava in realtà Cecilia Valagotti, ma anche lei dovette cambiare nome.

A guerra finita, iniziata la sua carriera artistica, fu proprio il padre a giudicare prudente che cambiasse nome e fu la sua amica Silvana Mauri, futura moglie dello scrittore Ottiero Ottieri e appassionata della poesia di Paul Valéry, a suggerirle il nome di Valeri, che sarebbe Valéry italianizzato.

Franca Valeri fu un’eclettica e frequentò ogni tipo di recitazione, fu la doppiatrice ufficiale di Simone Signoret, ha lavorato al cinema con registi come Fellini e Lattuada, la sua esperienza teatrale è vasta e importante, ma è conosciuta dal grande pubblico soprattutto attraverso il nuovo mezzo di intrattenimento degli anni Sessanta: la televisione. I suoi sketch nei quali interpreta la sora Cecioni

dove recita da sola, al telefono, divennero presto celeberrimi e piacquero tanto che anche Bice Valori, altra stella comica televisiva dell’epoca, la omaggiò con un altro personaggio che recitava al telefono: la centralinista della rai:

Franca Valeri è sempre stata un’appassionata di opera lirica e ha curato la regia di molte rappresentazioni. Il suo amore per la lirica l’ha dimostrato anche adottando, in età avanzata, la cantante lirica Stefania Bonfadelli.

Ma il motivo per il quale non è possibile dimenticarla è che, già ultranovantenne, sostenne e partecipò all’occupazione dell’ex Cinema Palazzo a Roma e del Teatro Valle, il più antico fra i moderni teatri romani, chiuso nel 2011 e riaperto nel 2018 grazie all’impegno di attori e registi fra i quali Franca era la più vecchia, ma non certo la meno battagliera.

Dopotutto, a 98 anni suonati, già continuava a dire: “mi rifiuto di essere una vecchia priva di interessi“. Siamo sicuri che questo suo proposito personale non sia certo venuto meno con lo spegnimento di 100 candeline.

Come ti piacerebbe ricordare Franca Valeri? Condividilo con noi
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x