Buon compleanno al Gallo più famoso al mondo

Se diamo uno sguardo alla cinematografia mondiale bisogna considerare che non esistono solo attori in carne ed ossa, ma ci sono molti esempi di personaggi disegnati o creati al computer i quali hanno saputo trasferirci un emozione come esseri reali e vibranti, ai quali ci siamo affezionati continuando con piacere a seguire le loro storie. Come dimenticare l’orco Shrek e l’inseparabile Ciuchino ad esempio o, per tornare indietro nel tempo, tante serie animate in tv che ci hanno mostrato storie drammatiche come quella di Remì o Candy Candy, o storie più allegre come quella del cagnolino Spank o la piccola e petulante Pollon.

Così questa volta abbiamo voluto dedicare la rubrica Ritratto di un attore ad un personaggio che ci tiene compagnia da ben sessanta anni, ovverosia dal 29 Ottobre 1959, giorno del suo debutto nelle edicole con l’albo a fumetti, ma che poi la sua simpatia e le sue avventure ironiche e anacronistiche lo hanno portato a fare la sua apparizione sul grande schermo: Asterix il Gallo. Nato dalla penna di Renè Goscinny e Albert Uderzo, la sua prima pubblicazione avviene sulla rivista Pilot, seguito nel 1961 dal primo albo Asterix il Gallico in cui vengono poste le basi per quelle che diventeranno il marchio di fabbrica delle avventure di Asterix, il piccolo villaggio insediato dai romani e la creazione della pozione magica di Panoramix il druido, non che i caratteristici personaggi i quali accompagnano il Gallo baffuto nel corso delle sue avventure: l’eterno amico Obelix, la bella Falpalà, lo stonato Assurancetourix e il fido cagnolino Idefix.

1. Asterix il Gallico. 1967

L’avventura cinematografica di Asterix inizia il 13 Dicembre del 1967 in sessanta cinema francesi con il film animato ispirato dal primo albo Asterix il Gallico ma, dopo una visione privata, i due autori Goscinny e Uderzo non rimasero soddisfatti del risultato, bloccando la produzione dei due sequel successivi pretendendo di essere coinvolti nella lavorazione.

Nel 50 A.C. nella piccola Armorica esiste un villaggio che resiste strenuamente all’invasione dei romani grazie all’aiuto della pozione magica creata dal druido Panoramix e dall’eroico coraggio del baffuto Asterix affiancato dal grasso Obelix, caduto nel pentolone della pozione da bambino, e dal piccolo Idefix. Caligoletto, una spia dei romani, si intrufola nel villaggio e riesce a ritornare all’accampamento per riferire al suo capo, il centurione Caius Brutus, l’esistenza di quella poderosa bevanda magica. Dopo il rapimento di Panoramix, Asterix finge di consegnarsi ai romani e, insieme al druido, architetterà un piano per uscire indenni da quella situazione, anche se si troveranno di fronte niente meno che l’imperatore Giulio Cesare in persona.

2. Asterix e Cleopatra. 1968

Nonostante fossero rimasti delusi dall’aspetto visivo del film, i due autori Goscinny e Uderzo decisero di seguire gli illustratori più da vicino per controllare il loro operato, effettuando numerose correzioni.

Dopo una vivace discussione, Cleopatra dichiara a Giulio Cesare di riuscire, in soli tre mesi, a costruire uno splendido palazzo, incarico che conferisce a Numerobis; con la minaccia di venire dato in pasto ai coccodrilli in caso di fallimento, l’architetto poco abile si reca in Gallia per chiedere aiuto a Panoramix. Accompagnato da Asterix e Obelix, il druido si reca in Egitto, dove insieme smaschereranno Giulio Cesare, poco incline a perdere una scommessa con la regina, e riusciranno ad aiutare Numerobis costruendo un meraviglioso palazzo nel deserto.

3. Le dodici fatiche di Asterix. 1976

Dopo anni di vani tentatiti di conquistare il piccolo villaggio dell’Armorica, a Roma si diffonde l’idea che i Galli siano in realtà delle divinità; per smentire o dimostrare tali credenze, Giulio Cesare propone ad Asterix ed a Obelix di affrontare dodici prove. Seguiti dal sonnacchioso e onesto arbitro Caius Pupus, i due eroi si lanceranno nella sfida, affrontando una corsa, un campione del lancio del giavellotto, un guerriero Goto, le Sacerdotesse dell’Isola del Piacere, un sacerdote ipnotizzatore, dovranno consumare un intero e lauto pasto, combattere contro una bestia mostruosa, uscire da un folle palazzo dell’amministrazione pubblica, superare l’enigma del Saggio della montagna e combattere nel Colosseo contro gladiatori, orsi, elefanti, pantere e tigri. Una volta che Asterix e Obelix avranno superato tutte le prove, Giulio Cesare cede e affida Roma e i romani ai Galli.

4. Asterix contro Cesare. 1985

Nonostante tutte le attenzioni che le riserva e i regali che le fa, Falpalà non ricambia l’amore di Obelix, sentendosi invece attratta dal giovane e aitante Tragicomix; quando i due innamorati verranno rapiti dai romani, toccherà ad Asterix e al fedele amico sovrappeso recarsi a Roma per liberarli.

5. Asterix e la pozione magica. 1986

Dopo aver risolto alcuni strambi problemi alla popolazione locale, come il non combattere nei week-end e dopo le cinque, Giulio Cesare ha assoggettato la Britannia, tranne un piccolo villaggio che ancora resiste tenacemente alla sua presa. Il capovillaggio Zebigos invia Beltorax in Gallia a chiedere aiuto al cugino Asterix il quale, accompagnato da un nostalgico Obelix a cui mancano tanto i romani con cui si diverte sempre tanto, si reca velocemente sull’isola con un grosso barile di pozione magica. Dopo aver salvato un commerciante, il quale gli dona un sacchetto di erbe proveniente dall’Oriente, Asterix e Obelix perdono la pozione magica e con essa tutte le speranze di salvare il piccolo villaggio della Britannia. Sarà l’inventiva dei Galli condita da un pizzico di imbroglio a dare la vittoria a quella popolazione ormai senza speranza, inventando allo stesso tempo quella che diventerà la bevanda nazionale inglese.

6. Asterix e la Grande Guerra. 1989

Mentre Cesare ha deciso di ritirare le truppe per addestrarle al meglio, nel piccolo villaggio dell’Armorica succede l’impensabile: un menhir cade sulla testa di Panoramix, il quale perde la memoria. Dopo essersi affidati ad un sinistro indovino di nome Prolix, i Galli decidono di lasciare le loro case per trovare terre più sicure, nel timore di non riuscire a difendersi dall’imminente invasione romana senza la magica pozione.

7. Asterix conquista l’America. 1994

L’unica maniera per avere ragione sui Galli è quella di eliminare il druido Panoramix, così Giulio Cesare decide di farlo rapire per farlo scagliare al di là dell’orizzonte della terra, ancora creduta piatta. La nave che trasporta il druido viene inseguita dai valorosi Asterix e Obelix, i quali si lanciano nell’inseguimento che li condurrà verso una nuova terra chiamata America, dove faranno la conoscenza di una tribù di pellerossa, ritroveranno Panoramix e Obelix si innamorerà, ricambiato, della figlia del capo indiano. Dopo esser rientrati in Gallia, Asterix e i compagni scoprono che il villaggio è stato invaso dai romani e gli abitanti catturati, tranne lo stonato bardo Assurancetourix, ma come sempre i nostri eroi riusciranno a risolvere la situazione mentre Cesare è costretto a fuggire nascosto dentro ad un barile.

8. Asterix & Obelix contro Cesare. 1999

Il film più costoso all’epoca in Europa, nel 1999 esce il primo film con attori in carne ed ossa per la regia di Claude Zidi, nel cast Gerard Depardieu, Christian Clavier, Roberto Benigni e Laetitia Casta. Pur essendo il protagonista principale delle sue avventure, il personaggio di Asterix ha cambiato volto tre volte nei film live, mentre il volto di Obelix è stato affidato sempre a Gerard Depardieu, l’attore francese che ha saputo ben interpretare l’innocenza bonacciona e la forza poderosa del gigantesco Gallo.

Il centurione romano Detritus ha un piano: intrufolarsi durante la sacra riunione dei druidi per rubare la pozione magica e così spodestare Giulio Cesare; il piano riesce alla perfezione, tanto che il romano riesce persino a rapire Panoramix. Infiltrati nell’accampamento romano, Obelix travestito da centurione e Asterix come suo prigioniero, i due cercano di liberare il druido, finendo invischiati nelle trame di Detritus facilitato anche dall’ingenuità di Obelix. Dopo aver perfino salvato Giulio Cesare, Asterix e Obelix otterranno dal dittatore romano la pace per il loro amato villaggio.

9. Asterix & Obelix Missione Cleopatra. 2002

Per la regia di Alan Chabat, con Gerard Depardieu, Christian Clavier, Monica Bellucci e Jamel Debouzze, il film è la trasposizione del cartone animato omonimo del 1968.

10. Asterix e i Vichinghi. 2006

Asterix e Obelix ricevono dal capovillaggio Abraracourcix il compito di educare suo nipote Spaccaossix, viziato e “con manie di città” per farne un valoroso Gallo. Il giovane si rivela fin da subito una delusione, preferendo alla lotta e alla caccia il cantare ed il ballare, gettando nello sconforto i due amici ma, cosa più grave, non mangia cinghiale anzi, si dichiara vegetariano. Essendo un grande fifone, Spaccaossix fugge dopo uno scontro con i romani finendo per incontrare dei Vichinghi i quali lo catturano, convinti dal loro druido che il giovane “campione di fifa” abbia il potere di volare, lo portano fin nella lontana Scandinavia. Saranno Asterix e Obelix ad intraprendere questo lungo viaggio per riportare sano e salvo Spaccaossix a casa, il quale nel frattempo si è innamorato della figlia del capo dei Vichinghi, convinta anch’essa del suo potere di volare.

11. Asterix alle Olimpiadi. 2008

Di Frédéric Forestier e Thomas Langmann, con Gerard Depardieu, Clovis Cornillac e Alain Delon, prodotto in occasione delle Olimpiadi di Pechino e pieno di citazioni al mondo dello sport, nel film un affascinante Giulio Cesare dagli occhi di ghiaccio di Delon risponde al saluto dei suoi sottoposti con un laconico “Ave Me!”.

Innamorato della principessa Irina, promessa in sposa al figlio di Giulio Cesare Bruto, Asterix decide di affrontare le Olimpiadi pur di averla in sposa, sfidando grandi atleti e lottatori provenienti da tutte le nazioni. Durante le gare, Asterix verrà a conoscenza di un piano escogitato da Bruto per uccidere il padre e prendere il potere ma, come sempre, riuscirà ad avere la meglio vincendo le Olimpiadi, salvando l’imperatore e a sposare la sua Irina.

12. Asterix & Obelix al servizio di Sua Maestà. 2012

Di Laurent Tirard, con Gerard Depardieu, Edouard Baer, Catherine Deneuve e Luca Zingaretti.

Anche in questo caso, il film è la trasposizione del cartone animato del 1986 Asterix e la pozione magica.

13. Asterix e il regno degli dei. 2015

Giulio Cesare ha deciso di disboscare una foresta che sorge vicino al piccolo villaggio dei Galli per costruire un elegante città completa di tutti i lussi, ma i lavori non procedono a causa delle ghiande magiche di Panoramix le quali fanno ricrescere alti alberi in una sola notte. Questo tentativo non distoglie però l’imperatore dal realizzare il suo progetto riuscendo, alla fine, a costruire quella splendida città che sarà denominata “Il regno degli dei” la quale in breve tempo si riempe di abitanti. I tenaci Galli decidono di attaccare la città ma, trovandovi solo civili inermi desistono, finendo in breve tempo per abituarsi ai lussi e alle ricchezze che quel luogo ha da offrire spopolando piano piano il piccolo villaggio; come causa della loro scelta, Giulio Cesare decide di radere al suolo quelle casette ormai difese solo da Asterix, mentre Obelix è troppo debole per combattere a causa della scarsità di cinghiali. Come sempre i nostri eroi avranno la meglio, distruggendo “Il regno degli dei” e facendo fuggire i romani a gambe levate.

Allora, vuoi unirti insieme a me nell’augurare buon compleanno ad Asterix?

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami