loki

Loki 2×03: varianti in fiera

Il terzo episodio si collega ora al terzo capitolo di Ant-Man mostrando interessanti sviluppi per il nuovo super villain

lokiCon il terzo episodio Loki entra nel vivo della storia, con importanti risvolti in una puntata leggermente più lunga. Nell’ottimo cast della seconda stagione su Disney Plus Tom Hiddleston, sempre fantastico e perfetto nei panni del Dio dell’Inganno, è accompagnato da Owen Wilson e Sophia Di Martino, con l’ottima aggiunta di Ke Huy Quan (Everything Everywhere All at Once). Lo show in pieno stile Marvel ci ricorda quale dovrebbe essere il concetto principale delle nuovi fasi del MCU, il multiverso, come visto anche in Doctor Strange in the Multiverse of Madness e Spider-Man: No Way Home, e il grande villain della saga, Kang il Conquistatore, comparso già in Ant-Man and The Wasp: Quantumania. Attenzione agli SPOILER

Loki 2×03: 1893

Finalmente in questo episodio di Loki troviamo il collegamento con la scena post credit di Ant-Man and The Wasp: Quantumania, con la comparsa di Victor Timely: nei fumetti questa variante di Kang si stabilì nel 1901 in una piccola e tranquilla città chiamata Timely, nel Wisconsin, di cui diventa sindaco e in cui effettuò esperimenti scientifici; Timely era il nome della casa editrice fondata nel 1939 da Martin Goodman, prima che si chiamasse Atlas Comics e Marvel Comics. Nella serie tv, invece, ci troviamo nel 1893 a Chicago, durante la Fiera Colombiana di Chicago, organizzata per celebrare i quattrocento anni della scoperta dell’America di Cristoforo Colombo.

In questa fiera Tesla sperimentò la corrente alternata con cui avrebbe illuminato tutto il mondo, così come afferma Victor Timely con la sua invenzione. La musica riprodotta durante la sigla dei Marvel Studios preannuncia i toni e l’epoca della puntata e sul cartello visto da Loki e Mobius, gli esperimenti di Timely sono definiti “Astounding Temporal Marvels”, con un semplice riferimento alla casa editrice; tra gli eventi pubblicizzati leggiamo un concerto di Ferdinand Lang, forse un antenato di Scott Lang/Ant-Man.

Un’area interessante della Fiera è la zona dedicata alle divinità norrene, vista e commentata dai protagonisti che trovano le statue di Odino (il padre degli Dèi), del dio del tuono Thor (fratellastro dello stesso Loki) e di Balder. Oltre a criticare la loro raffigurazione, il Dio dell’Inganno è sicuramente scontento di non esser presente tra loro e di trovare invece Balder il Coraggioso, mai apparso nel Marvel Cinematic Universe, ma presente nei Marvel Comics sin da su Journey Into Mistery 104 del maggio 1964, in una storia di Stan Lee e Jack Kirby.

Infine, ricordiamo che in questo episodio rivediamo Miss Minutes e Ravonna, che nei fumetti è strettamente legata a Kang, come scoperto anche da Loki nelle vecchie registrazioni nel primo episodio della seconda stagione. Creata come amore non corrisposto del villain nel 1965 su Avengers 23, in un’altra linea temporale Ravonna diventa sua moglie e in seguito anch’ella nemica degli Eroi più potenti della Terra con il nome di Terminatrix. La nave che porta Ravonna e Victor al suo laboratorio si chiama SS Herron, in riferimento alla regista della prima stagione, Kate Herron; sebbene non sia coinvolta nella produzione della seconda stagione, questo easter egg vuole omaggiare qualcuno che ha dato un enorme contributo alla prima parte di questo show.

loki avengers In attesa di scoprire gli eventi futuri, ti consigliamo di cliccare qui per acquistare Kang Wars, la saga a fumetti in cui gli Avengers cercheranno alleati da ogni tempo per battere Kang il Conquistatore.

Cosa ne pensi di questo terzo episodio? Hai trovato altri riferimenti fumettistici?

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI
0