michael jackson documentario

I nipoti di Michael Jackson pubblicano un contro documentario

Pubblicato su Youtube il documentario su Michael Jackson che risponde alle accuse di Leaving Neverland

Durante il Sundance Festival che si è tenuto lo scorso Gennaio è stato presentato il documentario della durata di quasi quattro ore Leaving Neverland, andato in onda sul Canale Nove il 19 e 20 Marzo, diretto da Dan Reed in cui due trentenni Wade Robson e James Safechuck raccontavano i presunti abusi sessuali subiti quando erano bambini da parte del re indiscusso del pop Michael Jackson. Il documentario (definito dai più un mokumentary) ha scatenato numerose polemiche e proteste da parte sia dei fan e non solo, viene giudicato fazioso e costruito, mostrando solo l’opinione dei due ragazzi e delle loro famiglie accompagnando i loro racconti con musiche melodrammatiche senza nemmeno dare spazio alla famiglia o ai legali rappresentati del cantante permettendo loro di offrire la loro versione, oltre che presentare numerose incongruenze sia con le testimonianze rese all’epoca dei fatti sia con le domande poste ai genitori, ai quali nemmeno viene chiesto come mai continuassero a portare i loro figli a Neverland seppur (dicono) sospettassero qualcosa.

Subito dopo la pubblicazione di Leaving Neverland, la famiglia Jackson aveva rilasciato questa dichiarazione:

Michael Jackson è nostro fratello e nostro figlio. Siamo furiosi per il fatto che i media, senza uno straccio di prova o un singolo pezzo di indizio materiale, abbiano scelto di credere alla parola di due bugiardi conclamati invece che a quella di centinaia di famiglie e amici in tutto il mondo che hanno trascorso del tempo con Michael, molti di loro a Neverland, e che hanno sperimentato la sua leggendaria gentilezza e generosità globale. 
Siamo orgogliosi di ciò che Michael Jackson rappresenta.

Le persone hanno sempre amato perseguitare Michael. Era un bersaglio facile perché era unico. Ma Michael fu sottoposto a un’indagine approfondita che incluse un raid a sorpresa a Neverland e in altre proprietà, nonché un processo davanti a una giuria in cui Michael venne considerato COMPLETAMENTE INNOCENTE. Non c’è mai stato uno straccio di prova di nulla. Eppure i media sono ansiosi di credere a queste bugie.

Michael ha sempre rivolto l’altra guancia, e anche noi abbiamo sempre rivolto l’altra guancia quando le persone hanno perseguitato i membri della nostra famiglia – questo è lo stile dei Jackson. Ma non possiamo semplicemente stare fermi di fronte a questo linciaggio pubblico e alla persecuzione da parte di avvoltoi e altri che non hanno mai incontrato Michael.
Michael non è qui per difendersi, altrimenti queste accuse non sarebbero state fatte.

I creatori di questo film non erano interessati alla verità. Non hanno mai intervistato una sola anima che conoscesse Michael, tranne i due spergiuri e le loro famiglie. Questo non è giornalismo, e non è giusto, eppure i media continuano a diffondere queste storie. Ma la verità è dalla nostra parte. Fate le vostre ricerche su questi opportunisti. I fatti non mentono, le persone sì. Michael Jackson era e sarà sempre al 100% innocente da queste false accuse. (fonte: Panorama.it)

Per rispondere alle accuse di Leaving Neverland, la famiglia Jackson ha pubblicato su Youtube Neverland Firsthand: Investigating the Michael Jackson Documentary che trovi qui sotto, un filmato di trenta minuti in cui vengono proposte interviste ai nipoti del Re del Pop e viene ripercorsa la vicenda giudiziaria di Michael, da cui uscì sempre assolto. In preparazione anche un documentario della BBC Michael Jackson the rise and the fall diretto dal giornalista investigativo Jacques Peretti in cui verrà ripercorsa l’intera vita del cantante affrontando anche le accuse che lo coinvolsero; Peretti ha altri tre documentari al suo attivo dedicati al Re del Pop What Really Happened, Michael Jackson’s Last Days: What Really Happened e Michael Jackson’s Secret Hollywood.

A quasi dieci anni dalla sua morte avvenuta il 25 Giugno del 2009, l’indimenticato Michael Jackson sembra non riuscire a trovare pace… Tu che impressione ti sei fatto di tutta questa triste storia in cui si trovò coinvolto il Re del Pop? Dimmelo nei commenti.

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI
0