the rider chloé zhao

Chloé Zhao torna al cinema con The Rider-Il sogno di un cowboy

Con The Rider-Il sogno di un Cowboy, Chloé Zhao ci porta di nuovo all’interno delle riserve indiane d’America

Durante le riprese del suo primo film Songs My Brothers Taught Me nel 2013, Chloé Zhao ha conosciuto nella riserva indiana di Pine Ridge un gruppo di cowboy Lakota. Nonostante la loro carnagione chiara, sono nati e cresciuti nella riserva e sono sia Oglala Lakota Sioux che cowboy. Indossano cappelli piumati per onorare la loro discendenza Lakota-cowboy indiano, una vera contraddizione americana. Mentre visitava un ranch nella riserva di Pine Ridge, Chloé ha incontrato Brady Jandreau, un membro dei Sioux Lower Brule, un giovane addestratore di cavalli. Come gli altri abitanti di quel territorio, Brady passa le sue giornate a catturare cavalli selvaggi per poi addestrarli e venderli quando sono domati; durante quel periodo si instaura un rapporto di fiducia tra l’uomo e l’equino, in cui arrivano a comprendere l’uno il linguaggio dell’altro.

the rider

Durante un rodeo nel 2016 Brady viene disarcionato da un cavallo imbizzarrito, dopo la caduta la sua testa viene schiacciata da uno zoccolo della bestia e il giovane entra in coma. Ora Brady vive con una placca di metallo nella testa e soffre di problemi di salute associati a una grave lesione celebrale traumatica ma, nonostante i medici gli abbiano consigliato di non salire più a cavallo perchè un’altro trauma alla testa potrebbe ucciderlo, il giovane è tornato ad addestrare i cavalli selvaggi in breve tempo. Quando Chloé ha chiesto a Brady perchè continuasse a rischiare la sua vita, la sua risposta è stata: “Il mese scorso, abbiamo dovuto sparare ad Apollo (un cavallo che stava allenando) perchè la sua gamba è stata ferita malamente dal filo spinato. Se un animale qui intorno fosse ferito come me verrebbe sicuramente abbattuto. Io sono stato tenuto in vita solo perchè umano, ma non mi basta. Mi sento inutile se non posso fare ciò per cui sono nato.”

Oltre alle difficoltà finanziarie derivanti dall’infortunio, il racconto di Brady ha fatto riflettere Chloé sull’impatto psicologico che queste ferite possono avere su giovani come lui, su come deve essere vivere nel cuore dell’America, incapace di eguagliare l’immagine ideale di un cowboy, un’immagine che questi giovani cercano di emulare per tutta la vita. Chloé ha deciso allora di girare un film sulla lotta fisica ed emotiva di Brady. Mentre Chloé ascoltava Brady riflettere sui primi mesi della sua vita dopo l’incidente, ha capito che doveva essere proprio lui ad interpretare se stesso nel film e lo stesso doveva accadere per i suoi familiari e amici. Tutto il cast proviene quindi dalla riserva, incluso il padre di Brady, Tim, un cowboy della vecchia scuola che gli ha insegnato tutto ciò che sa, la sua vivace sorellina Lilly, che ha la Sindrome di Asperger e si esprime completamente libera da inibizioni, i suoi amici del rodeo che condividono le speranze, le paure e i sogni di Brady e uno dei suoi migliori amici Lane, che è completamente paralizzato dopo un incidente che ha messo fine alla sua promettente carriera di cowboy con i tori.

the rider protagonista

La trama di The Rider- Il sogno di un cowboy

Dopo un tragico incidente a cavallo, il giovane cowboy Brady (Brady Jandreau) vede i suoi sogni sfumare: scopre infatti che non potrà più gareggiare. Tornato a casa nella riserva indiana di Pine Ridge, South Dakota, Brady lotta per superare il trauma dell’incidente,sia dal punto divista fisico che psicologico. Nonostante il momento difficile, il ragazzo non può pensare solo a se stesso, deve infatti badare alla sorella Lilly che, affetta dalla sindrome di Asperger, non può contare sulle attenzioni del padre Wayne. L’uomo, dipendente dal gioco d’azzardo, arriverà addirittura a vendere il cavallo preferito di Brady per saldare i suoi debiti. Frustrato e oppresso dal senso di inadeguatezza, Brady si allontana dal mondo e dagli amici del rodeo e inizia a spendere la maggior parte del suo tempo con l’amico Lane (Lane Scott )anch’egli in riabilitazione intensiva dopo un incidente. La lontananza dai cavalli diventa però insopportabile e Brady torna così ad allenarsi. Ma dovràprendere una decisione: dedicarsi alla guarigione con l’aiuto della sua famiglia e dei suoi amici, o rischiare tutto per mantenere l’unico senso di sé che abbia mai conosciuto

The Rider- Il sogno di un cowboy, distribuito da Wanted Cinema, nelle sale cinematografiche italiane dal 29 agosto.

 

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI
0