you 3

You 3: non è tutto da buttare

You 3: il capitolo della vita matrimoniale di due psicopatici alle prese con un neonato da crescere e proteggere

Naviga tra i contenuti

You 3 – 2021

Ideatore: Greg Berlanti, Sera Gamble; Genere: Drammatico; Cast: Penn Badgley, Victoria Pedretti, Tati Gabrielle, Suffron Burrows, Dynal Arnold; Produzione: Warner Bros. Television; Distribuzione: Netflix ; Anno: 2018; Paese: USA; Durata: 45 min; Stato: confermata la Stagione 4

Sinossi

Ora sposati e genitori di un neonato, Love (Victoria Pedretti) e Joe (Penn Badgley) cercano di crearsi una vita normale nel quartiere agiato Madre Linda, ma le vecchie abitudini sono dure a morire.

you

Ma facciamo un rapido recap della prima stagione, così magari chi non ha mai guardato You potrà essere persuaso a farlo. Ci proverà direttamente Joe a convincerti:

Lo show è nato, ispirato dai romanzi di Caroline Kepnes, con lo scopo di raccontare storie di stalking e crimine dal punto di vista dell’autore delle condotte criminali e, poco a poco, è diventato un dramma sentimentale in cui si attua un’eccessiva banalizzazione dei contenuti, a servizio di una storia da sit-com.

Joe e Love sono sostanzialmente due persone fortemente disturbate, con drammi irrisolti e una evidente tendenza a delinquere. Sono due assassini uniti dalla nascita di un angelico bambino che diventa sostanzialmente l’alibi morale per le loro azioni.

you 3

C’è tanto desiderio di normalità nella vita dei due protagonisti: Joe trova un lavoro nella biblioteca locale e Love realizza il sogno di aprire una pasticceria nonostante le resistenze degli abitanti del posto, rigorosamente ostili al glutine. E come qualsiasi neo coppia che si rispetti, sono costretti ad integrarsi con vicini di casa e coetanei i quali, però, si rivelano a metà tra l’insopportabile ed il losco.

you 3

Presi dal dare un senso alla nuova co-dipendenza sentimentale che li lega, al segreto delle rispettive malefatte e alla crescita di Henry, un neonato dal pianto facile ed assordante, Joe e Love inaugurano subito You 3 con un omicidio, gli eventi infatti si svolgono con maggiore rapidità delle stagioni precedenti e i due sono costretti a rivolgersi ad una terapeuta che, mentre si adopera a salvare la loro relazione, riesce anche a fornire ottime indicazioni perché ciascuno impari ad accettarsi e a migliorarsi.

you 3

La terza stagione di You non è del tutto da buttare, ma continua a banalizzare il racconto con una scelta compositiva grottesca delle varie scene criminose e sebbene questo dimostri che le apparenze possono celare degli efferati assassini, rende poco convincente la storia. Quello che ho apprezzato maggiormente è stata la scelta di affrontare il tema dei no-vax presentando un vicino di casa che sceglie di non vaccinare i suoi figli mettendo a repentaglio la vita del piccolo Henry.

you 3

Perché in You 3, con un’intrigante metafora applicabile alla vita quotidiana, Joe e Love si trovano ad avere a che fare con persone che incarnano tutto ciò che ci irrita e mette a dura prova la nostra pazienza. Peccato che loro siano troppo istintivi e decisamente spietati.

 

La terza stagione di You migliora rispetto alla precedente, ma in sostanza tende ancora a smarrire il senso della storia in scene troppo grottesche per essere vere.

Intrigante ed accattivante è assistere alla giustificazione reciproca che intercorre tra due criminali legati da un vincolo sentimentale e genitoriale.

Gli episodi sono scorrevoli, ma la recitazione di Badgley continua ad essere poco convincente, al contrario di quella della Pedretti che risulta più credibile.

Punto di forza della stagione: i nuovi personaggi sono interessanti e costituiscono, sostanzialmente, tutto quello che della società moderna sopportiamo a fatica, infatti lo spettatore riesce a “comprendere” meglio le azioni di Joe e Love.

 

/10
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI
0