Salire su una moto posseduta dal demonio, che ad ogni burnout lascia in giro rimasulgi di fuoco e fiamme polverizzando letteralmente qualsiasi tipo di sfidante, il desiderio di ogni biker?

No, stiamo parlando di Ghost Rider e questa è the other side of the Marvel, scopriamone di più in compagnia del vostro Capitano.

La vita dei cinecomics è piena di alti e bassi, successi senza alcun tipo di precedenti e inauditi flop di inimmaginabile bruttezza, difficile dirvi dove possano piazzarsi questi due film dedicati al motociclista indemoniato di casa Marvel, sicuro è che Ghost Rider tornerà presto nel MCU. Diviene quindi essenziale conoscere le origini e tutte le curiosità su questo importante, e carismatico, personaggio.

La prima versione di Ghost Rider venne creata da Roy Thomas, Gary Friedrich, e Mike Ploog ed esordì nella serie Marvel Spotlight n. 5 come alter ego di Johnny Blaze, uno stuntman motociclista che per salvare la vita di padre decide di farsi impossessare daun demone, Zarathos, diviene così una creatura infernale con un teschio fiammeggiante al posto della testa, che in sella alla sua motocicletta e in grado di lanciare palle di fuoco dalle mani. Il secondo Ghost Rider Danny Ketch  è un ragazzo che, dopo aver quasi perso la sorella in un gravoso incidente, viene a contatto con la moto posseduta dallo “Spirito della Vendetta”, che un tempo era il nobile puritano Noble Kale. Viene svelato che Blaze e Ketch sono fratelli e che Kale è un loro antenato (riunione di famiglia). Con l’iniziativa Marvel NOW! viene introdotta la figura di Robbie Reyes, giovane meccanico messicano-statunitense divenuto Ghost Rider dopo essere stato posseduto dallo spirito dello zio serial killer Eli Morrow, lo stesso che vedremo anche nella serie tv Agents of shield.

La moto guidata originariamente da Ghost Rider è la Triumph Bonneville, sostituita poi nel corso degli anni di pubblicazione da motociclette ispirate ai chopper.

Il nome Ghost rider era già stato utilizzato in passato per un personaggio western edito dalla Magazine Enterprises e successivamente acquisito dalla Marvel Comics cui si cambiò nome prima in Night Rider e poi in Phantom Rider a seguito dell’esordio del nuovo personaggio nel 1972 col quale non ha nulla in comune.

Ghost Rider

Ghost Rider è un film del 2007 scritto e diretto da Mark Steven Johnson. Nel cast del film figurano Nicolas Cage, da sempre fan sfegatato dei fumetti, nel ruolo del personaggio principale ed Eva Mendes nei panni della reporter, Roxanne. Gli antagonisti principali sono interpretati da Wes Bentley e Peter Fonda. Nel film compare anche Sam Elliott, già interprete del generale Ross in Hulk, nel ruolo di Carter Slade, il guardiano del cimitero che nasconde una doppia identità.

Il film è uscito nelle sale degli Stati Uniti d’America il 16 febbraio 2007 distribuito dalla Sony Pictures, mentre in Italia esattamente un mese dopo, il 16 marzo 2007, distribuito dalla Columbia Pictures, sempre di proprietà della Sony.

Trama

Johnny Blaze, un motociclista acrobata, un giorno fa un patto con il diavolo per salvaguardare un bene a lui molto prezioso, la vita dei suoi genitori. Blaze diventa un giustiziere che, di volta in volta, dovrà affrontere svariati demoni con l’utilizzo dei suoi poteri e questa diverrà, con il tempo il suo obbiettivo e la sua maledizione per combattere il male. A bordo della sua moto, il teschio circondato di fiamme ha come scopo l’uccisione di Blackheart, una creatura figlio del demonio.

Curiosità

Nicolas Cage ha un tatuaggio proprio di Ghost Rider. Per interpretare il personaggio l’ha dovuto coprire col trucco. Nicolas Cage è un Marvel fan fin dalla più tenera età e ha fatto di tutto per interpretare Johnny Blaze. Prima che lui si interessasse al progetto era stato considerato per la parte anche Johnny Depp. La parrucca che Cage indossa nel film richiedeva ogni giorno una seduta di applicazione da tre ore, ma il risultato purtroppo non è dei migliori.

Ghost rider spirito di vendetta

Ghost Rider – Spirito di vendetta (Ghost Rider: Spirit of Vengeance) è un film del 2012, diretto da Mark Neveldine e Brian Taylor, è il sequel del film di Ghost Rider del 2007, ma con un cast differente (ad eccezione del protagonista Nicolas Cage) e per un’ambientazione totalmente diversa (le riprese si sono svolte in Romania e Turchia, mentre nel primo film in Australia)

In questo nuovo capitolo della saga, Johnny Blaze è ancora alle prese con la maledizione del cacciatore di taglie del diavolo ma dopo l’incontro con il leader di un gruppo di monaci ribelli, sembra disposto a tutto pur di salvare un ragazzino dalle grinfie del demonio e, alla fine, riuscire a liberarsi una volta per tutte dalla maledizione che lo perseguita.

Curiosità

Dopo l’uscita di questo film, marcato Columbia, i diritti per una trasposizione live action del personaggio Ghost Rider sono tornati ai Marvel Studios. Eliminare i tatuaggi era un’operazione talmente lunga per Christopher Lambert (interprete di uno dei guerrieri monaci) ha deciso di tenerli addosso per tutta la durata delle sue riprese. Eva Mendes ha rifiutato di riprendere il suo ruolo originario, l’idea di far parte di un cinecomics non la esaltava più di tanto. La critica non ha potuto godere di alcuna anteprima. A differenza del primo film, non viene mai mostrata alcuna trasformazione per intero di Johnny in Ghost Rider.

Il film doveva essere un film più splatter, violento e crudo rispetto al precedente. Tuttavia la Sony ha deciso di ritentare la strada del PG-13 e quindi indebolire parecchio la produzione.

Agent of Shield e il tanto atteso ritorno

Ghost Rider è già stato visto nella serie TV Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D., che ha visto protagonista proprio l’infuocato personaggio Marvel, interpretato da Gabriel Luna, nei primi 8 episodi della quarta stagione.

Debutterà su Hulu (canale televisivo streaming) una nuova serie TV su Ghost Rider, con lo stesso interprete, andrà in onda sul servizio per l’anno prossimo, Ingrid Escajeda sarà lo showrunner e produttore esecutivo insieme a Paul Zbyszewski e Jeph Loeb, presidente di Marvel Television.

Riflessioni

Nicholas Cage reciterebbe per passione, probabilmente verrebbe a recitare anche per me se gli offrissi una pizza e una media chiara, ciò non esclude assolutamente che tutti i ruoli sono per qualsiasi attore, ebbene io Cage in questi due film non c’è lo vedo proprio! Ma soprattutto Jhonny Blaze nei fumetti non è mica biondo?

A parte questo, lo dico in maniera imparziale e neutrale, il primo film mi ha divertito (quasi) e il secondo invece mi ha fatto addormentare, credo effettivamente che Ghost Rider – spirito di vendetta sia stato uno dei pochi film visto in sala che mi ha fatto letteralmente dormire.

Sarà che forse io non ne sono un fan esagerato, sebbene io sia un appassionato di cinecomics e di Marvel, ma in generale mi ero creato per due volte delle aspettative mai definitivamente appagate, eppure anche in questo caso sono stato messo davanti ad un’ennesima prova, ormai divenuto un dato di fatto: case di produzione non curate direttamente da personale della Marvel (tipo come i Marvel studios) portano, la maggior parte delle volte, a dei risultati mediocri, superficiali e poco accurati.

Leggere un fumetto è come leggere un libro, per alcuni aspetti, e chi è fedele al fumetto, poiché nella sua testa si sia creato un suo film personalizzato, è dura poi confrontarsi con un’opera così poco simile alle atmosfere e i toni presenti sul cartaceo.

Per tutto il resto del mondo ignaro di tutto ciò, sono sicuro che almeno in parte Ghost Rider abbia intrattenuto a dovere svolgendo il suo dovere …. Ma io sono sempre in attesa di rivedere il nostro fiammeggiante teschio in qualche sua avventura degna di essere trasposta con le giuste modalità

Il vostro capitano vi saluta qui e vi rimanda ad un altro simpatico video realizzato per il mio canale tematico, vi saluto con un grande abbraccio. Ciao a tutti !!!!

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami