Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Rpbert De Niro

Robert De Niro: ricorda le sue origini italiane durante il 4 luglio

Quando parla delle sue origini, il buon Robert De Niro non si risparmia mai. Durante il giorno del indipendenza americana, ha speso belle parole per il nostro paese

Nato a New York nel 1943 ma profondamente legato al nostro bel paese, il nostro Robert De Niro, si possiamo proprio definirlo così, anche durante la festa più importante per gli Stati Uniti, ossia il 4 luglio, giornata dell’indipendenza americana, ha voluto omaggiare l’Italia e i suoi bisnonni  Giovanni De Niro e  Angelina Mercurio, i quali partirono da Ferrazzano, un piccolo comune di poco più di tremila anime in provincia di Campobasso, e arrivarono a New York, tutto il resto è storia.

Il saluto di Robert De Niro per la festa dell'Independence Day 2020

Sì, ci sarà anche lui, il grande Robert De Niro, a celebrare con tutti noi il 244esimo anniversario della Dichiarazione di Indipendenza.Il suo legame con l'Italia rimane fortissimo, e non ha voluto far mancare il suo saluto in questa occasione così speciale!🗓 Vi aspettiamo con domani, 4 luglio, alle 19:00 in diretta qui: https://www.facebook.com/AmbasciataUSA/videos/287142819303098/#4lugliousa

Gepostet von U.S. Embassy to Italy – Ambasciata Americana a Roma am Freitag, 3. Juli 2020

Robert De Niro: Gemellaggio USA – Italia

robert de niro primo pianoIn un modo o nel altro è sempre stato legato all’Italia, dato che fin dall’inizio della sua carriera cinematografica ha collaborato spesso e volentieri con registi italo americani di un certo livello, partendo da Martin Scorsese, passando per Coppola, Betolucci, Leone, De Palma. Un legame indissolubile quello tra Stati Uniti e Italia. Come se non bastasse ha lavorato anche con attori strabilianti come Al Pacino e Joe Pesci, reduci dall’ultima fatica The Irishman, dove hanno tirato fuori un italiano notevole. E non possiamo dimenticare che  ha scoperto e lanciato un giovanissimo Leonardo Di Caprio tra le braccia di Scorsese, difatti  i due hanno collaborato in svariati film, creando uno splendido sodalizio. Per tutta la carriera ha interpretato spesso personaggi legati alla malavita italo americana ma non si è mai tirato indietro, ricordiamo i due personaggi più memorabili, Al Capone in Gli Intoccabili e Michael Corleone in Il padrino – Parte II. Infine ricordiamo che il buon De Niro ha sempre nutrito profonda stima per il suo storico doppiatore Ferruccio Amendola, riuscendo a finalmente a conoscerlo alla serata dei Telegatti nel 1991, un binomio che ha fatto parte della storia del cinema. Dopo questa lunga carrellata di nomi e di storia biografica della famiglia De Niro, Robert conclude il suo ringraziamento con un semplice quanto efficace “Ed eccomi qui! Grazie Italia!”, dimostrando ancora una volta la sua semplicità, modestia e grande riconoscimento nei confronti della sua patria d’origine. Adesso possiamo solo aspettare di vederlo di nuovo in azione.

Potrebbe interessarti...

Speciale

Gli Steelbook Warner Bros in 4K a un prezzo speciale

The Walking Dead

Norman Reedus e l’amore speciale nato sul set

South Park

South Park: il nuovo speciale di un’ora South ParQ: Vaccination Special

Euphoria

Euphoria: il secondo episodio speciale

Euphoria

Euphoria: la recensione del primo episodio speciale

Cosa ne pensi di Robert De Niro attore? Cosa ne pensi di Robert De Niro uomo?
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0