only murders in the building

Only Murders in the Building: il sesto episodio

Siamo arrivati al sesto episodio e le cose si fanno interessanti

Naviga tra i contenuti

Scheda Only Murders in the Building 2

Genere: Commedia, giallo; Anno: 2021 – in corso; Durata: 26 – 36 minuti (episodio) Stagioni: 2; Episodi: 20; Fotografia: Chris Teague; Montaggio: Matthew Barbato, Julie Monroe, JoAnne Yarrow; Distribuzione: Hulu, Star (Disney+); Paese: Stati Uniti d’America; Ideatore: Steve Martin, John Hoffman; Musiche: Siddhartha Khosla; Produttore esecutivo: John Hoffman, Steve Martin, Jamie Babbit, Dan Fogelman, Jess Rosenthal, Selena Gomez, Martin Short; Casa di produzione: 20th Television, Rhode Island Ave. Productions, 40 Share Productions; Cast: Steve Martin, Martin Short, Selena Gomez, Jackie Hoffman, Michael Cyril Creighton, Jayne Houdyshell, Cara Delevigne, Amy Schumer.

Trailer Only Murders in the Building 2

Sinossi Episodio 6 – Valutazione delle prestazioni

Charles, Oliver e Mabel si scontrano con la loro mentore, diventata poi avversaria, Cinda Canning. Successivamente, un indizio chiave richiede che il trio orchestri un classico appostamento, in stile Brazzos. New York non è mai stata così scintillante.

Recensione Episodio 6 – Valutazione delle prestazioni

Siamo ormai giunti al sesto episodio di questa seconda stagione di Only Murders in the Building, disponibile ogni settimana solo su Disney+.

A mio parere, è forse l’episodio migliore tra quelli usciti finora: ha un misto di tutto, dal solito comedy che contraddistingue il trio di detective improvvisati, al drama necessario per un giallo come Only Murders in the Building, per finire in bellezza con un fantastico “cosa sta succedendo???”.

Only Murders In The Building

La puntata inizia mostrando il personaggio di Jimmy Russo, usato da Cinda Canning (Tina Fey) e il suo podcast per screditare la già ormai malvista Mabel agli occhi del pubblico.

Poi si passa a confermare che il messaggio, che era arrivato alla fine della stagione precedente di Only Murders in the Building a Charles e Oliver mentre erano sul tetto, non era stato inviato dalla detective. Il trio, quindi, sta parlando con il colpevole dell’omicidio di Bunny e non resta, perciò, che escogitare un modo per catturarlo e cosa è meglio di un po’ di glitter per marchiarlo?

Non sorprende a nessuno che l’idea del glitter sia arrivata dallo showman per eccellenza, Oliver; ciò che sorprende Oliver e Mabel, invece, è finalmente scoprire che Charles non ha interrotto i contatti con Jan. È forse, questa, una delle parti più simpatiche dell’episodio, con Charles che tiene un bellissimo discorso molto emotivo, distraendo Oliver e Mabel, proprio mentre il colpevole si reca verso la trappola di glitter.

C’è un ultimo momento di risate prima di concludere l’episodio: Charles che ingaggia la sua acerrima nemica, la sua controfigura per lasciare Jan e interrompere questa specie di “relazione” che era tornata a crearsi tra i due.

only murders in the building

Ciò che veramente lascia un po’ di stucco non è tanto l’ultima scena in cui Mabel accoltella con un ferro da maglia il colpevole ricoperto di glitter sulla metro, ma l’incontro precedente con Alice (Cara Delevigne).

Cosa sta succedendo? Perché Alice ha questa ossessione per Mabel? L’uomo glitter è davvero l’assassino di Bunny? Siamo a metà stagione e possiamo cercare di fare qualche congettura, ma saranno corrette?

/10
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI
0