Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
nureyev the white crow locandina

Nureyev – The White Crow di Ralph Fiennes al cinema

4 1 vota
Voto iCrewers

Il 25 luglio arriva sul grande schermo il film su Nureyev

La Eagle Pictures farà uscire il film in Italia il 25 luglio in concomitanza con la Giornata Internazionale della Danza. Un omaggio al grande ballerino russo Rudolf Nureyev che ha cambiato il mondo della danza classica rendendola più moderna e all’avanguardia. Dotato di un fisico eccezionalmente elastico e potente riusciva a fare movimenti e figure al limite dell’umano in modo velocissimo senza mai perdere la grazia innata. Osannato dalla critica che lo definirà il più grande ballerino del XX secolo e dal pubblico, nel film verrà interpretato da Oleg Ivenko talentuoso ballerino russo, al suo debutto cinematografico.

La regia del film è affidata al grande attore Ralph Fiennes (Schindler’s List, Il paziente inglese, The Reader, Harry Potter…) che firma la sua terza regia dopo lo storico Coriolanus ed il drammatico The Invisible Woman. Mentre il protagonista è affiancato da Adèle Exarchopoulos apprezzata nel discusso  La vita Di Adele; Chulpan Khamatova vista in Good Bye Lenin! film incantevole del 2003; e lo stesso Fiennes che interpreta il maestro di ballo di Nureyev.

The White Crow ci racconta la storia del ballerino fin dall’infanzia sotto il regime russo, lo studio e l’impegno nel ballo, l’amore per l’arte, ma anche il suo carattere non certo facile. Una personalità impetuosa, schiva, difficile, ma forte che non accettava né regole né compromessi. Il film di Fiennes però si concentra su un particolare momento della vita di Nureyev, siamo nel 1961 quando, avuto il permesso di lasciare la Russia per fare una tournée internazionale in Francia, sfrutterà il momento per non tornare più in patria per seguire ed ampliare i suoi sogni. Venne accusato dal governo di alto tradimento e il ballerino non poté più rientrare in patria per ventisei anni. Lasciato libero di esprimersi e di ballare senza freni riuscì a ottenere un successo mondiale, Parigi, Londra, Milano, Roma, New York… divenendo la leggenda senza tempo; ancora oggi è ritenuto il precursore della danza classica che sposa la danza moderna, rimanendo l’icona da seguire per tutti i ballerini del passato, del presente e del futuro.

Potrebbe interessarti...

The Great Escaper

The Great Escaper riunisce Michael Caine e Glenda Jackson

Dogma

Dogma (1999), un film provocatorio e divertente

Army of the Dead

Army of the Dead, su Netflix dal 21 maggio 2021

Questione di Tempo

Questione di Tempo: sono i piccoli momenti a fare una vita

Superman

Il Batman di Tim Burton tornerà con storie a fumetti

Iscriviti
Notificami
guest
2 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Chiara
Chiara
1 anno fa
Voto iCrewers :
     

Dura prova per regista e attori, specialmente per “nuovo” Nureyev, considerando il carisma e la personalità del grande ballerino russo !
Merita sicuramente la visione !

Irene Pepe
in risposta a  Chiara
1 anno fa

Siamo in due a non vedere l’ora! Già la storia di Nureyev è estremamente interessante, poi sono molto curiosa di vedere Ralph Fiennes alla regia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0