Netflix non riesce a trovare un accordo con le grandi catene distributrici per l’ultimo film di Martin Scorsese The Irishman. Come già è accaduto per Roma, sarà possibile vederlo solo nelle sale indipendenti

Anche se il nuovo film di Scorsese è sicuramente uno degli eventi cinematografici più importanti dell’anno, non ci sarà una prima memorabile ad accoglierlo, visto che continuano, a vari livelli, i dispetti fra grandi catene di distribuzione e la piattaforma Netflix. Il film, che aspira agli Oscar, sarà proiettato nelle sale indipendenti a partire dal 1 novembre e, a partire dal 27 dello stesso mese, sarà a disposizione su Netflix.

Netflix ormai si è buttata nella produzione cinematografica in grande stile e aspira a un posto a Hollywood accanto alle case di produzioni storiche; per fare ciò ha bisogno che i suoi film vengano distribuiti, il che gli permetterebbe anche di accedere ai premi. I soldi che arrivano alla piattaforma, di fatto, sono quelli degli abbonati, per questo Netflix pretende anche di poter rendere disponibili i film nel più breve tempo possibile e questo non va giù ai giganti di Hollywood che si vedono defraudati di lauti guadagni. Questa è la situazione. Poi la polemica viene sempre spostata sul piano artistico, ma è solo un fatto di soldi. Come sempre, del resto. Lo scorso anno lo stesso panorama si era prospettato per Roma. Il film di Alfonso Cuarón vinse a Venezia, fu nominato per dieci Oscar, fu visto in 900 sale in tutto il mondo, ma non fu distribuito dalle grandi catene e per questo motivo, dicono alcuni, non ha ottenuto l’Oscar più ambito di miglior film. Ma se il successo di Roma, probabilmente, fu una sorpresa sia per Netflix che per Cuarón, anche perché era sì un film adatto a Venezia, ma non certo per la vetrina luccicante degli Oscar, questa volta si gioca per vincere. Il cast è composto da Robert de Niro, Joe Pesci, Harvey Keitel e Al Pacino e la sceneggiatura è stata scritta da Steven Zaillian. Oltre alla presenza di questi giganti c’è anche la curiosità di vedere in azione gli effetti speciali della Industrial, Light & Magic che ringiovanirà gli attori per parte del film.

Qui a Pisa credo proprio che non avremo problemi a vedere l’ultima fatica di Scorsese, visto che abbiamo la nostra storica sala indie, l’Arsenale, ma saranno in molti quelli che dovranno accontentarsi di vedere The Irishman sul piccolo schermo, soprattutto negli States, dove le sale indie non sono così diffuse.

Qui il trailer:

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami