Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
luna park

Luna Park: tra chiromanti e Dolce Vita

Luna Park: metti un po' di "Dolce Vita", una compagnia di artisti erranti, due famiglie agli antipodi, un mistero e il gioco è fatto

luna park

Luna Park – 2021

Regia: Leonardo D’Agostini; Scritta da: Isabella Aguilar; Produttori: Fandango; Cast:  Simona Tabasco, Tommaso Ragno, Milvia Marigliano, Mario Sgueglia, Ludovica Martino, Lia Grieco, Guglielmo Poggi, Fabrizia Sacchi, Michele Bevilacqua, Lorenza Indovina, Edoardo Coen, Alessio Lapice, Giulio Corso, Matteo Olivetti, Alessandra Carrillo, Gianfranco Gallo, Davide Valle, Roberto Evangelista, Giulia Ricciardi, Lidia Vitale e Ilaria Loriga; Paese: Italia.

Sinossi

Nella Roma degli anni ’60, una ragazza indipendente cresciuta in una famiglia di giostrai scopre inaspettatamente di appartenere a due mondi molto diversi.
luna park
Luna Park è una nuova serie made in Italy prodotta da Fandango, scritta e creata da Isabella Aguilar (già sceneggiatrice di Baby) e diretta da Leonardo D’Agostini, disponibile sulla piattaforma streaming Netflix dal 30 settembre. Racconta l’appassionante storia di Nora, giovane giostraia romana che ha girato il mondo intero e di Rosa, una facoltosa ragazza della Roma bene. Le due, grazie ad una seduta di cartomanzia, scopriranno di essere sorelle gemelle.
luna park
Il mistero di fondo, in una gradevole ambientazione anni ’60, con la progressiva diffusione della televisione nelle case degli italiani, l’intramontabile moda della Dolce Vita, le vespe colorate che sfrecciano in una Roma da set cinematografico, si infittisce a seguito di un omicidio che scuote le vite dei protagonisti ulteriormente. Il finale lascia presagire il rinnovo della serie per una seconda stagione. 
luna park
Gli elementi per una serie di successo ci sono tutti, se non fosse per qualche sbavatura che proprio non la fa decollare: riprese troppo aderenti allo stile delle fiction italiane, brani moderni che stridono con lo spazio temporale in cui la vicenda si svolge, nonché una recitazione intensa, ma talvolta poco convincente e forzata.
luna park
Punti di forza: la cura dei costumi, delle ambientazioni e dell’atmosfera magica delle “giostre“, i salti temporali tra la linea temporale narrativa e il periodo della Seconda Guerra Mondiale, la conoscenza approfondita dei personaggi, i dialoghi e gli intrighi.
Tutto sommato Luna Park è promossa, ma non brilla nè si distingue.

Raggiunge la sufficienza a stento.

Sono severa con Luna Park e lo sono perché dalle produzioni italiane voglio di più.

L’ennesima serie TV italiana che potrebbe offuscare le altre, perché contenutisticamente e creativamente superiore, con una bellissima sceneggiatura, ambientazione e soggetto interessanti, ma che non riesce a tradursi in immagini all’altezza dei prodotti internazionali.

Il cast è composto da volti già noti e di indubbia competenza e da giovani la cui recitazione appare spesso artificiosa e forzata. Non dubito che siano interpreti talentuosi, ma non convincono.

Persino la bravissima Simona Tabasco di Perez, in qualche scena, assume una serie di espressioni che mal si addicono al suo personaggio, salvo quando è costretta a mostrarsi risoluta e allora riesce a far emergere tutto il talento di cui è capace.

Le riprese sono più simili a quelle di una fiction che di una serie TV e infine ha quel difetto comune a tutti i recenti film e serie TV italiane: un audio estremamente basso per i dialoghi ed eccessivamente alto per colonna sonora ed effetti sonori.

Molto ingegnoso il finale sospeso che assicura una seconda stagione.

Tutto sommato, Luna Park si impegna, ma potrebbe e dovrebbe fare meglio!

Potrebbe interessarti...

Mio fratello, mia sorella

5.5/10

Batman

8.6/10

L’uomo che vendette la sua pelle

6.5/10

PINO

7.5/10

Dinner Club

9/10

Tre piani

6/10

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Recensione

L’uomo che vendette la sua pelle

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
+1