Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp

Paola Cortellesi interpreta Petra nella nuova serie TV targata Sky

L’attrice si cala, italianizzandola, nei panni dell’ispettore di polizia Petra Delicado nato nei romanzi della scrittrice Alicia Gimenez Bartlett

petra
petra
Una personalità poliedrica come quella della Cortellesi sarà senza dubbio all’altezza di questa nuova sfida. Attendiamo trepidanti di vedere che tipo di detective sarà, bella e implacabile o dolce e schietta?

Paola Cortellesi vestirà i panni di Petra Delicato, nella nuova serie Sky Original, un’ispettrice della squadra mobile di Genova che cerca di risolvere i casi di omicidio e di violenza con franchezza e ironia.

Prodotta da Cattleya – parte di ITV Studios – in associazione con Bartlebyfilm, debutterà a settembre; quattro storie gialle al femminile ispirate alla detective di Barcellona più famosa al mondo, apparsa per la prima volta in Spagna nel romanzo Riti di morte (1996), pubblicato in Italia nel 2002 da Sellerio, editore di tutti i suoi romanzi.

La serie, ambientata a Genova, è diretta da Maria Sole Tognazzi, per la prima volta impegnata in una produzione per la tv, che torna a dirigere Cortellesi dopo Passato prossimo(2003), sua prima regia che le valse il Globo d’Oro per la miglior opera prima e un Nastro d’Argento come Miglior regista esordiente.

Cortellesi-Petra è un’ispettrice che dall’archivio si ritrova catapultata in prima linea a risolvere dei casi di omicidio e di violenza, assieme al vice-ispettore Antonio Monte (Andrea Pennacchi), poliziotto vecchio stampo prossimo alla pensione, ricco di saggezza umana e di grandi intuizioni.

petra

Un giallo attraversato dell’umorismo, che non nasconde tuttavia quel velo d’amarezza che inevitabilmente la morte si trascina dietro.

Petra non ha un passato facile, con due matrimoni falliti alle spalle e una ricerca spasmodica per capire quale sia il suo posto nel mondo; sarà forse proprio questo nuovo incarico, a darle una nuova spinta, e la possibilità di dedicarsi a tante sfide scegliendo di mettersi in gioco non solo professionalmente, ma anche umanamente.

Paola Cortellesi è senz’altro un’attrice che potremmo definire a tutto tondo, la sua franchezza, insieme ai suoi modi diretti e alla sua ironia pungente, ne fanno una donna per niente scontata e tutta da scoprire, un unicum che già sulla carta rende Petra uno dei personaggi femminili più interessanti che vedremo nella prossima stagione televisiva.

La stessa Cortellesi è entusiasta di questa nuova occasione, a tal proposito ha dichiarato

“Petra è una donna abile eppure imperfetta, che ha il coraggio di liberarsi dai cliché femminili, fra tutti il bisogno di piacere agli altri. Cerca una via d’uscita e non ha paura di pagarne il prezzo. Amo questo personaggio, creato dalla penna acuta di Alicia Giménez-Bartlett. E sono felice di poterlo interpretare diretta da una regista (e amica) eccezionale come Maria Sole Tognazzi”.

Petra, le cui riprese si sono svolte a Genova appunto, con il supporto della Genova-Liguria Film Commission, è scritta da Giulia Calenda, Furio Andreotti e Ilaria Macchia insieme a Enrico Audenino.

La regista Maria Sole Tognazzi, sicuramente non ci deluderà, esperta com’è nei ritratti di donne dalla Margherita Buy di Viaggio sola, alla coppia Buy-Ferilli in Io e lei.

“Nei miei film ho sempre voluto raccontare donne anticonvenzionali, libere, sorprendenti, che sfidassero il senso comune. E in Petra ho trovato l’occasione perfetta per cimentarmi in un grande progetto mantenendomi fedele ai temi che mi sono più cari. Sono orgogliosa che mi sia stata affidata la responsabilità di tradurre sullo schermo questo stupendo personaggio creato da Alicia Giménez-Bartlett e sono convinta che abbia tutte le caratteristiche per diventare un personaggio iconico e amato dal pubblico”.

petra

Poi c’è anche lui, Andrea Pennacchi, chiamato a interpretare il vice ispettore che assiste passo passo nei libri la protagonista. Nei libri si chiama Fermìn Garzon ed è un azzeccatissimo incrocio di gentiluomo spagnolo vecchio stampo, consapevole di vita e gerarchie: in pratica è il punto di riferimento vero per il pubblico maschile che ha letto i libri, il suo rapporto di rispetto superiore, gioco ironico nella vita professionale a due, finte-vessazioni che l’ispettrice gli riserva sono un punto-chiave della narrazione, nella serie è Antonio Monte.

La serie tratta dalla lettissima serie di romanzi della spagnola Bartlett debutterà, lo ripetiamo, a settembre su Sky col titolo eponimo Petra, quello che ci aspettiamo è senz’altro un’interessante trasposizione del romanzo spagnolo con una Paola Cortellesi di straordinaria fattura in un ruolo nuovo, fresco e potente. Tutti pronti allora a conoscere Petra, la sua allegria, la sua ironia, i suoi casi da risolvere.

Commenti recenti

Commenta qui...

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
1+