Netflix a Genova. Mickey Rourke e Jacqueline Bisset arrivano ad Orvieto. In Sardegna, George Clooney per la serie tv “Catch 22”

Grande festa di benvenuto a Santa Margherita Ligure, in provincia di Genova, dove sono iniziate le riprese di “Murder Mystery“, con Adam Sandler, Jennifer Aniston e Luke Ewans. Presenti il sindaco, il presidente della regione e l’assessore alla cultura, che hanno accolto con gioia i produttori del film Alan Covert, Kevin Grady, Barry Bernardi ed Enzo Sisti per Netflix. Di seguito, la sinossi ufficiale del film:

“Un poliziotto di New York decide finalmente di portare sua moglie a fare un viaggio alla scoperta dell’Europa. Sul volo di andata la coppia conosce un uomo misterioso, che fa in modo che vengano invitati ad un’intima riunione di famiglia sul lussuoso yatch dell’attempato miliardario Malcolm Quince. Quest’ultimo viene assassinato e i due diventano i principali sospettati in un originale thriller dei giorni nostri.”

Ad agosto, le riprese di “The Winemaker’s son“, scritta e diretta da Paul Leitner (Paolo Pilladi) , dopo un tour in vari paesi del Lazio,  si sposteranno ad Orvieto, dove sono attesi due grandi attori del cinema mondiale. Infatti, stanno per arrivare Jacqueline Bisset e Mickey Rourke, per interpretare i rispettivi ruoli nella storia di Beppe, un giovane che rientra in Italia dopo molti anni, riscoprendo luoghi e persone che lo porteranno a fare un profondo viaggio interiore, cambiando la sua visione di se stesso e della vita.

Per chi non lo sapesse, al momento del suo incidente, George Clooney si trovava in Sardegna per le riprese della serie “Catch 22“, che produce con Sky Italia e Paramount Italia, in onda su Sky Atlantic nel 2019. La serie è tratta dal romanzo di Joseph HellerComma 22“, ambientato in Italia durante la seconda guerra mondiale, e racconta le vicende di un giovane e talentuoso aviatore, a cui vengono aumentate con il tempo il numero delle missioni che deve compiere prima di potersi congedare. L’unica via di fuga, appellarsi al codice 22 e dichiararsi pazzo, ma così facendo, rischia di cadere nel paradosso perché:

“Chi è pazzo può chiedere di essere esentato dalle missioni di volo, ma chi chiede di essere esentato da certe missioni di volo non è pazzo”.

Non c’è che dire, l’Italia si conferma, come da molti anni a questa parte, la meta preferita dove ambientare serie tv e film, affermandosi sempre di più come location preferita da registi e produttori di fama mondiale.

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami