Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Le iene - Quentin Tarantino

La casa di carta 4 e i riferimenti a Quentin Tarantino

Anche nella quarta stagione di La casa di carta, continuano i riferimenti a Quentin Tarantino. Andiamo a vederli insieme!

La casa di carta, fin dalla prima stagione, non ha mancato di omaggiare alcuni dei più grandi registi del momento, ma in particolare la serie spagnola è affezionata a Quentin Tarantino, autore più acclamato del momento e di cui si parla ormai ogni giorno.

Sei curioso di vedere come è stato omaggiato? Scopriamolo insieme!

 1.L’iniezione a Nairobi

Nel primo episodio della quarta stagione (Game over), Nairobi, che lotta tra la vita e la morte, sta per morire soffocata, così Helsinki le inietta un medicinale e la scena ricorda tanto l’iniezione di adrenalina fatta a Mia Wallace in Pulp fiction (1994).

La casa di carta 4

Pulp fiction

 

2. I piedi di Tokyo

Il quinto episodio (5 minuti prima) è pieno di omaggi al grande regista. Partiamo dal momento in cui Tokyo viene rapita da Gandìa e portata nella camera segreta. Lì inizierà a fare caldo e la ragazza si toglierà le scarpe, a quel punto Gandìa nota lo smalto nero che ha sui piedi e inizia a fare apprezzamenti. Seguirà un primo piano sui piedi di Tokyo. Sappiamo bene che Tarantino ama particolarmente i piedi femminili, inquadrati almeno una volta in quasi tutti i suoi film.

La casa di carta 4

 

3. Il discorso tra Rio e Denver

Ricordate la celebre scena iniziale di Pulp fiction dove Vincent (John Travolta) e Jules (Samuel L. Jackson) parlano del famoso “massaggio ai piedi” fatto a Mia Wallace che avrebbe scatenato l’ira di suo marito Marsellus? Bene, questa finezza nella sceneggiatura ci viene riportata alla mente quando Denver, che sta cercando di salvare Tokyo insieme a Rio, accusa quest’ultimo di stare “a piedi nudi” vicino a Monica (Stoccolma); ponendo questa condizione come forma di intimità troppo grande da tollerare.

Denver: tu cosa facevi sul divano con Stoccolma?

Rio: stavamo parlando.

Denver: a piedi nudi? Dai, amico.

Rio: sì a piedi nudi. Che cambia?

Denver: sì, che cambia. Non mi tolgo le scarpe per parlare con Lisbona su un sofà. E sai perché? Perché mi sentirei a disagio.”

 

La casa di carta 4

 

4. I 5 minuti prima

Ultimo riferimento presente nella stessa puntata si incentra proprio sulla tecnica di montaggio che ricostruisce una scena finale in base a alle azioni che alcuni personaggi stavano svolgendo 5 minuti prima di questa. Troviamo lo stesso metodo utilizzato per capire com’è andata la consegna del denaro in Jackie Brown (1997).

5. Le pistole puntate

Concludiamo con il riferimento al film esordio di Quentin Tarantino, Le iene (1992). Torniamo alla prima puntata di La casa di carta 4, in cui ad un certo punto l’atmosfera inizia a farsi bollente e tutti i protagonisti si puntano un’arma contro, fino a ricreare la famosa situazione presente nel film.

La casa di carta 4

Le iene - Quentin Tarantino

A proposito di citazioni a Le iene, la ricordate questa?

La casa di carta

Qui siamo nella prima stagione e in una delle solite liti tra Berlino e Nairobi, quest’ultima afferma “tu non giochi con me, Berlino. Questo non è un film di Tarantino“.

D’altronde lo stesso Tarantino è un maestro degli omaggi ai suoi registi preferiti. Direi che ha indirizzato bene le nuove generazioni!

Potrebbe interessarti...

La Casa di carta

La Casa di Carta chiuderà con la stagione 5

La Casa di carta

La Casa di Carta: si rumoreggia del sequel e dello spin-off

La Casa di carta

La Casa di Carta 4 – L’abbiamo vista per te senza spoiler

La Casa di carta

La Casa di Carta: ecco i titoli dei nuovi episodi

La Casa di carta

La Casa di Carta 4: Che il caos abbia inizia. Dal 3 aprile

Si dice che uno dei successi di La casa di carta è proprio dovuto a queste citazioni. Sei d’accordo? Qual è la tua preferita?
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Rubrica

Sixteen Candles - Un compleanno da ricordare

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
+1