“Il complicato mondo di Nathalie”, l’ironia dei cinquant’anni

0
74

Campione d’incassi in Francia, dall’11 ottobre nelle sale italiane

Se non vi è capitato di vedere il film “La famiglia Bélier” del 2014 vi consiglio di farlo. La storia parla di una giovane adolescente di nome Paula con una voce angelica destinata ad un luminoso futuro come cantante desiderosa di spiccare il volo e seguire la sua strada, ma emotivamente bloccata dalla sua famiglia. Infatti, i suoi genitori e il fratello minore sono sordomuti e Paula si sente a disagio ad abbandonarli per seguire il suo sogno che la porterebbe lontano dai suoi cari. Il film già di per se è molto simpatico e toccante, ma l’interpretazione della madre di Paula Gigi, il premio César Karin Viard, è incredibilmente reale quando mostra solo con il volto la gioia e il dolore che prova quando ha la consapevolezza che la figlia è un talento naturale per il canto, ma questa dote innata la porterà lontano da lei. Ora l’attrice Karin Viard torna sugli schermi con il film “Il complicato mondo di Nathalie”, una deliziosa commedia sulla crisi femminile dei cinquant’anni. Ecco qui la sinossi ufficiale:

“Nathalie è una professoressa di lettere divorziata e madre premurosa che sta attraversando una fase complicata della propria vita. La figlia, la migliore amica, lʼex marito… le sembra che tutti siano contro di lei e che nessuno riesca a comprenderla. Nathalie inizia così a fare i conti con se stessa e con gli altri per dare un senso al suo sentimento dʼinsoddisfazione e nostalgia dei bei tempi andati. Ma i suoi sbalzi dʼumore e il suo graffiante sarcasmo mettono a dura prova le persone che la circondano. Cosa starà accadendo a Nathalie? Un toccante e ironico ritratto di una donna sulla soglia dei cinquantʼanni.”

Nathalie è una donna schietta e Karin Viard è subito stata attratta dall’originalità personaggio, dichiarando:

“Spesso ci vengono raccontate storie di donne che si avvicinano ai cinquantʼanni che vogliono andare a letto con uomini più giovani o altre che sono semplicemente alla frutta. Qui invece abbiamo a che fare con un personaggio complesso, come piacciono a me. Un personaggio pieno di sfaccettature.”

Per la regia di David e Stéphane Foenkinos, nel cast anche Dara Tombroff, Anne Dorval, Thibault De Montalembert, Bruno Todeschini, Marie-Julie Baup, Corentin Fila e Anais Demoustier.

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami