Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Luke Perry

I segreti delle star: Luke Perry e il palloncino di scorta

Luke Perry ci ha lasciato molto più delle sue interpretazioni a lenire il dolore della sua morte, tanti splendidi aneddoti sui suoi gesti gentili e teneramente umani

Nella rubrica di questa settimana, racconterò grazie al ricordo di Colin Hanks (figlio di Tom) un simpatico episodio di cui Luke Perry è stato protagonista qualche tempo fa.

View this post on Instagram

I only met him once but the story is too good not tell given todays sad events. My wife and I are on a plane back from Mexico. Couple of rows ahead of us, these two brothers, young kids, are beating the hell out of eachother. Their poor parents are powerless to stop the crying, yelling and screaming. If you're a parent you understand. Sometimes there's nothing you can do. It was like this for close to two hours. Then about 10 minutes before landing it starts to get real bad. Out of no where, a man comes from first class. Hat, beard, sunglasses, blowing up a balloon. He ties it off, hands it off like he's holding out a sword to a king. Kneeling, Head down, arms up. Kids calm down in milliseconds. Plane damn near bursts into applause. 15 minutes longer and it probably would have started WWIII, but we landed before that could happen. We get off the plane, are waiting on line in customs. Finally get a good look at the guy and I say to my wife "Holy shit. I think that balloon man/hero" is Luke Perry". As luck would have it we end up standing next to each other. Out of the blue he turns to me and says some kind words about Fargo, which kinda blew my mind. I start singing his praises about how long I've admired him and also about the move with the balloon. "That's a pro move! You can't teach that!" I say. He tells me he always flies with a couple of balloons for that very reason, to give to screaming kids. Don't know if that's true, but have no reason to believe it wasn't. Guy seemed like a true gent. Gone way too damn soon. Also, I'll be damned if I don't start traveling with some spare balloons ??? #promove #rip #lukeperry #truegent

A post shared by Colin Hanks (@colinhanks) on

Colin scrive: ‘L’ho incontrato solo una volta ma la storia è troppo bella per non raccontarla, dato il triste evento di oggi. Mia moglie ed io siamo su un aereo di ritorno dal Messico. Un paio di file avanti a noi, questi due fratelli, due bambini, se le stanno suonando di santa ragione. I loro poveri genitori non riescono a fermare il pianto e le urla. Se sei un genitore, li capisci. Qualche volta, non c’è niente che si possa fare. Ed era così da buone due ore. Finché, dieci minuti prima dell’atterraggio, le cose peggiorano. Dal nulla, appare un uomo dalla prima classe. Cappello, barba, occhiali da sole e sta gonfiando un palloncino. Lo annoda e lo porge come se stesse offrendo una spada ad un re. In ginocchio, testa bassa e braccia in alto. I bambini si calmano in un millisecondo. Per poco l’intero aereo non applaude. Altri 15 minuti e probabilmente sarebbe scoppiata la Terza Guerra Mondiale, ma siamo atterrati prima che accadesse. Scendiamo dall’aereo e ci mettiamo in fila per la dogana. Finalmente riesco a guardare per bene l’uomo e dico a mia moglie ‘Porca miseria. L’eroe del palloncino è Luke Perry‘. Fortuna vuole, che ci ritroviamo l’uno accanto all’altro. Dal nulla lui mi dice qualcosa di carino su Fargo, il che mi lascia sbalordito. Inizio a tesserne le lodi e a dirgli da quanto lo ammiro ed anche per la storia del palloncino. Gli dico ‘Quella è una mossa da professionista! Non si può insegnare!‘. Mi dice che viaggia sempre con un paio di palloncini proprio per darli ai bambini irrequieti. Non so se fosse vero, ma non ho nessuna ragione per credere il contrario. Era un gran signore. Andato via troppo presto. E che io sia dannato se non inizierò a viaggiare con qualche palloncino di scorta.’

Luke Perry

Ma questo aneddoto è solo un assaggio dell’incredibile umanità del bel Luke, perché ho in serbo molti altri segreti e ho intenzione di rivelarli poco a poco per apprezzare sempre più la splendida persona che era e le tracce di sé che ha lasciato nella sua famiglia e in tutti coloro che hanno avuto la fortuna e l’onore di conoscerlo.

Luke Perry

A Cannes, intanto, Leonardo DiCaprio e Brad Pitt hanno ricordato Luke, il quale è stato al loro fianco nella realizzazione di Once Upon a Time In Hollywood.

Luke Perry

Leo ha dichiarato a Esquire il momento in cui è arrivato sul set e, insieme a un amico, ha notato Luke: ‘Mi ricordo che ero con il mio amico Vinny, anche lui nel film. Siamo entrati ed entrambi abbiamo sentito le farfalle nello stomaco: ‘Oh mio Dio, ma lì c’è Luke Perry!‘. Anche Brad ricorda di avere avuto una reazione simile: ‘L’ho visto e ho esclamato: ‘Ma quello è il f*****o Luke Perry!’ Eravamo come dei ragazzini in un negozio di dolci, ricordo quando andavo negli Studios e Beverly Hills 90210 era in onda, lui era un’icona per noi adolescenti, era il più figo. E’ stato eccitante aver potuto lavorare con lui. Era incredibilmente umile, divertente e dedicato al lavoro. Non avrebbe potuto essere più amichevole, era un uomo straordinario con cui passare il tempo. Abbiamo avuto meravigliose conversazioni, era davvero speciale‘.

E c’è da scommettere che riempiremo i cinema per l’ennesimo capolavoro di Tarantino e per l’ultima gloriosa performance di Luke Perry.

Potrebbe interessarti...

Home Economics

Il trailer di Home Economics, una nuova comedy familiare

The Time Traveler's Wife

Rose Leslie e Theo James in The Time Traveler’s Wife

Speciale

Tenebre e ossa, il teaser ufficiale della serie fantasy Netflix

Il Commissario Ricciardi

Il Commissario Ricciardi: la recensione della prima stagione

Speciale

Jupiter’s Legacy, Netflix rilascia l’anteprima ufficiale

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0