Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
amber heard

I segreti delle star: EDIZIONE SPECIALE

La vicenda di Amber Heard e Johnny Depp sembra non avere fine. Dopo anni trascorsi a smentire le accuse di Amber, Johnny può finalmente provare la sua innocenza

Amber Heard, all’indomani del divorzio da Johnny Deep, nel maggio del 2017, ha dichiarato di essere stata aggredita e malmenata dall’ex marito scatenando su di lui un vero e proprio putiferio mediatico e giudiziario. L’attore, al quale quelle dichiarazioni (rilasciate con tanto di fotografie/immagini dello zigomo tumefatto) sono costate in termini di carriera, rispettabilità e immagine, ha sempre respinto con forza le terribili accuse, sino ad ottenere che fossero formalmente ritirate. Ma, se vogliamo, la frittata Amber l’aveva fatta e dopo aver lanciato una bomba di questo genere, è estremamente complesso ristabilire l’ordine, soprattutto in piena campagna #metoo a sostegno delle donne vittime di abusi e violenze, tant’è che questa “scomoda” accusa continua a perseguitare Johnny che se la porta dietro un po’ come uno stigma. Oggi qualcosa è cambiato, qualcosa di grosso! Con uno scoop straordinario, il Daily Mail ha reso pubbliche le registrazioni di una sessione di terapia tra Johnny Depp ed Amber Heard nel corso della quale la donna ammette di aver colpito l’uomo ripetutamente con pentole, padelle e vasi.

Mi dispiace non averti colpito in faccia con un vero schiaffo, ti stavo colpendo ma non ti ho dato un pugno. Tesoro, non sei stato preso a pugni’ si sente in uno dei punti della registrazione. E ancora: ‘Non so quale sia stato il movimento della mia mano, ma stai bene, non ti ho ferito, non ti ho dato un pugno, ti stavo colpendo‘.

Negli audio si sente un Johnny davvero esasperato che ammette di aver a sua volta spinto Amber per contenerne l’ira. L’attore aggiunge: ‘ Me ne sono andato ieri sera, te lo giuro, perché non riuscivo a sopportare l’idea di un altro scontro fisico, di altri abusi fisici fra noi. Perché se avessimo continuato, sarebbe andata fottutamente male. E piccola, te l’ho già detto una volta: sono spaventato a morte, in questo momento siamo una fottuta scena del crimine‘.

Ma Amber è categorica: ‘Non posso prometterti che non arriverò di nuovo alle mani. Dio, a volte mi arrabbio così tanto da perdere completamente la ragione‘.

johnny depp

Tra i due, dunque, quello violento non era certo Johnny ed il rapporto con Amber era un rapporto estremamente malato, destinato a naufragare. L’attore aveva cercato di raccontare la sua verità, anch’egli avvalorandola con prove fotografiche, ma nel frattempo si è conclusa la lunga battaglia legale per formalizzare il divorzio e le “spartizioni” di rito (Amber ha accettato 7 milioni di dollari e l’affido dei due yorkshire della coppia) e molti colleghi ed “addetti ai lavori” lo avevano comunque allontanato. Tali rivelazioni saranno, dunque, naturalmente materiale prezioso per la causa di diffamazione intentata da Johnny nei confronti di Amber che l’ha (giustamente) citata per 50 milioni di dollari, dato il grave danno d’immagine subito dall’attore e le conseguenti perdite di ingaggi e contratti (basti pensare alla saga Disney di Pirati dei Caraibi).

Amber adesso dovrà pagare le conseguenze delle menzogne e delle gravissime accuse mosse a Johnny e, francamente, non sarebbe una grande perdita se tutto ciò ne compromettesse la carriera. Amber non è un bell’esempio di persona, di donna e di attrice e forse ha bisogno di tempo e aiuto per lavorare su se stessa, sulla gestione della rabbia e sull’essere una patologica manipolatrice bugiarda. Johnny non aveva torto a chiedere che fosse sottoposta a perizia psichiatrica, ma è stato un gran signore a non rivelare il contenuto delle sedute terapeutiche di coppia e a non farle circolare.

johnny depp

Che gli errori, in una coppia, si facciano in due, è una verità indiscutibile ed indubbiamente l’ira di Johnny mostrata da Tmz con un video rubato in cui l’attore inveisce contro la moglie e colpisce mobiletti della cucina, non gli fa fare affatto una bella figura ed è la prova che il rapporto tra i due non sia mai stato idilliaco, ma all’indomani degli audio resi noti, è chiara la sistematicità con cui Amber aggrediva suo marito. A Johnny va tutta la nostra solidarietà e ad Amber, invece, l’augurio che possa risolvere il suo problema con la violenza e migliorarsi, senza dimenticare che non c’è peggiore nemica delle donne di colei che sfrutta un tema delicato e serio come la violenza per un tornaconto personale. E’ a causa di persone come lei se ancora c’è chi si permette di dubitare di chi denuncia un abuso perché, a margine di questa vicenda, Amber non ha arrecato danno solo a Johnny, ma alla causa femminista nella sua interezza. Nel 2018 ha addirittura dichiarato di sentirsi un “simbolo” in rappresentanza di coloro che subiscono abusi domestici e trovano il coraggio di denunciare. Shame on you.

Potrebbe interessarti...

Euphoria

Euphoria: il secondo episodio speciale

Euphoria

Euphoria: la recensione del primo episodio speciale

Joker

Joker: l’edizione speciale in esclusiva per l’Italia

Doctor Who

Doctor Who: Revolution of the Daleks, lo speciale di Natale

South Park

South Park: una puntata speciale di un’ora a tema Covid

Cosa ne pensi? Hai sempre creduto a Johnny o sostenevi le ragioni di Amber?
Iscriviti
Notificami
guest
1 Commento
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Mela
Mela
6 mesi fa

Qesta stronza ha solo sfruttato il tutto e il momento storico x ottenere celebrità e soldi !!! È veramente un affronto per ki la violenza invece ha dovuto subirla senza possibilità di difendersi!!! Merita la galera!!! È una stronza patentata

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
+2