Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

In arrivo il biopic su Golda Meir. Parola di Helen Mirren

Golda Meir rapresenta una delle donne più importanti del ventesimo secolo. Scopriamo le prime curiosità sul film

Negli ultimi anni abbiamo assistito al racconto delle donne forti del ventesimo secolo, basti pensare al successo planetario di The Crown. Helen Mirren sarà Golda Meir Ora arriva Golda, il film che ci porterà dentro la vita della donna più importante del ventesimo secolo in Israele e tra le più importanti per  nel resto del mondo. Sicuramente non ti farò sbadigliare raccontando la vita di questa grande figura che interessò non solo Israele ma l’intero mondo politico internazionale. Invece, ti voglio comunicare, grazie alla notizia pervenuta quasi contemporaneamente da Hollywoodreporter e Deadline,  che il film è stato annunciato che si farà e l’autore dà su per giù degli elementi storici per comprendere meglio il quadro in cui verrà contestualizzata la vita di Golda Meir.

Helen Mirren nei panni di Golda – Non è la prima volta come donna più potente di un paese

La talentuosa attrice non è nuova a questo genere di rappresentazioni biografiche. Ci ha deliziati più di una volta vestendo i panni di una regina vincendo meritatamente un Oscar come migliore attrice protagonista per The Queen, per poi prendere il volo per l’amata grande patria Russia impersonando in maniera ineccepibile Caterina la grande, una mini serie andata in onda su Sky Atlantic per HBO nell’autunno del 2019. Oltretutto, già nel 2005 interpretò in un’altra miniserie televisiva Elizabeth I. Ciò determina una grande responsabilità da parte degli autori e della stessa attrice di coinvolgere nella maniera adeguata il pubblico che assisterà, speriamo al cinema, uno spaccato della vita di Golda Meir.

 

Il film biografico sarà diretto dal regista israeliano, Premio Oscar per il miglior corto nel 2019, Guy Nattiv e sarà ambientato durante la guerra dello Yom Kippur del 1973. Helen Mirren interpreterà l’unica donna premier israeliana, Golda Meir, in un prossimo film biografico ambientato durante la guerra dello Yom Kippur.

Golda verrà prodotta dal vincitore del premio BAFTA, Michael Kuhn (Florence Foster JenkinsThe Duchess) e sarà diretto da Guy Nattiv. Nicholas Martin (Florence Foster Jenkins) ha scritto la sceneggiatura e sarà anche il produttore. Embankment, che era dietro l’attuale successo di Oscar e BAFTA The Father , rappresenterà le vendite internazionali con CAA Media Finance e ICM che gestiranno congiuntamente i diritti nazionali. La produzione dovrebbe iniziare già a ottobre.

Golda meir_Helen Mirren la protagonista

La storia di Golda si concentrerà sul conflitto del 1973, quando Egitto, Siria e Giordania lanciarono un attacco a sorpresa su Israele per reclamare il territorio perduto. L’importanza del ruolo ricoperto da questa donna è unico in quanto è la quarta donna al mondo e la prima e unica israeliana a ricoprire la carica di Primo Ministro oltre ad essere la prima donna di qualsiasi paese del Medio Oriente. Meir affronterà insieme al suo gabinetto, tutto maschile,  la Guerra dei Sei Giorni nel 1967. 

Golda – Il regista racconta la sua vicinanza a questo periodo storico

Il regista di origini israeliane, Guy Nattiv è nato nell’anno della guerra che racconta:

Come persona nata durante la guerra dello Yom Kippur, sono onorato di raccontare questa affascinante storia sulla prima e unica donna che abbia mai guidato Israele. La brillante sceneggiatura di Nicholas Martin si tuffa nel capitolo finale di Golda mentre il paese affronta un mortale attacco a sorpresa durante il giorno più sacro dell’anno, un nucleo di generali deliranti che minano il giudizio di Golda, mentre si sottopone a cure segrete per la sua malattia. Non potrei essere di più entusiasta di lavorare con la leggendaria Miss Mirren per dare vita a questa storia epica, emozionante e complessa.

Sono curioso di vedere come la brava Helen Mirren cercherà di cimentarsi in questa prova non del tutto facile. Infatti, rappresentare donne regali come la regina Elisabetta I e II la fanno sentire quasi a casa visti i natali britannici dell’attrice. Sicuramente sarà una bella sfida che non deluderà tutti noi che amiamo questa attrice. E se a dirigere il film è anche una persona che sa cosa significa vivere continuamente sul filo della pace, la veracità di questo film ci sorprenderà.

 

 

Potrebbe interessarti...

Shazam!

Shazam! Fury of the gods: Lucy Liu si unisce al cast

Bridgerton

Bridgerton: da oggi su Netflix

Bridgerton

Bridgerton: finalmente abbiamo il trailer

Speciale

Bridgerton, la miniserie prodotta dalla Shondaland dal 25 dicembre su Netflix

Speciale

Oscar 2019: Il Potere Nero, la Regina e il Messicano

Secondo te, la grande Helen Mirren sarà in grado di impersonare un ruolo così distante dalla corona sia essa inglese o russa?
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0