L’auto remake di Sebastian Lelio è da una settimana nelle sale. Scopriamo qualcosa in più con news e clip in esclusiva

In patria, Gloria Bell ha totalizzato 145,218 $ nel suo weekend di apertura, nonostante sia stato presentato solo in 5 sale, seconda media migliore per sede di questi giorni dietro all’affermato Captain Marvel. Inoltre, ha riscontrato anche giudizi positivi dalla critica. Su Rotten Tomatoes, il film ha un punteggio di approvazione del 98% basato su 41 recensioni, con un punteggio medio di 7,55 / 10. Il consenso critico del sito web recita: “Libero da abbellimenti visivi o narrativi, Gloria Bell si basa quasi completamente sulla performance di Julianne Moore nel ruolo del protagonista – ed è gloriosamente all’altezza del compito.” Anche su Metacritic è stato apprezzato, ottenendo un punteggio medio ponderato di 81 su 100, basato su 25 critici, indicato come “un plauso universale“.

Il regista cileno spiega le motivazioni che l’hanno portato a girare questo remake:“Non riguardava me, non dovevo dimostrare nulla al mondo. Si trattava invece di scomparire dietro la storia, di far emergere i personaggi, di farli rinascere e rivivere. È come la cover suonata in un momento nuovo, in un nuovo contesto e da una band nuova”. La nuova band si può riscontrare nella colonna sonora utilizzata, costellata da classici ballabili degli anni 80. In particolare, il titolo riprende la canzone più rappresentativa di quest’ultima: Gloria di Umberto Tozzi, canzone che compie quest’anno quarant’anni e qui proposta nella versione in lingua inglese. Il brano italiano del 1979 è stata scritto dal cantante insieme a Giancarlo Bigazzi e riscosse molto successo in tutta Europa, premiata con sette dischi di platino per un totale di 700 mila copie. Tre anni più tardi, Trevor Stanley Veitch realizza il testo della versione inglese, cantata da Laura Branigan, che acquisisce più popolarità quando fu inserita nella colonna sonora di Flashdance (1983).

Nelle clip seguenti, Julianne Moore e Sebastian Lelio approfondiscono alcuni aspetti del film. Ne Il ballo la protagonista ci racconta il suo rapporto con la danza.

Cosa prova l’attrice riguardo l’Ispirazione?

In Los Angeles è spiegato il motivo dell’ambientazione della pellicola nella Città degli angeli.

In La musica è descritta la colonna sonora.

Infine, in Il remake sono menzionate le motivazioni di questa scelta del regista sudamericano.

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami