0

0

Favino sarà Bettino Craxi in “Hammamet” di Gianni Amelio

Hammamet
Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Il crepuscolo di Bettino Craxi, dalla gloria della presidenza del Consiglio al fango di Tangentopoli nel nuovo film di Gianni Amelio

Negli ultimi anni sono stati più d’uno i film che hanno affrontato il tema del declino della cosiddetta “Prima Repubblica” inghiottita da “Tangentopoli”, con una classe dirigente decapitata dall’inchiesta sul malaffare che affliggeva il nostro paese, di cui Bettino Craxi, segretario del P.S.I. è stato il simbolo e, per alcuni, il capro espiatorio. Come dimenticare Buongiorno Notte di Marco Bellocchio, Il Divo di Paolo Sorrentino o Il Caimano di Nanni Moretti, ma anche la serie tv prodotta da Sky 1992, con Stefano Accorsi.

Confronto Favino-Craxi
L’attore Pierfrancesco Favino a confronto col suo personaggio: Bettino Craxi.

Chi come me in quegli anni era molto piccolo o non era nato spesso cerca nei libri o nel cinema un sistema per capire quei giorni i cui effetti dirompenti si sentono ancora oggi. Quanto ci sarà di Mani pulite (il nome dell’ inchiesta sulla corruzione, le tangenti e il finanziamento illecito ai partiti che sconvolse la scena politica italiana all’ inizio degli anni ’90) nel film? Quanto sarà fedele alla realtà dei fatti? Gianni Amelio (Il ladro di bambini, Così ridevano) regista sensibile e di talento si concentrerà sull’uomo Craxi, più che sulla fredda cronaca di quegli anni, con l’intenzione di realizzare un racconto più privato che pubblico, in cui siano i sentimenti ad illuminare i fatti. Il film narrerà la parabola umana e la carriera di uno degli esponenti politici più discussi e controversi della storia italiana del XX secolo, fino alle due condanne per corruzione e per aver usato fondi neri per finanziare il suo partito e alla fuga in Tunisia, a Hammamet.

Craxi e Silvio
Bettino Craxi (a destra) con uno dei suoi sostenitori, l’imprenditore brianzolo e futuro premier Silvio Berlusconi (a sinistra)

Nella foto di copertina è possibile apprezzare il trucco straordinario che trasforma il volto di Pierfrancesco Favino, l’attore scelto per impersonare la figura carismatica e tormentata del leader socialista, in quello di Bettino Craxi. Le riprese, cominciate il 19 marzo, dovrebbero concludersi nei prossimi mesi e la pellicola arriverà nelle sale nel 2020, grazie a 01 Distribution. Il cast, oltre a Favino annovera interpreti di prestigio quali Renato Carpentieri, Claudia Gerini, Livia Rossi e Luca Filippi.

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x