Voto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Drag me to Hell, l’horror secondo Sam Raimi

Drag me to Hell, bella pellicola ma non riesce a mettere paura nello spettatore

drag me to hell

Con questo film Raimi si dimostra un regista completo capace di saper mettere diversi elementi anche diversi tra di loro all’interno del film. Una pellicola questa che non fa spavento, ma che comunque intrattiene piacevole lo spettatore.

Voto

Drag me to Hell:

Regia: Sam Raimi – Cast: Alison Lohman, Justin Long, Lorna Raver, David Paymer, Dileep Rao, Adriana Barazz – Genere: Horror, colore, Durata: 99 minuti – Produzione: Usa, 2009 – Distribuzione: Lucky Red – Uscita: 11 settembre 2009.

Questo film è classificato come horror e certo di horror si tratta, ma non è un film che riesce a fare veramente paura, magari sono io che non mi spavento facilmente, a me alcune scene della pellicola hanno fatto quasi ridere per come sono state trasposte, certo non mancheranno le scene più da brivido e splatter come la scena del sacrificio.

Drag me to Hell la trama del film di Sam Raimi:

La pellicola è incentrata sulla storia di Christine Brown, interpretata da Alison Lohaman, la cui notorietà si è affermata nel 2002 per la eccellsa interpretazione in “White Oleander – Oleandro bianco”, al fianco di Michelle Pfeiffer. Christine è una funzionaria di banca, addetto alla concessione dei prestiti, sempre gentile e disponibile con le persone che le chiedono aiuto.

Una mattina arriva in banca un’anziana signora di origine Zingara di nome Sylvia Ganush, si reca in banca e chiede l’ennesima proroga del prestito, ottenuto mettendo un’ipoteca sulla sua casa, e Christine, per ottenere il posto di vicedirettore a cui aspirava da tempo, e per far buona impressione sui genitori del fidanzato che deve conoscere a breve, andando contro i suoi principi, le nega la proroga.

A quel punto la vecchina disperata lancia su di lei una maledizione, invocando il Lamia e rendendo la vita di Christine un vero e proprio inferno sulla terra e lei avrà solo tre giorni per riuscire a salvarsi.

Impressioni sul film:

A ridere si ride, ma zompare sulla poltrona, o aggrapparsi alla fidanzata/o, è una cosa molto difficile. Non sempre basta un coltello brandito da un psicopatico o un cimitero o un’orda di zombie affamati, per far sì che un film horror venga definito tale, spesso questi elementi da soli non bastano.

L’impressione è che, nonostante la brillante regia, il racconto manchi di grinta, far spaventare e far ridere allo stesso tempo è molto difficile, ma spaventare davvero lo è ancora di più.

Drag me to Hell, una scena del film del 2009

 

 

 

 

 

 

Drag Me to Hell è un film divertente e dal ritmo frenetico, con il quale il regista si conferma un talento unico nel saper mescolare ed intrecciare in maniera impeccabile la paura, lo spavento, persino il disgusto con l’ironia e la risata.

Il film contiene anche un’analogia con il secondo capitolo di Spider-Man, come ricorderai Zia May si reca in banca per chiedere un prestito e anche a lei viene dato un no come risposta dal banchiere di turno, analogamente anche in Drag me to Hell lo scenario è lo stesso, una donna in chiara difficoltà economica chiede aiuto alla potenza economica e questa gli nega l’aiuto. Molto bravo in questa circostanza Raimi a rappresentare il potere assoluto delle banche.

Comunque per me che sono cresciuto vedendo la trilogia dedicata a Spider-Man di Raimi questa di Drag me to Hell è stata comunque una bella sorpresa, ho passato una piacevole ora e mezza a vedere questa pellicola.

Come dice lo stesso Raimi in un’intervista: “… sono un tipo pauroso. Quando vedo le cose, non riesco a far a meno di notarne il lato divertente. Forse è un meccanismo di difesa”. Gli è stato anche chiesto quali fossero le sue aspettative sul film, e lui ha risposto: “Quello che voglio è che il pubblico rida, salti sulla poltrona, urli, si aggrappi alla sua ragazza e all’uscita pensi di essersi divertito molto in quell’ora e mezza. È così che misurerei il successo del film“.

Drag me to Hell Blu-ray                  Clicca qui per acquistare il Blu-ray del film

Commenti recenti

Commenta qui...

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Siamo live con Monster Hunter: World

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
2+