Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
dinner club

Dinner Club: a cena tra amici

Dinner Club: un travelog culinario per scoprire sapori e luoghi del Belpaese con Carlo Cracco ed i più amati personaggi della TV e del cinema

DINNER CLUB – 2021

Regia: Riccardo Struchil; Scritto da: Paola Costa con Laura Mariani, Alessandro Saitta, Daniele Baroni, Marco Soprano; Produzione: Banijay Italia; Cast: Carlo Cracco, Sabrina Ferilli, Fabio De Luigi, Diego Abatantuono, Pierfrancesco Favino, Luciana Littizzetto e Valerio Mastandrea; Distribuzione: Prime Video.

dinner club

Sei episodi per sei cene e sei viaggi. Sei esperienze indimenticabili che Carlo Cracco a turno con Sabrina Ferilli, Fabio De Luigi, Diego Abatantuono, Pierfrancesco Favino, Luciana Littizzetto e Valerio Mastandrea, ha voluto condividere con noi.

Prodotto da Banijay Italia, Dinner Club è un programma scritto da Paola Costa con Laura Mariani, Alessandro Saitta, Daniele Baroni, Marco Soprano. La regia è a cura di Riccardo Struchil.Un’esperienza a tutto tondo che coinvolge lo spettatore conducendolo alla scoperta di luoghi e piatti tipici della tradizione italiana, ma poco o per niente noti. Dagli allevamenti di ostriche rosa nel delta del Po all’uovo di seppia di Licata, dalla rafanata della Basilicata alla zuppa di ricotta maremmana, dalla lasagnetta di pane carasau ai cicci maritati del cilento.

Gli episodi (disponibili su Prime Video dal 24 settembre) scorrono gradevoli e sinceramente lo show stupisce, diverte, intrattiene e insegna. Complice il fantastico cast con cui accetterei di cenare praticamente ogni sera, Cracco “serve” un programma riuscitissimo in cui fa la saggia scelta di “guidare” senza sopraffare e anche se è il padrone di casa, accompagna i commensali con ironia e leggerezza, senza prendersi troppo sul serio.

dinner club

Dimentica l’uomo spocchioso ed autoritario che abbiamo imparato a conoscere nei vari cooking show, perché a capo tavola siede una persona competente, piacevole e autoironica. Non c’è copione e difatti lo spettatore si sente ospite gradito a sua volta avendo la sensazione di spiare nella loro semplicità le star di cinema e TV, come se le vedesse davvero per la prima volta.

dinner club

Sapevi, ad esempio, che Valerio Mastandrea non mangia cibi bianchi? Che Sabrina Ferilli non sopporta chi critica la sua cucina? Che una suora ha fregato cinquanta euro a Pierfrancesco Favino? Guardando Dinner Club approfondirai questi e tanti altri aneddoti esilaranti ed emozionanti e vivrai un momento commovente e speciale grazie alla disarmante sensibilità di Valerio Mastandrea che rende omaggio al geniale Mattia Torre citando un brano tratto dal suo Gola.

Seconda edizione? Non sono io che decido, aspettiamo la messa in onda e poi valuteremo. I miei compagni di viaggio sono dei professionisti, persone stupende, ognuna a modo proprio. Sono stati molto disponibili – Carlo Cracco

Dinner Club regala un senso di intimità e genuinità che restano anche dopo la visione e fanno sentire lo spettatore parte di una cosa bella, vera.

Dinner Club è quel club a cui vorremmo tutti appartenere, la cena alla quale vorremmo tutti partecipare, il tavolo a cui non esiteremmo a sederci.

Lo show riesce ad intrattenere e ad emozionare grazie agli ospiti più che al padrone di casa che, saggiamente, si riserva un ruolo più marginale rispetto ai suoi “commensali” e li consiglia permettendogli di essere a sua volta consigliato.

Gli episodi scorrono gradevolissimi e non si smetterebbe mai di guardarli, non soltanto perché i protagonisti sono i personaggi e gli interpreti più amati della TV e del cinema, ma anche e soprattutto perché sono persone che abbiamo imparato ad apprezzare e stimare anche nel privato e in questo contesto si riconfermano semplici e genuini, non costruiti.

Menzione davvero speciale per Valerio Mastandrea che commuove ed incanta leggendo un inedito scritto di Mattia Torre.

Dinner Club regala un senso di intimità e genuinità che restano anche dopo la visione e fanno sentire lo spettatore parte di una cosa bella, vera.

 

Potrebbe interessarti...

Mio fratello, mia sorella

5.5/10

Batman

8.6/10

L’uomo che vendette la sua pelle

6.5/10

PINO

7.5/10

Tre piani

6/10

Luna Park

6/10

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Recensione

L’uomo che vendette la sua pelle

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
+1