A 30 anni di distanza dal primo film, Tom Cruise è pronto a volare ancora più in alto!

Il potere comunicativo delle immagini è indiscutibile. Lo ha capito anche Tom Cruise, che sul suo profilo Instagram esordisce con una foto che lascia poco all’immaginazione:

Ecco la foto di Instagram pubblicata poche ore fa da Tom Cruise. Sul caschetto un nome leggendario quanto evocativo: MAVERICK.

Un F14 Tomcat sullo sfondo e in mano un caschetto con un nome che è diventato leggenda: Maverick.

#Day1, l’unica didascalia di una foto che comunica tanto, soprattutto emozioni. A caratteri cubitali, quasi a volerci riportare indietro dal divagare della nostra immaginazione, torreggia la scritta Feel The Need.

Una frase che ci trasporta direttamente al primo film: “I feel the need, the need for speed!” “Sento il bisogno, il bisogno di velocità!”.

Il sequel, ufficialmente intitolato Top Gun: Maverick è previsto nelle sale a partire dal 12 luglio 2019. La regia del film sarà affidata a Joseph Kosinski, che ha già lavorato con Tom Cruise in Oblivion (2013). Lo stesso Kosinski aveva spiegato che “L’aeronautica e la marina, oggi, sono molto diverse rispetto al 1986. Allora, non erano state coinvolte in una guerra per qualcosa come 15 o 20 anni. Il tono di quel film e ciò che quei ragazzi facevano era molto diverso. Oggi, nel 2017, le truppe hanno avuto a che fare con operazioni di guerra per quasi 20 anni. Semplicemente è un mondo diverso, quindi non possiamo rifare quanto è stato fatto con il primo film. Occorre un riadattamento. È chiaro che voglio ricreare l’esperienza di quel film, che vi regalava una sorta di “posto in prima fila” nell’aeronautica. Ma l’approccio sarà appropriato ai tempi che stiamo vivendo.”

Top Gun: Maverick colmerà gli eventi di questi 30 anni?

Sembra, quindi, che il nostro Pete “Maverick” Mitchell, 30 anni dopo le vicende del primo episodio, presti ancora servizio nell’aeronautica militare statunitense. Ambientato ai giorni nostri, il sequel potrebbe darci una panoramica di ciò che è accaduto in 30 anni di aviazione. Come annunciato da David Ellison, presidente di Skydance Production: “E’ un mondo molto più complesso quello in cui viviamo oggi. Ci sono le tecnologie dei droni e siamo alla quinta generazione di caccia… Si sta chiudendo un’era di combattimenti aerei e piloti.”.

I fan sono in attesa del secondo capitolo dal 2012, quando le riprese dello stesso si erano fermate per l’improvviso suicidio di Tony Scott, già regista del primo film. Jerry Bruckheimer, produttore della pellicola, non ha mai abbandonato il sogno di far volare ancora una volta l’ormai famoso Maverick: “Sono trent’anni che cerchiamo di fare Top Gun 2 e non ci fermeremo ora. Tom lo vuole fare da tempo e l’importante è che il suo entusiasmo sia sempre alle stelle. Speriamo di fare questo film”.

La sceneggiatura del film sarà affidata a Peter Craig e Justin Marks, mentre le musiche saranno del compositore tedesco Harold Faltermeyer, che aveva lavorato insieme a Moroder alla colonna sonora del primo film.

Vi lascio sulle note di Take My Breath Away accompagnato dalle scene del film del 1986.

Restate sintonizzati per futuri aggiornamenti su questo e altri argomenti e se vi va diteci la vostra nei commenti.

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami