Nel 2016 i produttori di The walking Dead ci hanno “regalato” una pellicola horror intitolata “Satanic”

Considerando il successo che ha fatto la serie tv di zombie, mi sarei aspettata qualcosa di più sconvolgente, anche se non è del tutto da scartare. E’ una pellicola realizzata a basso budget che tira in ballo la mitologia satanista citando anche Anton LaVey.

La trama parla di quattro studenti del college che decidono di fare un vero e proprio “tour satanico” a Los Angeles, visitando i luoghi storici in cui sono avvenuti riti satanici: uno di questi sarà la famosa villa in cui Charles Manson mise in atto l’omicidio di Sharon Tate aiutato dai suoi “discepoli”.

Questi giovani d’oggi che non hanno nulla da fare se non rompere le scatole al demonio o giocare con tavola ouija! Ma non avevate l’XboX? Netflix?

I problemi seri incominceranno quando decidono di seguire di nascosto il proprietario di un negozio esoterico, finendo per assistere ad una specie di messa nera in cui sembra che stiano per sacrificare una ragazza.

Il realtà la vittima si rivelerà l’arteficie di tutto ciò che accadrà a loro da lì in poi.

“L’inferno non è un posto, è una bellissima confusione… e c’è molto dolore” (Alice – Satanic)

Dunque, in soldoni la povera ragazza indifesa si rivela il peggio del peggio, dando il via ad un rituale sacrificale. Cominciano i fenomeni paranormali in cui i ragazzi vengono perseguitati ed eliminati uno ad uno. Fine.

Insomma, nulla di che, tranne per la conclusione che mi aspettavo più scenografica, invece ci troviamo semplicemente di fronte ad una giovane intrappolata forse in un “limbo” con la bocca cucita e mutilata, che aspetta soltanto d’essere divorata da chissà quale creatura demoniaca di cui non sapremo mai l’identità.

Quindi, qua si urlano le solite cose, ripetete con me:

Numero uno: Giocare con la tavola Ouija fa male! MOLTO!

Numero due: Se volete andare a rompere le scatole ad un negoziante di articoli esoterici, lasciate perdere e tornate a giocare con i videogiochi!

Numero tre: Se assistete ad una messa nera… Beh, mi chiedo che cavolo ci fate lì!!! In ogni caso scappate a gambe levate.

Numero quattro: Le povere ragazze indifese potrebbero essere delle pazze psicopatiche pronte a spianarvi la strada verso l’inferno, dove potrete soggiornare per l’eternità. Tranquilli, nessuna tassa da pagare, solo l’anima.

Numero cinque: Esiste Netflix e l’XboX per occupare il tempo libero, oppure un buon libro… horror magari.

 

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami