Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
chaos walking recensione

Chaos Walking, il rumore dei pensieri

E se potessimo sentire i pensieri degli uomini, ma non quelli delle donne?

Chaos Walking

Regia: Doug Liman; Soggetto: adattamento del romanzo Chaos- La fuga (2008), primo capitolo della trilogia Chaos Walking di Patrick Ness; Sceneggiatura: Patrick Ness, Christopher Ford; Fotografia: Ben Serezin; Musiche: Marco Beltrami, Brandon Roberts; Cast: Tom Holland/ Todd Hewitt, Daisy Ridley/ Viola Eade, Mads Mikkelsen/ Il Sindaco Prentiss, Demian Bichir/ Ben, Cynthia Erivo/ Hildy, Nick Jonas/ Davy Prentiss Jr., Kurt Sutter/ Cillian, David Oyelovo/ Aaron; Origine: USA, Canada, Lussemburgo, Hong Kong; Durata: 109 minuti. Disponibile dall’8 giugno su Amazon Prime Video.

Trama

Chaos Walking: il poster

Parecchi anni prima, quando l’essere umano aveva per la prima volta messo piede nel lontano pianeta ribattezzato New World, aveva da subito dovuto fare i conti con uno strano potere, una forza misteriosa chiamata “il Rumore” che rendeva i pensieri degli uomini udibili e visibili, sottoforma di colorate immagini che, come vapore, aleggiavano intorno alla testa di ognuno di loro mostrando i più intimi segreti, ma che non aveva alcun effetto sulle donne. Gli ultimi coloni rimasti vivevano in un piccolo insediamento chiamato Prentisstown, dal nome del sindaco David Prentiss, ma i superstiti erano tutti uomini pochè le donne erano state sterminate anni prima da The Spackle, gli esseri indigeni del pianeta.

Con il tempo gli uomini avevano imparato a convivere con il Rumore, soprattutto gli adulti, i quali riuscivano a contenere i loro pensieri o almeno controllarli, tecnica che Todd Hewitt, il più giovane abitante di Prentisstown o anche l’ultimo nato prima dello sterminio delle donne, non riesce ancora a padroneggiare. Se il ragazzo ha grosse difficoltà a controllare i suoi pensieri, il sindaco Prentiss ha acquisito invece una grande abilità, compresa quella di riuscire a manipolare chi lo circonda. Todd vive con i suoi genitori adottivi Ben e Cillian, ma non è soddisfatto della sua situazione mentre invece vorrebbe entrare a far parte di quel cerchio della fiducia che il carismatico sindaco si è costruito intorno.

Chaos Walking cast

Un giorno un’astronave precipita su New World e, giunto sul luogo del disastro, Todd trova Viola, l’unica sopravvissuta allo schianto, ma anche la prima donna che il giovane vede in tutta la sua vita e dall’emozione per lui diventa davvero impossibile nascondere i propri pensieri, come non riesce a celare al sindaco la scoperta che ha appena fatto. Viola viene così condotta a Prentisstown ma, come scoprirà ben presto, i piani che Prentiss ha per lei non sono benevoli e fugge, nascondendosi nella fattoria di Todd.

Dopo aver scoperto che il loro non è l’unico insediamento umano su New Town, e sarà solo la prima rivelazione shoccante per Todd, il giovane aiuterà Viola a trovare un modo per contattare qualcuno che possa venire a salvarla, e insieme si avventureranno per quelle terre pericolose, inseguiti senza sosta dal sindaco e i suoi uomini, ma anche nel continuo timore dei The Spackle…

Chaos Walking è un film che mi ha sorpreso. Non conoscendo il romanzo da cui è tratto, mi sono avvicinata al titolo con un pò di titubanza, ma poi la presenza di Mads Mikkelsen, che è sempre una garanzia, ha abbattutto ogni mio dubbio e non ne sono rimasta delusa. Fin dall’inizio il film incuriosisce, fa sorridere, ma soprattutto offre parecchi colpi di scena che rendono la trama più vivace, rivelazioni che non posso spoilerarti perchè ti rovinerei la visione, le quali però spingono lo spettatore a porsi delle domande sulla vera natura dell’essere umano.

Chaos Walking Mads

Nonostante alcune difficoltà, gli uomini hanno imparato a gestire il Rumore, ma c’è stato un tempo in cui non era così semplice e in cui certi reconditi pensieri, non sempre benevoli, segreti che normalmente un uomo tiene celati nelle profondità del proprio cuore in quell’angolo buio che ognuno di noi ha, venivano alla luce di fronte alle persone amate.

Mogli, figlie, amiche, qualunque donna su New World può ora scoprire la vera natura di ogni uomo presente sul pianeta, ma questo ha delle conseguenze. Senza rivelarti troppo per non correre il rischio di farti spoiler, fermati solo a pensare come sarebbe un mondo così, come reagirebbe l’uomo se non potesse nascondere niente a nessuno, ma soprattutto a colei che ama più di ogni altra cosa al mondo e di cui teme, o ne viene ferito profondamente, il giudizio?

Un film che ti tiene incollato allo schermo fin dalle prime battute, soprattutto per l’idea originale e curiosa con cui viene mostrato il Rumore e la simpatia di Tom Holland che buca lo schermo. In realtà il giovane attore ci aveva già abituato ad una recitazione fresca e ironica, ma in grado di dimostrare profonda maturità, indossando la maschera di Spiderman, e anche qui ha saputo far evolvere il personaggio di Todd attraverso la sua caratterizzazione.

Da giovane impacciato, insicuro, ancora non in grado di controllare il Rumore, nel corso del film il ragazzo diventa un uomo, assimila le verità che li vengono rivelate, le affronta mostrando ogni sua emozione, prima di assumersi il ruolo di Uomo con la u maiuscola e prendere in mano la situazione per salvare Viola.

Chaos Walking recensione

Come ho già detto, Mads Mikkelsen è una garanzia in ogni sua interpretazione, e anche in Chaos Walking non è da meno. Freddo e glaciale, bello come un dio nordico, il nostro Mads è il sindaco Prentiss, come Tom Holland è l’impacciato Todd Hewitt, un giovane in cerca della sua identità costretto a maturare dagli eventi. Entrambi gli attori sono perfettamente calati nei panni dei loro personaggi, mentre ho trovato Daisy Ridley al solito piatta e dalla recitazione che non si discosta poi molto da quella di Star Wars, con le solite cinque o sei espressioni facciali le quali trasmettono poca empatia e naturalezza.

Seppur ambientato nel futuro, Chaos Walking ci riporta nel passato con ambientazioni western, paesaggi spietati e uomini duri e crudi, ma la trama ha molti aspetti di attualità con la sua rappresentazione, seppur estremizzata, di una società maschilista che ha zittito le donne con la forza, una situazione che molte di noi vivono nei vari angoli del pianeta, azione che però ha avuto come conseguenza il mostrare le debolezze dell’uomo portandolo alla quasi auto distruzione.

In conclusione, Chaos Walking è un film che ti consiglio vivamente, in grado di tenerti attaccato allo schermo e di intrigarti con una trama ricca di colpi di scena in un film di fantascienza originale e visivamente ben fatto. Se devo trovare un lato negativo del film, senza farti spoiler, ci sarà un momento di Chaos Walking in cui anche tu sentirai crescere dentro di te una forte voglia di violenza, un forte senso di disagio che ti farà pensare al fatto che, se tu ti fossi trovato nei panni del protagonista, avresti tirato fuori tutto il male che c’è in te per vendicare, in modo piuttosto sanguinario direi, una perdita davvero molto, troppo, dolorosa….

Ti ricordo che puoi trovare il film su Amazon Prime Video, clicca qui per attivare la tua prova gratuita di un mese!

Chaos Walking con Tom Holland e Daisy Ridley

Un film che ti tiene incollato allo schermo fin dalle prime battute, soprattutto per l’idea originale e curiosa con cui viene mostrato il Rumore e la simpatia di Tom Holland che buca lo schermo. Una trama ricca di colpi di scena in un film di fantascienza originale e visivamente ben fatto che ti consiglio vivamente.

Potrebbe interessarti...

American Beauty

6.5/10

Loki

9.5/10

Speciale

8/10

Volami via

6/10

L'olio di Lorenzo

6/10

Modern Love

6.5/10

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0