Bono and The Edge A sort of Homecoming

Bono and The Edge A sort of Homecoming: Review

La recensione di Bono and The Edge A sort of Homecoming, il documentario di Morgan Neville con Bono Vox, The Edge e Dave Letterman disponibile su Disney+

Naviga tra i contenuti

Scheda film

Titolo: Bono and The Edge A sort of Homecoming; Regia/Sceneggiatura: Morgan Neville, Dave Letterman; Produzione: Disney Branded Television, Imagine Documentaries, Tremolo Productions e Worldwide Pants; Distribuzione: Disney+; Fotografia: Nicola Marsh e Graham Willoughby; Montaggio: Mark Harrison, Alan Lowe, Oscar Vazquez e Jason Zeldes; Musiche: U2; Cast: Bono Vox, The Edge e Dave Letterman.

Bono and The Edge A sort of Homecoming

Sinossi

In questo speciale documentario Dave Letterman viene invitato a Dublino per la prima volta per incontrare Bono Vox e The Edge nel loro luogo natale, scoprire la città e unirsi ai due musicisti degli U2 per un concerto mai visto prima.

La recensione di Bono and The Edge A sort of Homecoming

Cosa serve per realizzare un buon documentario? Per prima cosa occorre una storia emozionante che sappia conquistare l’attenzione degli spettatori, un’atmosfera reale e sincera che possa arrivare al cuore di tutti e dei personaggi che sappiano entrare in empatia con chi li ascolta.

Bono and The Edge A sort of Homecoming

Questo Morgan Neville, regista premio Oscar per 20 Feet from Stardom, lo sa benissimo e lo dimostra in Bono and The Edge A sort of Homecoming, un’opera che non vuole solo parlare della band degli U2, ma che sfrutta la loro storia per discutere temi come; il ritorno alle origini, l’amicizia e l’amore per la propria terra natia.

Bono and The Edge A sort of Homecoming

In questo documentario, infatti, Bono Vox e The Edge, il cantante ed il chitarrista degli U2, invitano il conduttore televisivo americano Dave Letterman a Dublino, la loro casa in Irlanda, per farsi intervistare e renderlo partecipe di un loro speciale concerto in cui rivisiteranno le canzoni più famose della loro band in chiave Folk, utilizzando degli strumenti acustici così da dare al suono un tocco più semplice ma al tempo stesso originale e sognante. Le canzoni anticipano l’uscita del loro nuovo album Songs of Surrender.

Lo spettatore, cosi come Dave Letterman, viene accolto da perfetto straniero per le strade di Dublino e, accompagnato dalla voce melodiosa di Bono e le note incisive di The Edge, andrà alla scoperta della capitale, passando dai fatti più sanguinari che segnarono gli anni ’70 con le lotte tra protestanti e cattolici fino ad arrivare al presente. In tutto questo gli U2 vengono omaggiati dalla comunità perché, grazie alla loro musica, hanno contribuito alla crescita culturale e spirituale della città rendendola più aperta ed unita.

Bono and The Edge A sort of Homecoming

Bono and The Edge A sort of Homecoming è un film che regala forti emozioni sia con le immagini che con la musica, attraverso quest’ultima Bono e The Edge trasmettono al pubblico l’importanza di riscoprire le proprie radici, di continuare a credere nei propri sogni e dare voce a quelle emozioni che ci rendono unici, umani ed umili; semplicemente rimanere noi stessi.

There is no them, There’s only us.

Bono and The Edge A sort of Homecoming

In conclusione, Bono and The Edge A sort of Homecoming è diretto egregiamente da Morgan Neville e racconta una storia vera ed appassionante che, grazie alle memorabili canzoni degli U2 ed al suggestivo e caloroso panorama di Dublino, incanta e regala allo spettatore momenti unici ed emozionanti

/10
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI
0