Un Tweet dell’account Netflix USA ci mette un pulce nell’orecchio: ci sono buone probabilità che per il 28 dicembre avremo una puntata di natale della serie televisiva Black Mirror

 Black Mirror 28 dicembre

Per fare notizia basterebbe questo screenshot del tweet immediatamente eliminato dall’account di Netflix USA.

A quanto pare ragazzi avremo per questo Natale: Black Mirror: Bandersnatch. Nonostante la foto sia scomparsa quasi subito dal social i fan hanno già trovato un altro indizio relativo all’episodio:  nei mesi scorsi era comparsa un’altra foto, sempre su Twitter, con scritto “Stanno girando Black Mirror nell’edificio del mio ufficio oggi”

black mirrorOk, è il 28 dicembre, quindi arriverebbe leggermente in ritardo rispetto a Natale, ma ci importa veramente? Secondo voci di corridoio per le riprese, sembra che il set fosse effettivamente addobbato in stile natalizio.

Per chi si stesse chiedendo cosa significhi Bandersnatch, pensando magari a un qualche snack esotico, abbiamo una risposta anche a questo:

“Una creatura dal lungo collo che fa schioccare le mascelle, è feroce ed è incredibilmente veloce” Lewis Carrol

La troverete  in Alice attraverso lo Specchio, libro di Lewis Carrol del  1872 e seguito di Alice nel Paese delle Meraviglie. Dalle descrizioni del libro si intuisce che i bander possono essere trovati nel mondo dietro lo specchio,  e in un altro libro, dove vengono citati, The Hunting of the Snark, una banda di banders viene trovata da una schiera di avventurieri dopo aver attraversato un oceano.

Through the looking glass black mirror

Esiste ancora qualcuno che non ha visto questa serie? Per chi non sapesse nemmeno cosa sia ecco qui un bello spiegone:

Black Mirror è una serie televisiva prodotta e sceneggiata da Charlie Brooker. Serie antologica, è ambientata nel futuro, ma trattando però problemi di attualità e pone al centro dell’attenzione le questioni irrisolte poste dalle nuove tecnologie, il titolo infatti si riferisce allo schermo nero di ogni device a nostra disposizione: televisore, monitor o smartphone. È uscita per la prima volta sul canale britannico Channel 4 (le prime due stagioni) ed è stata ripresa da Netflix prima con due stagioni.

Si prospetta un mese di attesa per gli appassionati della serie e un’opportunità per poterla recuperare per chi fino ad ora se l’è persa.

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami