E’indubbio che la telefonia mobile sia al centro di un’importantissima fase di sviluppo. Con tecnologie avanzate ed interfacce utente innovative si cerca di rinnovare di continuo questo settore, caratterizzato da fortissima competizione tra compagnie diverse. Questo periodo, chiamato “post-smartphone”, il mercato è costantemente costretto a fornire agli utenti esperienze sempre più coinvolgenti: comandi vocali, intelligenza artificiale, realtà aumentata, gestualità e riconoscimento facciale sono solo alcuni esempi.

In questo contesto si inserisce l’analisi effettuata da ABI Research, una società di consulenza nelle previsioni di mercato che fornisce indicazioni strategiche, che ha analizzato e valutato dieci fra le più importanti aziende del settore. Il risultato? Emergeranno come leader di mercato Google e Amazon, grazie alla continua crescita dei loro punti di forza. Invece Apple rimarrà indietro adagiandosi sulla posizione di leadership ottenuta negli anni passati.

La valutazione è stata effettuata analizzando il portafoglio brevetti, la spesa per ricerca e sviluppo, le acquisizioni ed i contributi a comunità Open Source. Le compagnie analizzate, come già detto, sono state dieci, nello specifico: Amazon, Apple, Facebook, Google, Huawei, Lenovo, LG, Microsoft, Nokia e Samsung.

Amazon e Google leader incontrastati nel futuro del mobile

Basandosi sui dati ottenuti, sono Amazon e Google le due aziende che con molta probabilità guideranno l’innovazione mobile nei prossimi 5-6 anni.

“Questa imminente ondata di innovazione nell’ecosistema degli smart device sarà guidata da Google e Amazon, poichè la loro forza nei principali settori di crescita consente un approccio flessibile alle esperienze degli utenti di nuova generazione”. 

Sono le parole di David McQueen, Direttore del Settore Ricerche di ABI.

Apple, Samsung, Microsoft e Huawei saranno gregari, poiché legati al business degli smartphone e quindi con poca flessibilità per creare innovazione fuori dagli schemi. Non è però da sottovalutare la grande influenza che queste compagnie hanno sul mercato, principalmente attraverso la forza del loro marchio. La differenza però rispetto ad Amazon è Google è che spesso il loro approccio all’innovazione è frenato dalla necessità di proteggere i propri investimenti. Con la paura di interrompere la leadership di mercato che detengono attualmente.

In questa era “post-smartphone” sarà necessario un investimento significativo nelle tecnologie e nelle competenze tecniche di base, nonché nella creazione di telefoni intelligenti in grado di sfruttare efficacemente le tecnologie future.

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami