Dopo 18 anni dal Kolossal, si fa sempre più viva la strada per il sequel de Il Gladiatore diretto sempre da Ridley Scott

Già un anno fa, il regista aveva affermato: “Saprei come riportare il film sullo schermo. Ho parlato di questo anche con gli studios. Mi hanno risposto: ‘ma…il personaggio è morto’. Ma esiste un modo di farlo tornare”. D’altronde, siamo abituati a veder tornare sul grande schermo i suoi capolavori dopo anni, proprio com’è accaduto per Alien e per Blade Runner, quest’ultimo addirittura dopo 35 anni. Effettivamente, nella scena finale del film del 2000, Massimo Decio Meridio (Russell Crowe) muore e si ricongiunge nei Campi Elisi con la sua famiglia, sterminata inizialmente per volere dell’imperatore Commodo .

Proprio prima di vendicare la sua famiglia, uccidendo nell’arena il personaggio interpretato da Joaquin Phoenix, Massimo salva Lucio Vero e sua madre Augusta Lucilla (Connie Nielsen), sorella di Commodo. Le gesta del gladiatore lasciano una forte impressione sul giovane che, secondo molte fonti, come Deadline, sarà il protagonista del secondo capitolo.

Il Gladiatore 2 sarà scritto da Peter Craig, autore di The Town, Hunger Games: il canto della rivolta, 12 Soldiers e in futuro di Top Gun: Maverick, altro sequel molto atteso. Distribuito da Paraumont Pictures, non uscirà nelle sale prima del 2020, essendo Ridley Scott anche produttore cinematografico e televisivo risulta impegnatissimo in molti progetti ultimamente.

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami