0

The King’s Man – Le Origini. Laddove tutto ebbe inizio

Questa non sarà una guerra di eroi. Posso solo dire che ci divertiremo

The King's Man
0

0

Normalmente guardi i film di oggi e ti rendi conto che le azioni o “actions” la fanno da padroni sullo schermo ma a volte non hanno l’effetto desiderato che vorresti, perché come me, forse, sei rimasto alle famose scazzottate di Bud Spencer e Terence Hill. The King’s Man o meglio il suo regista, Matthew Vaughn,Matthew Vaughn regista riesce a portarci indietro nel tempo e farci rivivere quei combattimenti corpo a corpo che ti conquisteranno. Lo stesso autore ha all’attivo i primi due capitoli della serie tratta dai fumetti editi dalla Marvel di Millar e Gibbons, entrambi ambientati ai giorni nostri; se non li hai visti è un peccato, ma niente paura la produzione ha pensato anche a questo. Infatti qui sotto troverai il trailer dove ti accorgerai anche dai costumi che non sono abiti del XXI secolo, bensì dei primi del ‘900. La pellicola si sviluppa alla nascita di questa agenzia di super spie, nata solo per voler evitare migliaia di morti ed una guerra che non fa bene a nessuno. Il duca di Oxford, impersonato elegantemente da Ralph Fiennes è stato incaricato della messa in azione appunto dei “Kingsman“. Di qui il reclutamento, in particolare di un giovane che vuole a tutti i costi combattere e trovare la sua via. Grazie al duca, il giovane Conrad che sarà il talentuoso Harry Dickinson, riuscendo a trovare il suo equilibrio ed essere di aiuto in questa lotta; sarà una battaglia al fine di sgominare una organizzazione criminale che vuole infettare l’Europa con una nuova guerra. La scenografia è stata orchestrata bene e sono orgoglioso di ciò, perché molte scene sono state girate nella bell’Italia, precisamente a Torino; sono state coinvolte le splendide cornici del Castello di Racconigi, della Reggia di Venaria e del Palazzo Reale di Torino. Le scene in esterno sono state effettuate sul Lungo Po Diaz a Torino e il comune di Venaria, in via Andrea Mensa. Gli albori della prima guerra mondiale è lo scorcio storico in cui verranno apprezzate le gesta dei personaggi e come lo stesso regista ha detto in maniera entusiasta è che “Abbiamo provato a reinventare il combattimento con le spade” continuando poi col dire che “Credo che l’azione debba raccontare una storia, e non essere noiosa” finendo col dire che “è un lontano cugino del primo”, ovvero Kingsman secret service, solamente di centoventi anni. Nel cast ci saranno altri attori che ci fanno capire anche il budget sostenuto dalla produzione non è da poco, anzi tutt’altro. Tra di essi spiccano Gemma ArteronGemma Arteron è Polly vestirà i panni di Polly, Aaron Taylor-Johnson è Lee Unwin, Matthew Goode è Tristan. La produzione del film è della Marv Studios, che comunque ha visto nella Eagle Pictures il ruolo di service per l’Italia ed è stato realizzato con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte. Quindi sostanzialmente ora hai ben più di tre motivi per vedere The King’s Man – Le Origini. Quali sono? Il primo è che vedrai dei combattimenti più veri, simili a scazzottate, il secondo è la sua location, quasi del tutto torinese, terzo c’è una componente italiana nella produzione. “Ed il quarto dov’è?” ti starai chiedendo. Ebbene è proprio qui sotto.

Ecco qui il quarto motivo. Non voglio certo che tu ci pensi troppo ma ti dirò che un film così va visto per la sua ingegnosità nei combattimenti e soprattutto per la scenografia su cui viene prodotto il film. Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento!

avatar
  Iscriviti  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Ecco qui il quarto motivo. Non voglio certo che tu ci pensi troppo ma ti dirò che un film così va visto per la sua ingegnosità nei combattimenti e soprattutto per la scenografia su cui viene prodotto il film. Tu cosa ne pensi?
0